La F.E. posticipa al 2025 la competizione tra le batterie

condivisioni
commenti
La F.E. posticipa al 2025 la competizione tra le batterie
Di: Scott Mitchell
Tradotto da: Chiara Rainis, Motorsport.com Switzerland
09 dic 2017, 20:01

Nonostante le perplessità espresse dalle scuderie per l’inevitabile innalzamento delle spese, la serie al 100 per cento elettrica non ha escluso di concedere l’opportunità agli iscritti di crearne di proprie.

Si era promessa di lasciare i team liberi entro le prime 5 stagioni ed invece il Campionato FIA di Formula E continuerà ad avere un regime di monopolio/standardizzazione Williams Advanced Engineering e dall’anno venturo McLaren Applied Technologies, ancora per un po’. 

 

“Se mai ci sarà un’apertura della competizione non sarà prima della stagione 11”, ha affermato ad Autosport/Motorsport.com il CEO della specialità, Alejandro Agag. 

“Fino al terzo ciclo rimarrà tutto invariato e credo che i costruttori saranno lieti di avere costi limitati. Nessuno di loro sta spingendo per progettare delle batterie proprie. Alla fine hanno già la chance di disegnare il motore, il cambio e l’inverter”. 

 

Sul breve termine la competizione potrebbe invece giocarsi su trazione integrale, torque vectoring, recupero dell’energia dall’asse davanti, quindi su batterie più piccole poste all’avantreno e brake-by-wire. Un’altra area interessante potrebbe essere la cellula, per cui i costruttori sarebbero responsabili del packaging, mentre i fornitori diventerebbero due o tre. 

 

A questo proposito Jens Marquardt, boss della BMW Motorsport, che nel torneo 2018-2019 si unirà al team Andretti Autosport, ha elogiato l’approccio cauto della categoria, malgrado il desiderio di estendere alle competizioni l’impegno nello sviluppo delle batterie che attualmente la vede protagonista per i veicoli stradali. 

Allo stesso modo, un’altra new entry del campionato 2019-2020 come Porsche avrebbero palesato la volontà di mettere in piedi un proprio programma di produzione. In particolare si sarebbe offerta come “supplier” ufficiale sin da subito. Partita andata invece alla MAT, antenna tecnologica della McLaren. 

 

 

Prossimo articolo Formula E
La Formula E in India? Non prima del 2019...

Previous article

La Formula E in India? Non prima del 2019...

Su questo articolo

Serie Formula E
Autore Scott Mitchell
Tipo di articolo Ultime notizie