Le e.dams Renault guadagnano 4 secondi nei test!

La sessione suppletiva di prove del venerdì a Pechino ha visto il monopolio della coppia Prost-Buemi

Con una pista modificata significativamente, in quanto privata della prima chicane e con le rimanenti due varianti rese un po' più strette, la prova d'apertura del Campionato FIA di Formula E 2015-2016 ha comportato una sessione supplementare di collaudi.

I migliori tempi delle prove libere del venerdì funzionali all'ePrix di Pechino, che si disputerà sabato 24 ottobre, sono stati pressoché una “proprietà privata” della scuderia Renault e.dams, emanazione diretta nella serie “full electric” della Casa della Losanga.

Il leader è emerso nei panni di Nicolas Prost, che con il rilievo cronometrico di 1'37”291 ha abbassato il record della pista ricavato attorno allo Stadio Olimpico dei Giochi 2008 di ben quattro secondi e ha preceduto il 1'37”921 del compagno di squadra Sébastien Buemi.

Jean-Éric Vergne (DS Virgin Racing), Bruno Senna (Mahindra), detentore del record del tracciato dell'anno passato in forza dell'1'41”341 siglato nel secondo turno 2014, Nick Heidfeld (Venturi), Oliver Turvey (NextEV TCR), Jérôme D’Ambrosio (Dragon Racing), Lucas Di Grassi (ABT Schaeffler Audi Sport), Daniel Abt (ABT Schaeffler Audi Sport) e Sam Bird (DS Virgin Racing) hanno concluso la lista dei top ten.

La seduta in più di test, conclusasi alle 16:30, ha visto i concorrenti girare in condizioni di semioscurità per il sole molto basso sull'orizzonte, e fa presagire per domani una gara in condizioni di illuminazione, se non scarsa, sicuramente ridotta rispetto al solito e a quanto dovrebbe essere normale.

È stata una sessione difficile per il campione in carica della categoria Nelson Piquet jr: il brasiliano ha causato l'intervento della bandiera rossa, quando si è fermato in un “punto cieco” della pista pechinese. Con la monoposto della NextEV TCR bloccata in una zona delimitata da birilli sul circuito, in attesa di una riparazione, non c'è stata altra strada che sospendere le operazioni.

Non hanno preso parte alle prove le due monoposto del Team Trulli di Salvador Durán e Vitantonio Liuzzi, in seguito a un problema doganale che ha comportato il blocco del materiale e in particolare del powertrain Motomatica da parte delle autorità cinesi.

Campionato FIA di Formula E
Pechino (Cina), 23 ottobre 2015
Prove libere

1. Nicolas Prost (Renault e.dams) 1'37”291
2. Sébastien Buemi (Renault e.dams) 1'37”912
3. Jean-Éric Vergne (DS Virgin Racing) 1'39”405
4. Bruno Senna (Mahindra Racing) 1'39”670
5. Nick Heidfeld (Mahindra Racing) 1'39”909
6. Oliver Turvey (NextEV TCR) 1'40”148
7. Jérôme D’Ambrosio (Dragon Racing) 1'40”410
8. Lucas Di Grassi (ABT Schaeffler Audi Sport) 1'40”531
9. Daniel Abt (ABT Schaeffler Audi Sport) 1'40”852
10. Sam Bird (DS Virgin Racing) 1'41”146
11. Stéphane Sarrazin (Venturi) 1'41”378
12. Antonio Félix Da Costa (Team Aguri) 1'41”556
13. Nelson Piquet jr. (NextEV TCR) 1'41”938
14. Loïc Duval (Dragon Racing) 1'42”016
15. Robin Frijns (Amlin Andretti) 1'42”635
16. Simona De Silvestro (Amlin Andretti) 1'43”657
17. Nathanaël Berthon (Team Aguri) 1'45”561
18. Jacques Villeneuve (Venturi) 1'46”425

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Pechino
Circuito Streets of Beijing
Piloti Sébastien Buemi , Nicolas Prost
Articolo di tipo Prove libere