Montezemolo: "Ora teniamo i piedi per terra"

Il Presidente festeggia la vittoria di Silverstone, ma invita la Ferrari a mantenere la calma

Montezemolo:
Ci sono volute nove gare - più due della stagione scorsa, - per un totale di 259 giorni d’attesa prima di rivedere un pilota della Ferrari sul gradino più alto del podio di un Gran Premio di Formula 1 ma alla fine la vittoria è arrivata e, sopra la portineria di Via Ascari 55, all’ingresso degli stabilimenti della Gestione Sportiva, può finalmente sventolare a fianco del Tricolore la prima bandiera col Cavallino Rampante del 2011 Se poi il successo di Fernando Alonso ha coinciso proprio col sessantesimo anniversario della prima affermazione della Scuderia nella massima competizione automobilistica mondiale allora vale la pena concedersi una breve pausa per festeggiare insieme ed è quello che è accaduto ieri pomeriggio alla pista di Fiorano dove si sono ritrovati tutti gli uomini e le donne della Scuderia “Se siamo riusciti a vincere è merito vostro e di questo voglio ringraziarvi” – ha detto il Presidente Luca di Montezemolo – “Siete stati bravi e avete dimostrato, dal primo all’ultimo, di saper reagire alle difficoltà. Non vi siete persi d’animo e siete riusciti a migliorare in tutti i settori. Avete un capo come Stefano Domenicali che sta dimostrando di essere un leader e i complimenti che ho fatto a lui domenica subito dopo la gara erano per tutti voi. Ora però manteniamo i piedi per terra, come siamo abituati a fare noi che sappiamo cosa vuol dire vincere. Dobbiamo fare un ulteriore passo in avanti perché vogliamo vincere ancora quest’anno: per riuscirci, tutti dovrete cercare di fare del vostro meglio nel lavoro quotidiano, cercando di conquistare la vostra personale pole position”. “Vincere in Inghilterra, sulla pista di casa della stragrande maggioranza dei nostri avversari è qualcosa di speciale, tanto più se capita proprio quando ricorre un anniversario così significativo” – ha proseguito Montezemolo – “Credo che anche Pat Fry, al suo primo successo da quando ha assunto il ruolo di Direttore Autotelaio, sia riuscito a sentire la differenza che c’è fra vincere con un’altra squadra e farlo con la Ferrari”. Un applauso particolare è stato rivolto ai ragazzi che, ad ogni gara, sono protagonisti di un’operazione che mai come quest’anno è cruciale: il pit-stop. “Impegno, allenamento, attenzione ai dettagli: così si riesce a migliorare in un’attività come questa: a Silverstone siete stati perfetti, andate avanti così” – ha concluso il Presidente. Anche Stefano Domenicali ha voluto ringraziare i suoi uomini: “Abbiamo risalito la china grazie a voi ma sappiamo che c’è ancora tanta strada da fare. Era già un po’ di tempo che avevamo le carte in regola per vincere e ci siamo riusciti su una pista che non ci vedeva certo favoriti alla vigilia. Continuiamo così: siamo lontani dalla vetta ma magari se le cose vanno in un certo modo l’aria potrebbe cominciare a farsi più rarefatta…”. L’intensa giornata di Montezemolo a Maranello si è conclusa con la partecipazione all’Annuale Dealer Meeting, la convention che riunisce gli oltre duecento concessionari provenienti dai 58 Paesi in cui la Ferrari è presente.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag wtcc