Mercedes rinuncia alla MGU-H per convincere VW, ma...

Toto Wolff, prima della riunione dei Costruttori in programma adesso a Monza, ha fatto sapere che la Stella è disponibile a rinunciare alla MGU-H se si troverà l'accordo su tanti altri punti di compromesso. Il manager austriaco cala un asso prima del meeting che deve decidere come dovranno essere le power unit del 2026.

Mercedes rinuncia alla MGU-H per convincere VW, ma...

La riunione dei Costruttori di power unit è in corso a Monza: sono coinvolti i vertici delle Case proprio come a Silverstone per definire come dovranno essere i propulsori dal 2026. Il meeting è in corso ma c’è chi ha pensato bene di uscire allo scoperto per indicare quale sarà la strada che nel Circus si vuole percorrere.

Audi e Porsche (e pare Renault) erano favorevoli a una rivoluzione introducendo un motore endotermico a quattro cilindri per azzerare la supremazia Mercedes e ripartire tutti da zero.

La Stella, invece, era dell’idea che non si potesse mettere in discussione lo status quo, iniziando l’analisi da un sei cilindri turbo più il sistema ibrido fatto di MGU-K e MGU-H.

Si dice che la Ferrari si sarebbe inserita in una via di mezzo, seguendo la Mercedes sull’architettura del motore, concedendo magari l’eliminazione della MGU-H, l’elemento più costo che finora non ha avuto un’importante ricaduta sul prodotto di serie.

La volontà è di ridurre l’impatto del propulsore termico a favore di una maggiore portata della parte elettrica (500 cavalli dai 6 cilindri turbo e 300 kW dall’ibrido).

Toto Wolff, da gran politico, ha pensato di fare una dichiarazione prima del meeting dei “capi” per condizionare la riunione, aprendo la porta all’ingresso di nuovi Costruttori con la possibile rinuncia all’MGU-H…

"La MGU-H verrà abbandonata se riusciamo a trovare l'allineamento su molti altri aspetti - ha detto Wolff - . Penso che sia un compromesso di cui non posso aggiungere altro, ma in Mercedes siamo pronti a facilitare l'ingresso del Gruppo Volkswagen in F1”.

"Ma ci sono molti altri argomenti in cui è necessario trovare un compromesso. E, se non sarà possibile trovare un compromesso, toccherà a chi ha la governance elaborare una proposta del regolamento 2026".

La partita, dunque, è apertissima, perché sarà interessante capire in quale modo si possa recuperare 300 kW di energia elettrica senza l’MGU-H: magari si proporranno i due motori elettrici da montare sul treno anteriore da aggiungere all’MGU-K, ma potrebbero non bastare.

C’è chi parla di incrementare la capacità delle batterie, ma significherebbe aumentare ancora il peso minimo delle monoposto e sarebbe un non senso. A meno che non si voglia tornare al punto di partenza, riproponendo magari una MGU-H uguale per tutti con un prezzo bloccato…

condivisioni
commenti
GP d'Italia, griglia di partenza: Max in pole, ma occhio a McLaren

Articolo precedente

GP d'Italia, griglia di partenza: Max in pole, ma occhio a McLaren

Prossimo Articolo

GP Italia: Gasly monta un motore nuovo e parte dalla pit lane

GP Italia: Gasly monta un motore nuovo e parte dalla pit lane
Carica commenti
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021
Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia" Prime

Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia"

In questa nuova puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Federica Masolin, giornalista e presentatrice della Formula 1 di Sky Sport. Federica si racconta, ripercorrendo gli anni di una carriera in giro per il mondo, di una vita piena di passioni e viaggi. Da piccola, il suo desiderio era diventare una rockstar. Poi, l'amore per lo sport le ha fatto cambiare idea...

Formula 1
16 set 2021