Anche Renzi all'attacco: "Bernie giù le mani da Monza"

condivisioni
commenti
Anche Renzi all'attacco:
Di: Franco Nugnes
02 set 2015, 11:35

Per il Premier la "Formula 1 non sta in piedi solo per i soldi, ma anche per i simboli"

La vecchia banchina di Monza ripavimentata
Bernie Ecclestone
Andrea Dell'Orto, SIAS, Presidente del Circuito di Monza
Ivan Capelli
Conferenza stampa: l'evoluzione della sicurezza in Formula 1, con Mauro Forghieri, Angelo Sticchi Da

I politici dovrebbero tacere prima di tirare fuori i soldi. E avrebbero titolo di parlare soltanto dopo, quando il Gp d'Italia fosse stato salvato sul serio. Ma per ora, purtroppo, siamo solo alle parole. Agli inutili proclami. Dopo le sparate di ieri di Roberto Maroni, Governatore della Lombardia, ecco che arriva il turno di Matteo Renzi. Dall'opposizione alla maggioranza: ora l'arco Costituzionale è coperto!

Il presidente del Consiglio ha voluto far sapere il suo parere a Rtl 102.5:
"Giù le mani da Monza, glielo diremo a Ecclestone, la Formula 1 sta in piedi non solo per i soldi, ma anche per i simboli".

Il premier sarà domenica all'autodromo brianzolo prima di chiudere la Festa dell'Unità a Milano e avrà modo di incontrare Mister E nel paddock. Potrebbe essere l'occasione per dare una svolta alla trattativa, ma il dibattito di questi giorni ha preso davvero una piega molto strana, quasi ci potesse essere un potere di interdizione sulle scelte della FOM con la raccolta di firme.

Un errore grave che rischia solo di fare crescere il prezzo del rinnovo (il Gp del 2016 non è mai stato messo in discussione), mettendo in grave imbarazzo chi tratta, vale a dire Andrea Dell'Orto (SIAS), Ivan Capelli (AC Milano) e Angelo Sticchi Damiani (ACI Italia).

Ieri Roberto Maroni ha "sfidato" Bernie mediaticamente: "È inglese. Visto che l'Inghilterra chiede la sospensione di Schengen, facciamo che lui può venire qui solo se firma il contratto, altrimenti non lo faremo entrare".

Il Governatore della Lombardia poi ha aggiunto: "Siamo all'edizione numero 86. Il nostro obiettivo minimo è arrivare a cento. E sia chiaro che non siamo disponibili a dividere il Gp d'Italia con nessun altro. Questo è un tema che non esiste".

In realtà la questione si può risolvere solo mettendo mano al protafoglio: in ballo ci sono circa 15 milioni da aggiungere al fee che la FOM ha percepito finora. Chi ci metterà i soldi? E chi farà la prossima sparata prima di domenica?

Prossimo articolo Formula 1
Monza, la pista con la più bassa tortuosità della F.1

Articolo precedente

Monza, la pista con la più bassa tortuosità della F.1

Prossimo Articolo

Toro Rosso: Tatham rinforza il reparto progettazione

Toro Rosso: Tatham rinforza il reparto progettazione
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento Gran Premio d'Italia
Location Autodromo Nazionale Monza
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie