Bratches, a sorpresa, sta con Alonso: "Questa F1 è troppo prevedibile. Dobbiamo cambiarla"

condivisioni
commenti
Bratches, a sorpresa, sta con Alonso:
Adam Cooper
Di: Adam Cooper
21 ago 2018, 17:07

Il direttore commerciale della F1 dà ragione alle affermazioni di Alonso e dice: "Abbiamo un piano per cambiare la situazione. Guardate la Premier League. Le ultime tre della classifica possono battere le prime 6. Succede per il 29% dei casi dal 2014".

Fernando Alonso lascerà la Formula 1 al termine della stagione corrente per cercare di vincere la tanto ambita Tripla Corona. Nel comunicare il suo addio, il 2 volte iridato di F1 ha affermato che una delle motivazioni che lo ha spinto a fare questa scelta è l'impossibilità di vedere altri team vincere oltre a Ferrari, Mercedes e Red Bull.

Questa affermazione ha lasciato interdetto più di un addetto ai lavori, perché, ricordiamo, Fernando sta correndo non solo in F1, ma anche nel WEC con Toyota, unica e vera candidata alla vittoria finale dei titoli e con la 24 Ore di Le Mans 2018 già in cassaforte da qualche settimana.

Un vero controsenso attaccare la Formula 1, ma nelle ultime ore è arrivato un assist inatteso alle parole di Alonso da parte di Sean Bratches, direttore commerciale della Formula 1.

"Se fossi stato il suo addetto stampa lo avrei avvisato di utilizzare parole differenti in queste ultime settimane, poi lo avrei fatto parlare. Ma penso che ci sia l'opportunità di rendere meno prevedibili le gare di F1 e credo che sia molto importante fare in modo che tutto questo possa succedere. Se guardiamo la stagione 2015 abbiamo avuto solo 3 team in grado di vincere i GP, dunque quello è molto prevedibile".

Bratches ha poi comparato la Formula 1 al calcio, sport in cui le squadre meno blasonate possono sempre dire la propria e magari battere quelle di alta classifica.

"Se prendiamo in considerazione la Premier League di calcio. Sin dalla stagione 2014/2015 le ultime tre squadre della classifica sono riuscite a battere le prime 6 nel 29% dei casi".

"Dunque se sei un tifoso del Cardiff, per esempio, a meno che tu non sia un pazzo non potresti mai pensare di poter andare a vincere la Premier League - a meno che tu non sia un tifoso del Leicester - ma quando la tua squadra gioca con il Chelsea o con il Manchester City sai che puoi vincere la partita. E a volte questo avviene".

"Questo invece non avviene in Formula 1. Credo che Alonso abbia ragione e noi abbiamo un piano per fare in modo che l'attuale situazione possa cambiare. Vorrei che Alonso fosse ancora nel mondo delle corse per i prossimi 10 anni, così da essere parte di questo cambiamento".

"E' stato un ambasciatore fenomenale per la F1, una sorta di eroe, una leggenda, e spero che Fernando rimanga legato alla Formula 1 anche nei prossimi anni".

Alonso pochi giorni fa ha invece annunciato che abbandonerà la F1 e Bratches non ha nascosto la sua delusione. "Sono rimasto deluso dal punto di vista commerciale. Fernando è in F1 da tanto tempo e ha quasi sempre occupato le posizioni di vertice".

"Rispetto la sua decisione di fare un passo avanti, di fare un cambiamento nella sua carriera, e spero che più avanti possa essere un ambasciatore della F1 del futuro".

Prossimo articolo Formula 1
Force India: l'azienda russa Uralkali mette in discussione il processo di vendita del team!

Articolo precedente

Force India: l'azienda russa Uralkali mette in discussione il processo di vendita del team!

Prossimo Articolo

Ferrari: il pulsante segreto e il ghiaccio secco in pre griglia fanno discutere di nuovo

Ferrari: il pulsante segreto e il ghiaccio secco in pre griglia fanno discutere di nuovo
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Belgio
Autore Adam Cooper
Tipo di articolo Ultime notizie