Italia quarta alla Sei Giorni di Enduro, Junior sul podio

condivisioni
commenti
Italia quarta alla Sei Giorni di Enduro, Junior sul podio
Redazione
Di: Redazione , Redazione/Redakteure/Editeurs
13 set 2015, 08:03

Si chiude con un bilancio positivo per gli Azzurri l'edizione 2015 che ha visto il successo della Francia

Si è conclusa ieri la Sei Giorni di Enduro 2015. Al termine della tradizionale prova di Motocross che chiude ogni anno la FIM ISDE, la Francia è stata premiata con la medaglia d’oro della vincitrice davanti ad Australia e Spagna. Durante la premiazione finale e dopo quanto successo nei giorni scorsi, gli Aussies hanno occupato per qualche istante il gradino più alto del podio per poi scendere dal palco della cerimonia al momento dell’inno transalpino.

WORLD TROPHY
Dal canto suo, la Maglia Azzurra oggi è stata grande protagonista: Davide Guarneri è stato il più veloce in assoluto, compiendo i 7 giri della sua manche di gara in 13’10’’04 e chiudendo l'ISDE in 10° posizone nella E3. Molto bravo anche Manuel Monni, secondo dietro al pilota lombardo nell’ultima heat di giornata e 7° nella E3 della Six Days. Balletti ha terminato la Sei Giorni in terza posizione nella stessa classe, Matteo Bresolin in 9° nella E1, Jonathan Manzi e Nicolò Mori rispettivamente in 11° e 12° nella E2. Piazzamenti molto interessanti che fanno ben sperare per il futuro vista la giovane età di diversi piloti azzurri. La classifica finale della 90° Sei Giorni ha visto vincere la Francia - con un tempo totale di 21h08’30’’76 – davanti ad Australia (+1’00’’38), Spagna (+10’26’’76), Italia (+13’34’’41) e Gran Bretagna (+22’43’’38).

JUNIOR TROPHY
Dopo una ottima Sei Giorni, oggi i ragazzi della Maglia Azzurra Junior hanno difeso il terzo posto conquistato venerdì. Non era necessario spingere per garantirsi il podio, quindi i giovani italiani hanno guidato con attenzione e raggiunto l’obiettivo finale. Nicolò Bruschi, Michele Marchelli, Matteo Pavoni e Mirko Spandre sono saliti sul podio dietro all’Australia (12h56’33’’09 il tempo totale) e alla Svezia (+15’26’’84). L’Italia ha chiuso la FIM ISDE con un ritardo di 26’44’’08.

MOTO CLUB
Grande prova di Lorenzo Macoritto, che ieri ha fatto siglare il miglior tempo della C1 (13'44''47). Bravi anche Ivan Coniglio e Andrea Verona, rispettivamente 12° e 18° nella stessa categoria. Il Moto Club Italia ha concluso la Sei Giorni al 24° posto nella classifica dedicata ai club. Dopo il primo giorno in testa alla graduatoria e un day 2 positivo, il ritiro di Coniglio a metà ISDE e alcuni problemi riscontrati da Macoritto non hanno consentito ai nostri ragazzi di lottare per le posizioni di vertice. Ognuno di loro però ha acquisito molta esperienza e dimostrato essere veloce.

"Sono contento di come si è conclusa questa Sei Giorni – ha dichiarato il Commissario Tecnico FMI, Cristian Rossi -. I piloti hanno corso sempre molto bene, hanno affrontato le difficoltà con il giusto spirito e per di più in questa ultima giornata abbiamo visto l’Italia protagonista. Ognuno ha dato il massimo anche oggi dopo cinque giorni di massimo impegno. Un grande plauso va alla Maglia Azzurra Junior per il podio ottenuto: un risultato più che meritato. Il Moto Club Italia? Era composto da ragazzi giovanissimi che hanno fatto sì esperienza, ma hanno anche ottenuto piazzamenti di tutto rispetto".

La Sei Giorni di Enduro andrà di nuovo in scena dall’11 al 16 ottobre 2016 al Circuito di Navarra, in Spagna. Prossimo appuntamento con la Maglia Azzurra, invece, sabato 19 e domenica 20 settembre per il Trial delle Nazioni a Tarragona (Spagna).

Prossimo articolo Enduro

Su questo articolo

Serie Enduro
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie