Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
WRC
03 ott
-
06 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
G
Losail
24 ott
-
26 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso

Hockenheim, Libere 2: Wittmann fa il vuoto, paura per Di Resta

condivisioni
commenti
Hockenheim, Libere 2: Wittmann fa il vuoto, paura per Di Resta
Di:
4 ott 2019, 15:50

Stavolta la pista è asciutta, ma la BMW è sempre davanti con il ragazzo del Team RMG che batte Rast e Glock. Green e Müller in Top5 davanti a Rockenfeller ed Eng. Brividi per lo scozzese per un problema allo sterzo, le auto del Super GT in difficoltà con le gomme.

BMW al comando anche nelle Prove Libere 2 del DTM ad Hockenheim, questa volta con un Marco Wittmann imprendibile per tutti al volante della sua M4.

Il portacolori del Team RMG ha letteralmente fatto il vuoto con pista asciutta dopo l'acquazzone di stamattina e ha fermato il cronometro sull'1'29"881 che gli ha permesso di staccare per ben 0"608 l'Audi RS 5 del neo Campione René Rast (Team Rosberg).

Si conferma in forma anche Timo Glock, autore del miglior tempo nelle Libere 1 e ora terzo con la BMW M4 del Team RMR davanti alle Audi RS 5 di Jamie Green (Team Rosberg), Nico Müller (Team Abt Sportsline) e Mike Rockenfeller (Team Phoenix), che però accusano un ritardo di 1" dalla vetta.

Primi giri per Pietro Fittipaldi con l'Audi RS 5 del Team WRT dopo aver saltato la prima sessione di prove, con il brasiliano che chiude ottavo tenendosi alle spalle la BMW M4 di Bruno Spengler (Team RBM) e l'Audi RS 5 di Loïc Duval (Team Phoenix), il quale va a completare la Top10 seguito da quella del Team Abt Sportsline condotta da Robin Frijns.

La sessione è stata rallentata per alcuni minuti dalla Slow Zone posta all'ultima curva, dove è piombato a muro un Paul Di Resta incappato nell'ennesimo e gravissimo problema per una Aston Martin Vantage della R-Motorsport. Lo scozzese, che stava spingendo per la tornata veloce, è praticamente rimasto con il volante in mano a causa di un guasto al piantone dello sterzo. Un'altra pessima figura per le vetture della R-Motorsport/HWA, che da inizio anno non solo sono lentissime rispetto a tutti, ma riportano guai di una pericolosità inaccettabile arrivati all'ultima gara del campionato.

 

Con le macchine del team svizzero, Daniel Juncadella e Ferdinand Von Habsburg ottengono il 12° e 13° crono, mentre Di Resta è 19° davanti a Jake Dennis.

Capitolo a parte bisogna aprirlo per le vetture "ospiti" del Super GT giapponese. Dopo i distacchi abissali delle FP1 bagnate, le cose non sono migliorate più di tanto per Honda, Nissan e Lexus, alle prese con una difficoltosa gestione delle gomme Hankook e prive dei sistemi 'push-to-pass' e DRS che invece montano i loro avversari del campionato turismo tedesco.

Jenson Button termina 15° al volante della Honda NSX-GT del Team Kunimitsu accusando 2"1 di margine dal leader. Ryō Hirakawa ha invece preso il posto di Nick Cassidy sulla Lexus LC500 del Team TOM's terminando 17° (+2"4) e Ronnie Quintarelli ha sostituito Tsugio Matsuda sulla Nissan GT-R GT500 ritrovandosi addirittura ultimo a 3"6.

Al di là del fatto che comunque il trio di auto giapponesi non rientreranno a punti, restano perplessità per i loro conducenti sull'effettiva buona riuscita del weekend.

"Sarà difficile, oggi piove, mentre ieri avevamo provato sull'asciutto e i tempi non erano male, in linea con quelli della qualifica andata in scena qui ad inizio anno - ha commentato Button - Non so però i miglioramenti del tracciato nell'arco del weekend come saranno, ci siamo concentrati molto sul far lavorare bene le gomme, ma non credo che nessuno di noi ci sia ancora riuscito. Non siamo sicuramente più veloci delle DTM. Le nostre auto, a vista d'occhio, sono tecnicamente più avanzate in termini di aerodinamica di quello che è a loro concesso. Credo che purtroppo l'inesperienza sullo sfruttamento delle gomme superi i benefici che abbiamo come carico aerodinamico, il che porterà comunque ad avere gare belle. Ieri non penso che saremmo potuti essere più veloci delle DTM, oggi magari si poteva recuperare, ma il meteo non ha aiutato".

Il vero problema restano quindi le Hankook, almeno secondo l'inglese.

"E' molto complicato perché vorremmo andare al massimo, ma non conosciamo queste gomme, quindi sono stato prudente nei primi giri sul bagnato per averne un'idea, anche se i tempi così sembrano molto più alti per noi. In Giappone se piove andiamo 8-10 secondi più piano, qui siamo 20" oltre ed è una bella differenza in termini di aderenza meccanica. C'è molto da lavorare".

Poco contento anche Cassidy, che fra l'altro era andato a sbattere nel suo turno di guida durante le Libere 1.

"Credo che il vantaggio delle DTM sia immenso e quindi ritengo che qualcuno debba darci una mano - dice il neozelandese - Sinceramente non lo so, fossimo stati nelle stesse condizioni allora ce la si poteva giocare, ma con il bagnato diventa difficile giudicare le prestazioni. E' una situazione molto dura e lo scopriremo solo correndo in gara".

Cla # Pilota Auto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 11 Germany Marco Wittmann BMW M4 Turbo DTM 16 1'29.881     183.202
2 33 Germany René Rast Audi RS 5 Turbo DTM 18 1'30.489 0.608 0.608 181.971
3 16 Germany Timo Glock BMW M4 Turbo DTM 16 1'30.583 0.702 0.094 181.782
4 53 United Kingdom Jamie Green Audi RS 5 Turbo DTM 17 1'30.656 0.775 0.073 181.636
5 51 Switzerland Nico Müller Audi RS 5 Turbo DTM 16 1'30.916 1.035 0.260 181.116
6 99 Germany Mike Rockenfeller Audi RS 5 Turbo DTM 18 1'30.962 1.081 0.046 181.025
7 25 Austria Philipp Eng BMW M4 Turbo DTM 16 1'31.026 1.145 0.064 180.897
8 21 Brazil Pietro Fittipaldi Audi RS 5 Turbo DTM 16 1'31.113 1.232 0.087 180.725
9 7 Canada Bruno Spengler BMW M4 Turbo DTM 16 1'31.151 1.270 0.038 180.649
10 28 France Loïc Duval Audi RS 5 Turbo DTM 17 1'31.253 1.372 0.102 180.447
11 4 Netherlands Robin Frijns Audi RS 5 Turbo DTM 15 1'31.689 1.808 0.436 179.589
12 23 Spain Daniel Juncadella Aston Martin Vantage DTM 13 1'31.855 1.974 0.166 179.265
13 62 Austria Ferdinand Habsburg-Lothringen Aston Martin Vantage DTM 15 1'31.950 2.069 0.095 179.079
14 47 Sweden Joel Eriksson BMW M4 Turbo DTM 15 1'31.960 2.079 0.010 179.060
15 1 United Kingdom Jenson Button Honda NSX-GT 16 1'31.986 2.105 0.026 179.009
16 27 South Africa Jonathan Aberdein Audi RS 5 Turbo DTM 15 1'32.291 2.410 0.305 178.418
17 37 New Zealand Nick Cassidy Lexus LC500 15 1'32.339 2.458 0.048 178.325
18 31 South Africa Sheldon Van Der Linde BMW M4 Turbo DTM 16 1'32.531 2.650 0.192 177.955
19 3 United Kingdom Paul di Resta Aston Martin Vantage DTM 6 1'32.541 2.660 0.010 177.936
20 76 United Kingdom Jake Dennis Aston Martin Vantage DTM 15 1'33.301 3.420 0.760 176.486
21 35 Japan Tsugio Matsuda Nissan/ R35 16 1'33.527 3.646 0.226 176.060
Prossimo Articolo
Hockenheim, Libere 1: Glock la spunta sul bagnato

Articolo precedente

Hockenheim, Libere 1: Glock la spunta sul bagnato

Prossimo Articolo

DTM, Hockenheim: Rast artiglia la pole di Gara 1 sul bagnato

DTM, Hockenheim: Rast artiglia la pole di Gara 1 sul bagnato
Carica commenti