Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
50 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
57 giorni
MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
Prossimo evento tra
43 giorni
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
57 giorni
WRC
13 feb
-
16 feb
Prossimo evento tra
22 giorni
WSBK
G
Phillip Island
28 feb
-
01 mar
Prossimo evento tra
37 giorni
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
51 giorni
Formula E
17 gen
-
18 gen
Evento concluso
14 feb
-
15 feb
Prossimo evento tra
23 giorni
WEC
12 dic
-
14 dic
Evento concluso
22 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
31 giorni
Dakar: al seguito della gara in macchina con la Toyota HDJ100
Topic

Dakar: al seguito della gara in macchina con la Toyota HDJ100

Dakar, in viaggio con Toyota: la sveglia è presto anche senza trasferimento

condivisioni
commenti
Dakar, in viaggio con Toyota: la sveglia è presto anche senza trasferimento
Di:
9 gen 2018, 22:57

La quarta tappa era ad anello, ma ne abbiamo approfittato per andare un po' nella "polvere" a vedere i piloti al CP1 e fare benzina alla nostra HDJ100. Domani il trasferimento verso Arequipa sarà lungo, quindi ora a letto presto!

Toyota HDJ100 di motorsport.com al rifornimento
Strada della quarta tappa vista dal Toyota HDJ100 di motorsport.com
Renault Duster durante il trasferimento
Joan Barreda, Honda #6
Azione di gara
Uno spaccio lungo il percorso

Stare fermi al bivacco non rientra nelle nostre abitudini. Così come magari restare a dormire un po' di più, chiusi nel proprio sacco a pelo sulla brandina. Così stamattina al bivacco di San Juan de Marcona ci siamo svegliati alle 4,45 per cominciare a prepararci per la partenza delle moto che avveniva intorno alle 5,35. Quattro chiacchiere al bivacco con i piloti che si preparavano alla partenza, una colazione veloce al tendone ristorazione della Dakar, qualche scambio con i meccanici che intanto scaldavano i motori.

Tappa ad anello oggi e quindi niente trasferimenti per noi e per i camion assistenza. Una volta partiti tutti i piloti moto e quad via di corsa nelle docce, che alla mattina non sono frequentate come alla sera e quindi non si trova coda, ma hanno il solo fattore negativo di avere l'acqua gelata, perchè se durante il giorno il sole batte sulle cisterne e in qualche modo riscalda il tutto, la mattina, dopo una nottata ventosa e freschina, l'acqua è davvero freddissima.

Ma questo aiuta indubbiamente a svegliarsi e così alle sei eravamo già in macchina, con la luce del giorno, pronti a percorrere una ottantina di chilometri e raggiungere così il CP1. Si chiamano così i controlli di passaggio in cui i piloti si devono obbligatoriamente fermare per timbrare la propria tabella dei tempi e noi siamo andati per scattare un po' di foto e vedere anche come se la cavavano i nostri piloti italiani.

Un paio di orette sulla sabbia in mezzo alla polvere e alla fine il rientro al bivacco sulla strada che domani mattina in parte ripercorreremo per andare ad Arequipa, ultima sede di tappa per la Dakar 2018 in Perù.

Arrivati a San Juan de Marcona invece di andare direttamente a lavorare al bivacco abbiamo fatto un salto in centro città... Città per modo di dire, perchè si tratta di un piccolo paese di mare che non vanta certo palazzi o strade eleganti. Semplicemente siamo andati a cercare un distributore di benzina per fare il pieno e essere pronti a partire, domani.

Il trasferimento della quinta tappa infatti, verso Arequipa, sarà importante, ben 566 chilometri su una strada complicata e soprattutto piena di traffico. L'organizzazione della Dakar stima un tempo di sette ore per percorrerla e per questo di sicuro ci metteremo in marcia intorno alle 5 di mattina. Stasera a letto presto!

Prossimo Articolo
Dakar, Amos strepitoso quinto: "Risultato costruito alla partenza"

Articolo precedente

Dakar, Amos strepitoso quinto: "Risultato costruito alla partenza"

Prossimo Articolo

Dakar, Camion, Tappa 4: Nikolaev svetta sul Kamaz, Villagra perde mezz'ora

Dakar, Camion, Tappa 4: Nikolaev svetta sul Kamaz, Villagra perde mezz'ora
Carica commenti