Costenaro e Bardini su Skoda Fabia R5 vincono il 10° Liburna Terra

condivisioni
commenti
Costenaro e Bardini su Skoda Fabia R5 vincono il 10° Liburna Terra
Redazione
Di: Redazione
21 apr 2018, 17:13

Dopo l'esordio della seconda stagione per la massima serie nazionale su terra, la classifica vede in testa il driver vicentino davanti alle altre due Fabia R5 di Alessandro Taddei e Daniele Ceccoli.

Giacomo Costenaro e Justin Bardini strappano il successo nel 10° Liburna Terra, gara d’esordio del Campionato Italiano Rally Terra 2018. Il pilota vicentino è riuscito a togliersi così la soddisfazione del primo successo nella gara toscana organizzata dalla Scuderia Livorno Rally. Una prestazione di assoluto livello quella dell’equipaggio Costenaro-Bardini, che hanno portato la Skoda Fabia R5 della Hawk Racing Club alla guida della classifica generale aumentando il ritmo nella seconda parte di giornata.

Gli strappi decisivi del driver di Marostica sono arrivati con le ripetizioni della prova lunga “Ulignano”. Sui classici tornanti volterrani infatti, Costenaro è riuscito ad imporsi, aggiudicandosi la terza e la quinta prova speciale del Liburna e maturando il distacco decisivo per la vittoria finale.

Alle sue spalle è stato costretto ad accontentarsi della seconda posizione il tre volte vincitore del Liburna Alessandro Taddei, navigato da Andrea Gaspari sulla Skoda Fabia R5 della Car Racing. Il trentino è riuscito a centrare la seconda posizione grazie alla grande prestazione offerta nell’ultima prova speciale, piazzando lo scratch decisivo per affiancarsi alla vetta.

Completa il podio nella splendida cornice di Piazza dei Priori a Volterra l’equipaggio composto da Daniele Ceccoli e Piercarlo Capolongo. Un risultato amaro per il sanmarinese sulla Skoda Fabia della Scuderia San Marino, che aveva iniziato al meglio la gara, piazzandosi al comando dopo due prove, prima di cedere il passo alla vittoria di Costenaro e allo sprint finale di Taddei, che lo precederà alla fine soltanto per due decimi di secondo.

Quarto posto per un altro pilota trentino Alessandro Bettega, con Simone Scattolin a bordo della Skoda Fabia R5 firmata Pintarally. Bettega ha patito qualche affanno iniziale riuscendo però a riscattarsi nella seconda fase della gara, quando è riuscito ad aggiudicarsi il quarto tratto cronometrato. Chiude alla quinta posizione assoluta il padovano Nicolò Marchioro, con alla destra Marco Marchetti su Ford Fiesta R5 della MRC Sport, che riesce a colmare il gap iniziale durante le ultime ripetizioni delle prove.

Sesta posizione per Edoardo Bresolin e Rudy Pollet sulla Peugeot 208 R5 della Hawk Racing Club, che aveva iniziato al meglio la giornata di prove piazzando il primo scratch sulla prova lunga “Ulignano”. Al settimo posto si piazza l’esperto pilota di Monselice Giovanni Manfrinato, con Claudio Condotta sulla Skoda Fabia R5 del Team Autoservice Sport. Ottava posizione per l’elvetico vincitore dell’ottava edizione del Liburna Federico Della Casa, con Domenico Pozzi su Skoda Fabia R5, che perde quota in classifica durante la prova speciale conclusiva.

Ha un significato particolare il nono posto assoluto nel Liburna Terra per Luciano Cobbe e Fabio Turco, che sono riusciti a piazzare la loro Skoda Fabia della Meteco Corse in vetta alla speciale classifica del Challenge Race Day Rally Terra. Un piazzamento che vale per il pilota di Rovereto la vittoria nella decima edizione, la seconda consecutiva nella competizione.

Un Liburna Terra che si è rivelato indigesto per lo sfortunato Francesco Fanari, costretto al ritiro durante la quarta prova speciale. Il perugino, affiancato da Silvio Stefanelli, ha concluso anticipatamente la sua gara per un problema ai freni che lo ha messo fuori dai giochi a due prove dal termine. Stessa sorte per Tullio Versace e Cristina Caldart, sulla Skoda Fabia R5 della Movisport, costretti a ritirarsi dopo il secondo passaggio sulla “Serraspina”.

Classifica Assoluta 10° Liburna Terra:

1. Costenaro-Bardini (Skoda Fabia R5) in 35’53.6; 2. Taddei-Gaspari (Skoda Fabia R5) a + 3.1; 3. Ceccoli-Capolongo (Skoda Fabia R5) a +3.3; 4. Bettega-Scattolin (Skoda Fabia R5) a +6.1; 5. Marchioro-Marchetti (Ford Fiesta R5) a +34.6; 6. Bresolin-Pollet (Peugeot 208 R5) a +37.4; 7. Manfrinato-Condotta (Skoda Fabia R5) a +42.1; 8. Della Casa-Pozzi (Skoda Fabia R5) a +1’02.1; 9. Cobbe-Turco (Skoda Fabia R5) a +1’10.0; 10. Nerobutto-Menegazzo (Peugeot 208 R2B) a +2’55.1.

 

Prossimo articolo CIRT
Il 10° Liburna Terra apre il Campionato Italiano Rally Terra 2018

Articolo precedente

Il 10° Liburna Terra apre il Campionato Italiano Rally Terra 2018

Prossimo Articolo

Costenaro e Bardin vincono il Rally dei Nuraghi e Vermentino

Costenaro e Bardin vincono il Rally dei Nuraghi e Vermentino
Carica commenti

Su questo articolo

Serie CIRT
Evento Liburna Terra
Sotto-evento Gara
Autore Redazione
Tipo di articolo Gara