NASCAR Whelen: Ercoli premiato a Charlotte

NASCAR Whelen: Ercoli premiato a Charlotte

Mentre il campione della ELITE 2 ritirava il premio, ad Adria la Double T by Nocentini provava diversi piloti

Nei giorni scorsi il team Double T by MRT Nocentini ha voluto omaggiare la sua superba stagione d'esordio nella NASCAR Whelen Euro Series all’Adria International Raceway, organizzando presso il tracciato veneto una serata di gala un per festeggiare il titolo conquistato da Gianmarco Ercoli nella Divisione ELITE 2 e una due giorni di test per cominciare la preparazione alle stagione 2016 nel migliore dei modi. Nella giornata di sabato, inoltre, Gianmarco Ercoli è stato premiato al Charlotte Convention Center / NASCAR Hall of Fame, negli Stati Uniti, dai massimi dirigenti della major americana per il suo titolo 2015.

Tanti i piloti che hanno potuto saggiare in pista i 400 cavalli della Chevrolet SS campione 2015 sul tracciato di Adria, che il prossimo anno sarà teatro delle Semi Finali della NASCAR Whelen Euro Series. Dopo un primo shake down con Gianmarco Ercoli, tornato al volante dopo il trionfale weekend di Zolder, hanno macinato numerosi giri di pista l'esperto Dario Caso, i giovani kartisti Riccardo Geltrude e Gabiele Bensi, il campione del mondo prototipi Angelo Lancelotti, Mauro Pizzola, pilota leader nel Gruppo A della Mitjet Italian Series 2015, e Gian Maria Gabbiani, campione del mondo Offshore Powerboat. Sul sedile della Chevrolet della Double T hanno preso posto anche Andrea Aghini, che ha colto l'occasione per incontrare di nuovo quel Mauro Nocentini, oggi preparatore delle NASCAR Double T e ieri delle Lancia del Jolly Club con cui il pilota toscano dominava la scena rallystica di inizio anni '90. Anche il patron della PCR Cesare Speranza e Franco Ercoli, presidente della Double T by MRT Nocentini, hanno voluto provare l'ebbrezza di qualche giro in pista con le vetture della NASCAR Whelen Euro Series.

"L'Euro NASCAR è molto diversa dalle vetture con cui ho corso fino ad ora. - ha commentato a caldo Dario Caso, protagonista da anni nel mondo GT - La macchina a prima vista è 'old school', ma questo poi si traduce in divertimento alla guida e spettacolo per il pubblico perchè si muove tanto. E, cosa non da poco, sembra davvero molto sicura. Credo che in bagarre ci si possa divertire molto". Il pilota di Campobasso è rimasto molto colpito dalla serie europea NASCAR. "La categoria mi piace molto e credo sia ideale anche per gli sponsor. C'è sempre tanta gente in pista e ho visto che gli eventi sono molto ben organizzati. Sicuramente, per essere competitivi, avrò bisogno di altri test, in modo da capire al meglio la vettura e cucirmela addosso. Nel panorama europeo, credo che sia il campionato più allettante. Mi piacerebbe poter essere al via della stagione 2016. Con Double T mi sono trovato molto bene e voglio assolutamente ringraziarli per l'opportunità che mi hanno concesso. Ho trovato la squadra molto professionale e preparata".

Giovanissimo e proveniente dal karting, con alle spalle due anni di esperienza nella Legends Cars Cup in Francia, Riccardo Geltrude si è subito trovato a suo agio con i 400 cavalli del bolide americano. "E' la mia prima esperienza su una vettura così prestazionale. Mi è sembrata molto performante e alla guida è molto più leggera e maneggevole di quello che sembra quando la guardi. Ci sono tanti cavalli e la tenuta è impressionante. Per un ragazzo che vuole imparare è un'ottima vettura. Va sicuramente capita per tirare fuori il massimo e dopo qualche giro, quando ho cominciato a prendere le misure, ho iniziato a divertirmi davvero!". Dopo il successo di Ercoli, Geltrude vuole ripercorrere la strada del Campione Euro NASCAR 2015: "Per chi, come me ha fatto tanto kart, il salto su questo tipo di vetture è meno traumatico, è come se fosse la logica evoluzione. Con le dovute differenze, questa NASCAR è una sorta di grande kart. E' probabilmente più semplice il passaggio su questo tipo di macchina che su una GT. Nel 2016 mi piacerebbe corre nella NASCAR Whelen Euro Series e proprio per questo ho già in programma altri test già a gennaio. Per un ragazzo giovane, l'Euro NASCAR è un ottimo trampolino di lancio per il professionismo, soprattutto per chi ha sempre avuto fin da piccolo il sogno di correre negli Stati Uniti. E lì la NASCAR è il top". Il giovane pilota di Prato si è subito trovato a suo agio con i ragazzi della Double T: "Ho conosciuto il team per la prima volta al test, mi sono sembrati molto capaci e preparati. Hanno molta esperienza e si vede. Mi hanno aiutato tantissimo nel mio primo approccio, mi hanno subito fatto sentire a casa. Mi piacerebbe correre con loro nel 2016".

Per Andrea Aghini, campione italiano rally ed ex-pilota del mondiale WRC, si è trattato anche di un ritorno ai migliori anni della giovinezza, quando con le vetture preparate dalla MRT by Nocentini era uno dei migliori attori del traverso. "Mi sono divertito tantissimo! Ho passato una gran bella giornata e ho anche avuto l'opportunità di incontrare di nuovo Mauro Nocentini. Erano quatto anni che non mettevo il casco in testa. Pista nuova e vettura tutta da scoprire, ma mi sono divertito come un bambino. Se non mi avessero messo il cartello 'In', avrei girato a oltranza! La vettura va interpretata, è un po' particolare, sicuramente diversa da quelle a cui sono stato abituato io, ma mi ha divertito tanto. Sarò un rallysta, ma ogni curva era un traverso e il tempo sul giro non era affatto male! Se ci fosse l'opportunità di fare una gara, mi piacerebbe davvero tanto." ha detto il pilota toscano, che poi ha aggiunto: "Ho voluto provare l'auto anche e soprattutto per rivedere Mauro. Per me stare con lui è come tornare ragazzo, l'ambiente è rimasto intatto: ho trovato una squadra solare e davvero preparata".

Nella serata di sabato 4 dicembre l'intero team, gli sponsor e i piloti hanno partecipato poi alla cena di gala organizzata all'Adria International Raceway per ringraziare tutti i presenti per gli incredibili risultati raggiunti in questo 2015, che ha portato alla squadra di Onofrio Veneziani e Frano Ercoli quattro vittorie assolute, molti podi e il titolo per Gianmarco Ercoli. Il pilota romano, inoltre, è stato premiato sabato 12 dicembre come campione ELITE 2 della NASCAR Whelen Euro Series a Charlotte dai massimi dirigenti della NASCAR americana e, come premio per la vittoria in campionato, disputerà anche una gara negli Stati Uniti nel corso del 2016.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Altre Turismo
Articolo di tipo Ultime notizie