Il WTCR cambia format e torna a due gare e una qualifica

Per ridurre i costi e attirare nuovi concorrenti, il promoter Eurosport Events ha voluto attuare un piano pensato per il 2021.

Il WTCR cambia format e torna a due gare e una qualifica

Passo indietro per il FIA WTCR, ma per provare a farne due in avanti in vista della stagione 2020 e del futuro della serie. Il promoter Eurosport Events, assieme a FIA e la WSC Ltd di Marcello Lotti (detentore del concetto TCR) ha attuato un piano strategico per ridurre i costi della massima serie turismo, che erano partiti già piuttosto alti nel 2018, per poi arrivare a livelli ancor più difficili da sostenere nel 2019.

Lo avevamo detto nella analisi di 10 giorni fa, e chissà che qualcuno ai piani alti non l'abbia anche letta. Bisognava necessariamente tornare al format che nei weekend di gara garantiva attività in pista e spettacolo, ma senza esagerare e snaturare la serie.

Nel 2020 non ci saranno più le due qualifiche e le tre gare per evento, ma solo una sessione cronometrata (divisa in tre manche, mantenendo la Q3 con i giri singoli per la caccia alla pole position) che definirà le griglie di Gara 1 (parzialmente invertita) e Gara 2. Il secondo round sarà più lungo di 3 giri rispetto al primo, tranne che per l'appuntamento del Nürburgring Nordschleife, dove si manterrà la doppia corsa di tre tornate.

Inoltre le attività in pista si svolgeranno in due giorni e non più su tre, con due sessioni di Prove Libere e Qualifica al sabato, mentre le gare si disputeranno di domenica.

Per ridurre i costi viene anche limitato il personale presente ai box. Ogni team potrà schierare due auto, sulle quali opereranno in 12, ma solo a 10 verrà consegnata la fascetta da apporre al braccio che consente di lavorare in pit-lane nelle fasi concitate. Nel caso in cui le vetture siano tre, allora i meccanici per box aumenteranno a 18.

Infine le gomme Goodyear nuove saranno 18 dal primo evento e 12 dal secondo in poi.

François Ribeiro, promoter del WTCR per Eurosport Events, ha voluto sottolineare che tutte queste modifiche si sono rese necessarie con anticipo di un anno rispetto ai piani.

“Abbiamo agito per salvare il WTCR e tenerlo un campionato top per addetti ai lavori, fan e media, cercando di renderlo più accessibile e attraente per nuovi team privati che vogliono competere ad alto livello con le loro TCR - ha detto il manager francese - I budget insostenibili raggiunti e l'impatto del coronavirus sull'economia mondiale hanno reso necessaria l'introduzione di misure per ridurre i costi e cambiare il format, d'accordo con FIA e team. E' stato tutto una necessità, non propriamente bella da attuare, ma da fare essendo responsabili del pacchetto. Eurosport Events, come promoter, non ridurrà la copertura del prodotto dando modo ai fan di seguirlo, e a sponsor e team di avere visibilità".

Con queste modifiche, le iscrizioni - che inizialmente dovevano essere state chiuse il 31 gennaio - subiscono un posticipo fino al 6 marzo, giorno in cui il Consiglio Mondiale FIA approverà tutti i cambiamenti e la entry list ufficiale, nella quale ora l'unica sicurezza è data dalla presenza delle quattro Honda.

I team armati di Hyundai, come già spiegato dal suo direttore Andrea Adamo a Motorsport.com, stanno alla finestra valutando la situazione, mentre si vocifera che possano aderire Lynk & Co, Cupra ed Audi, seppur i numeri non siano ancora chiari.

condivisioni
commenti
Ron Hartvelt nuovo capo TCR di Geely Group Motorsport
Articolo precedente

Ron Hartvelt nuovo capo TCR di Geely Group Motorsport

Prossimo Articolo

Rob Huff conferma: "Nel 2020 niente WTCR, seguirò il mio team"

Rob Huff conferma: "Nel 2020 niente WTCR, seguirò il mio team"
Carica commenti
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo” Prime

Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo”

Intervista esclusiva a Gabriele Tarquini, tra i piloti italiani più vincenti e longevi di sempre. In questa seconda chiaccherata in compagnia del portacolori Hyundai, andiamo a ripercorrere la sua carriera dopo il saluto alla Formula 1 e l'approdo nei vari campionati turismo dove si è regalato tanti successi e soddisfazioni. Impossibile, poi, non dedicare un pensiero al difficile avvio di stagione di Valentino Rossi

WTCR
11 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021