Rinaldi: “Deluso. Ho faticato di più con pista più calda”

Michael Ruben Rinaldi lascia Misano forte di due vittorie vinte sulle tre gare disputate. Il pilota Ducati è stato beffato in Gara 2 da Toprak Razgatlioglu, ma con il secondo posto odierno si può ritenere più che soddisfatto di un fine settimana andato ben oltre le aspettative.

Rinaldi: “Deluso. Ho faticato di più con pista più calda”

Si era mostrato padrone del round di Misano, ma in Gara 2 Michael Ruben Rinaldi è stato privato della tripletta. Dopo la vittoria in Gara 1 e in Superpole Race, il pilota Ducati si è dovuto accontentare della seconda posizione alle spalle di un Toprak Razgatlioglu inarrestabile.

Rinaldi ha trovato la prima affermazione della stagione ieri, ripetendosi in una Superpole Race in cui ha piegato anche Jonathan Rea. Eppure le condizioni della pista cambiate a causa delle temperature elevate hanno reso difficile replicare il successo nell’ultima gara del weekend: “Ho dato il 100% oggi, ma la differenza stava nelle condizioni della pista. Oggi faceva molto più caldo e questo ha significato un tracciato diverso e un feeling differente con la moto e molti più rischi. Ho provato a fare la solita strategia, ovvero andare davanti e spingere, solo che ho visto sul pitboard che qualcuno era dietro di me e mi stava prendendo, ma io stavo già dando il massimo”.

Il pilota alle sue spalle era proprio Razgatlioglu, vincitore di Gara 2 e unico pilota in grado di fermare un Rinaldi senza rivali in questo weekend di Misano: “Toprak mi ha sorpassato ed è andato via, così ho provato a dare il 101% per raggiungerlo e tornare davanti, ma ho rischiato di cadere un paio di volte e negli ultimi quattro giri ho capito che non ce l’avrei fatta a riprenderlo. Quindi mi sono detto che era meglio un secondo posto che una caduta. Ero abbastanza deluso, perché ero così vicino, ma Toprak è andato meglio di oggi, noi abbiamo faticato un po’ con la temperatura più alta, che non ci ha consentito di essere primi”.

Leggi anche:

“Ero abbastanza soddisfatto della scelta delle gomme – prosegue il pilota Ducati in riferimento alla strategia messa in atto nel pomeriggio – Il comportamento della moto era molto diverso rispetto a ieri, ma dipendeva dal caldo, quindi ho fatto fatica all’inizio, a metà gara era così così e poi nell’ultima parte ho provato a passare Toprak, ma non ci sono riuscito. Abbiamo comunque dei dati da guardare per poter migliorare”.

Michael Ruben Rinaldi ha espresso il massimo potenziale in questo weekend sulla sua pista di casa davanti al suo pubblico. Però non è stato l’unico pilota italiano ad essersi messo in luce al Marco Simoncelli World Circuit. Anche Axel Bassani è stato autore di un fine settimana solido, che il pilota Aruba.it Racing – Ducati commenta così: “Sono molto impressionato da Bassani, perché lo scorso anno ha faticato molto e quando è arrivato in Superbike molte persone erano perplesse. Ma lo conosco da tempo e ritengo che abbia del talento, semplicemente la scorsa stagione è stata difficile. Ora sta dimostrando di avere talento e penso che questa pista abbia aiutato, sia perché si adatta bene alla moto sia perché entrambi siamo italiani e siamo cresciuti girando qui. Quindi forse c’è questo insieme di cose che ha contribuito”.

Ad ogni modo Rinaldi mostra la propria tranquillità per un fine settimana più che positivo scherzando. Parlando di Andrea Dovizioso, che aveva in programma di venire in pista questo weekend, ha affermato: “Dovizioso sarebbe dovuto venire, ma c’è stata qualche difficoltà a rimediare un pass per via del Covid. Venerdì mi ha mandato un messaggio dicendomi che sarebbe andato a fare motocross perché ero già primo. Io ho risposto ‘metterò un serpente nel tuo stivale’ perché lui odia i serpenti”.

condivisioni
commenti
SBK, Mondiale Piloti: Toprak recupera tanto su Rea
Articolo precedente

SBK, Mondiale Piloti: Toprak recupera tanto su Rea

Prossimo Articolo

Redding: “Era meglio andare in spiaggia questo weekend”

Redding: “Era meglio andare in spiaggia questo weekend”
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021