Ducati, in Algarve per fermare Rea

Alvaro Bautista cerca una disperata rimonta per mantenere vive le speranze di titolo, mentre Davies è a caccia del suo primo trionfo sulla pista portoghese. Portimao non è un tracciato amico a Ducati, ma il duo cercherà di sfatare il mito al rientro dalla pausa estiva.

Ducati, in Algarve per fermare Rea

Il circuito di Portimao sarà teatro questo fine settimana del decimo round della stagione, che vede Jonathan Rea ed Alvaro Bautista contendersi il titolo. Non sarà un’impresa facile per lo spagnolo, in difficoltà nelle ultime gare e spettatore di una incredibile rimonta da parte dell’alfiere Kawasaki. Se nella prima parte di stagione il pilota Ducati era stato autore di un dominio impressionante, a partire da Imola ha arrancato, inanellando una serie di cadute che lo hanno portato a precipitare ad 81 punti di distacco dall’attuale leader del mondiale, Rea.

Ducati però arriva preparata a Portimao, dove a fine agosto è scesa in pista per i test collettivi, utili soprattutto ad Alvaro Bautista, che non ha mai corso sul tracciato portoghese. Lo spagnolo sembra pronto per il decimo appuntamento di questo campionato, dopo essersi riposato per permettere alla spalla di guarire, una lesione rimediata a Laguna Seca che non gli aveva permesso di completare la seconda ed ultima giornata di test.

Leggi anche:

Su un tracciato sulla carta poco favorevole alla moto di Borgo Panigale (solo 4 vittorie su 20 gare disputate), Bautista proverà a sfatare il mito nel tentativo di ricucire il distacco da Rea e potersi avviare all’ultima fase di stagione con Ducati nel migliore dei modi: “I due giorni di test che abbiamo fatto qui la scorsa settimana sono stati molto positivi, anche se il secondo giorno ho preferito non affaticare troppo la spalla in quanto era la prima volta che salivo in moto dopo l’infortunio di Laguna Seca. Ho avuto alcuni giorni in più per recuperare, ma durante questo weekend dobbiamo cambiare approccio cercando di salvaguardare la spalla nella giornata di venerdì per essere in grado di affrontare le gare nelle migliori condizioni possibili. Fortunatamente, i due test effettuati su questo tracciato da gennaio ad oggi saranno di grande aiuto, abbiamo alcuni riferimenti, conosco meglio la pista e di conseguenza sarà tutto più facile.”

Arriva molto carico Chaz Davies, riconfermato anche per la prossima stagione e forte della vittoria a Laguna Seca. Il gallese non ha mai vinto a Portimao, il suo miglior risultato è un secondo posto, ottenuto nel 2017. Cercherà però di conquistare il primo successo sulla pista portoghese, non particolarmente amica. Ma i test positivi e la ritrovata fiducia del trionfo statunitense lo rendono ottimista.

“Dopo la pausa estiva e dopo circa due mesi dalla mia ultima vittoria – afferma Davies – so che non sarà una gara semplice qui a Portimão, ma i progressi fatti a Laguna Seca e l’ottimo lavoro svolto durante gli ultimi test, mi rendono molto fiducioso. Rispetto alla prima parte di stagione il mio feeling con la moto è migliorato, ho un buon passo e non vedo l'ora di iniziare il weekend. Considerando i risultati del passato, questo tracciato non è molto favorevole per me ma penso che la Panigale V4 R si adatti meglio su questa pista rispetto al V2. Portimão con i suoi saliscendi rimane uno dei circuiti più impegnativi del campionato però sono ottimista."

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team, Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team, Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team,
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team,
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Sykes: “L’obiettivo a Portimao è salire di nuovo sul podio”

Articolo precedente

Sykes: “L’obiettivo a Portimao è salire di nuovo sul podio”

Prossimo Articolo

Laverty: “A Portimao è il pilota che fa la differenza”

Laverty: “A Portimao è il pilota che fa la differenza”
Carica commenti
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021