Brno, Libere 3: monologo di Rea, leader al termine delle Libere del venerdì

condivisioni
commenti
Brno, Libere 3: monologo di Rea, leader al termine delle Libere del venerdì
Di: Lorenzo Moro
08 giu 2018, 15:47

Jonathan Rea continua ad essere il riferimento per tutti, leader della classifica al termine delle Libere a Brno. Lo seguono da vicino Sykes e Melandri.

Si è da poco conclusa la terza sessione di libere a Brno con la classifica che nel complesso è rimasta invariata rispetto alla sessione precedente. Su una pista decisamente più lenta rispetto a quanto fosse nelle FP2, solo pochi piloti sono riusciti a migliorarsi con il risultato che il cumulativo dei tempi è rimasto quasi invariato.

Tra i piloti che si sono migliorati c'è Jonathan Rea che primo era e primo è rimasto (ha migliorato il suo miglior crono delle Libere 2 di appena 45 millesimi, passando da 1'59"448 a 1'59"403) davanti al compagno di squadra Tom Sykes che invece non è riuscito a far meglio di quanto avesse già fatto stamane (il suo miglior crono, fatto segnare nelle Libere 2 è stato di 1'59"671).

Dietro la coppia Kawasaki di testa è rimasto nella terza posizione conquistata stamane Marco Melandri con la sua Ducati ufficiale. Alle sue spalle è risalito Lorenzo Savadori con la Aprilia RSV4 che, con un tempo di 1'59"830 è riuscito a scavalcare Alex Lowes e Chaz Davies che lo precedevano al termine della seconda sessione e che ora occupano rispettivamente la quinta e la sesta posizione.

Anche il pilota Yamaha Michael Van der Mark ha migliorato il suo crono risalendo dalla nona posizione alla settima chiudendo le FP3 subito davanti ad un arrembante Michael Rinaldi che con la sua terza Ducati ufficiale si è migliorato ed ha conquistato l'ottava posizione finale guadagnandosi così l'accesso alla Superpole 2.

Nono e decimo, ultimi due piloti che domani prenderanno parte alla Superpole 2, Leon Camier e Loris Baz, su Honda Fireblade e BMW S100RR. Da notare che, novità delle ultime ore, in questo gran premio la federazione ha concesso a Honda, BMW e MV Agusta di aumentare di 250 giri il regime massimo di rotazione dei loro motori, soluzione che però, purtroppo, nonostante si stata concessa per migliorare la situazione dei team più in difficoltà sembra non essere servita a molto, specialmente nel caso della MV Agusta che, ad ogni modo, ha il motore che non può raggiungere il limite massimo consentito di 14950 giri.

Ad aprire la lista dei piloti che domani prenderanno parte alla Superpole 1 c'è Eugene Laverty su Aprilia, undicesimo davanti a Leandro Mercado (Kawasaki) e Jordi Torres (MV Agusta). Weekend iniziato male anche per Xavi Forés che, dopo il disastroso weekend di Donington, sembra non riuscire più ad essere il Forés che ci aveva fatto sognare ad inizio stagione.

Da segnalare la caduta, sciocca ma potenzialmente disastrosa, di Toprak Razgatlioglu la cui Kawasaki, dopo averlo scaricato, si è messa di traverso in mezzo alla pista subito fuori da una curva con poca visibilità. Per fortuna gli altri piloti sono stati bravi a scansarla e bravo è stato Toprak a correre a rialzarla e toglierla dalla traiettoria. Interessante anche la rottura di un motore da parte di Rinaldi che, con una fumata bianca come non se ne vedevano da tempo, ha richiesto la bandiera rossa per controllare che non ci fosse olio sulla pista.

Le prospettive per un weekend di grandi sfide ci sono tutte, si ricomincia domani con le FP4 e a seguire le Superpole.

Di seguito il cumulativo dei tempi al termine delle FP3:

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 1 United Kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 32 1'59.403     162.900
2 66 United Kingdom Tom Sykes  Kawasaki 37 1'59.671 0.268 0.268 162.535
3 33 Italy Marco Melandri  Ducati 37 1'59.795 0.392 0.124 162.367
4 32 Italy Lorenzo Savadori  Aprilia 41 1'59.830 0.427 0.035 162.319
5 22 United Kingdom Alex Lowes  Yamaha 37 1'59.917 0.514 0.087 162.202
6 7 United Kingdom Chaz Davies  Ducati 42 1'59.970 0.567 0.053 162.130
7 60 Netherlands Michael van der Mark  Yamaha 38 1'59.978 0.575 0.008 162.119
8 21 Michael Ruben  Ducati 36 2'00.191 0.788 0.213 161.832
9 2 United Kingdom Leon Camier  Honda 32 2'00.227 0.824 0.036 161.783
10 76 France Loris Baz  BMW 40 2'00.232 0.829 0.005 161.777
11 50 Ireland Eugene Laverty  Aprilia 39 2'00.473 1.070 0.241 161.453
12 36 Argentina Leandro Mercado  Kawasaki 35 2'00.928 1.525 0.455 160.846
13 81 Spain Jordi Torres  MV Agusta 44 2'01.005 1.602 0.077 160.743
14 40 Spain Roman Ramos  Kawasaki 41 2'01.035 1.632 0.030 160.703
15 12 Spain Javier Fores  Ducati 31 2'01.054 1.651 0.019 160.678
16 68 Colombia Yonny Hernandez  Kawasaki 30 2'01.156 1.753 0.102 160.543
17 37 Czech Republic Ondřej Ježek  Yamaha 40 2'01.257 1.854 0.101 160.409
18 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu  Kawasaki 42 2'01.279 1.876 0.022 160.380
19 45 United States Jake Gagne  Honda 39 2'01.324 1.921 0.045 160.321
20 99 United States Patrick Jacobsen  Honda 40 2'01.509 2.106 0.185 160.077

 

 

Prossimo Articolo
Brno, Libere 2: Rea ristabilisce l'ordine, inseguono da vicino Sykes e Melandri

Articolo precedente

Brno, Libere 2: Rea ristabilisce l'ordine, inseguono da vicino Sykes e Melandri

Prossimo Articolo

Brno, Libere 4: la Yamaha di Lowes chiude in testa l'ultima sessione di libere

Brno, Libere 4: la Yamaha di Lowes chiude in testa l'ultima sessione di libere
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Brno
Autore Lorenzo Moro
Tipo di articolo Prove libere