Le Mans, 22° ora: Scintille per il podio in GTE-Am

Bell pressa Long, mentre le Porsche proseguono la cavalcata davanti all'Audi #7, che però è in difficoltà.

Le Mans, 22° ora: Scintille per il podio in GTE-Am

Nelle battute finali ci si gioca il tutto per tutto e anche un podio di una 24h di Le Mans va difeso a denti strettissimi.

Tira un gran sospiro di sollievo Patrick Dempsey, che sceso dalla sua Porsche 911 osserva il collega Patrick Long chiudere ogni varco alla Ferrari 458 di Townsend Bell, vogliosa a tutti i costi del 3° posto in Classe GTE-Am. L'americano però sbaglia finendo in testacoda e la 911 #77 torna a prendere un po' di margine.

Brandon Hartley sale sulla Porsche 919 #17, mentre al box Audi, dopo 18'30" di sosta (sostituzione semiasse anteriore sinistro), la #9 è finalmente pronta e Filipe Albuquerque può tornare in pista, dove si ritrova 6a, dietro alla Porsche di Dumas e alla Toyota # 2 di Mike Conway.

Lungo di Nicolas Lapierre a "Mulsanne", ma il pilota della KCMG resta saldamente in vetta alla Classe LMP2.

Pit-Stop con rifornimento e cambio gomme per le Porsche #17 e #18, mentre la #19 prosegue indisturbata, nelle mani dell'ottimo Bamber, la sua cavalcata verso il successo.

La sosta ai box AF Corse di Gimmi Bruni fa riavvicinare la Corvette #64 di Jordan Taylor alla vetta della Classe GTE-Pro, sempre occupata dalla 458 Italia #51, che si ritrova con meno di 10" da gestire. Durante la fermata al volante è salito Toni Vilander.

Allo stesso box, però, giunge anche la 458 Italia di James Calado, che era 3a; i tecnici della AF Corse cominciano a lavorare sulla parte posteriore.

Dopo l'errore commesso in precedenza, Bell si rifà sotto alla Porsche di Long, ma poi optà per rientrare in pit-lane, con un Dempsey tesissimo all'interno del suo box.

In Audi non si può stare tranquilli: Lotterer è costretto a rientrare ai box per una sosta più lunga del previsto che comunque non lo priva del 3° posto. Si opta per la sostituzione del tedesco con Benoit Treluyer, ma dopo un rabbocco d'olio il francese torna nuovamente in pit-lane per fissare bene il cofano motore ed essere rimandato in gara poco dopo.

Si ferma ai box Taylor con la Corvette, mentre Vilander era riuscito a portare a 15" il margine della sua Ferrari sulla vettura dell'americano.

24 Ore di Le Mans - 22. ora

condivisioni
commenti
Le Mans, 21° ora: Bonanomi giù dal podio

Articolo precedente

Le Mans, 21° ora: Bonanomi giù dal podio

Prossimo Articolo

Le Mans, 23° ora: Ferrari, sogno finito

Le Mans, 23° ora: Ferrari, sogno finito
Carica commenti
WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh Prime

WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh

Dopo che FIA ed IMSA hanno raggiunto l'accordo per fare correre le Hypercar del FIA World Endurance Championship contro le LMDh in IMSA WeatherTech SportsCar Championship dal 2023, vediamo quali scenari si possono aprire per team, piloti, Case, calendari e format di gara.

WEC
17 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti... Prime

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...

La mitica Mazda 787 è considerata una delle più popolari auto vincitrici della 24 Ore di Le Mans, ma fino al suo successo a sorpresa di 30 anni fa, non era mai stata considerata come favorita. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza un nuovo partner tecnico, alcune astute manovre politiche e un curioso 'autogol' di un rivale.

WEC
14 ago 2021
Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi Prime

Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi

Nel fine settimana della 8 Ore di Portimao del FIA World Endurance Championship, la Toyota ha raggiunto le 100 gare nel Mondiale coi suoi prototipi. Ecco le principali pietre miliari di un percorso che era iniziato quasi 40 anni fa nel Gruppo C.

WEC
8 ago 2021
Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto Prime

Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto

L'Hypercar di Maranello che farà il suo ritorno a Le Mans nel 2023 per vincere la classifica assoluta è ancora tutta sulla carta: per ora è filtrato solo il numero di progetto, perchè il nome della vettura non esiste. Lo staff tecnico diretto dall'ingegner Ferdinando Cannizzo si sta formando: Antonello Coletta, che è a capo del progetto, vuole unire tutte le esperienze aziendali pescando risorse dal GT ma anche dalla F1, dalla gestione industriale e dal... mercato.

WEC
26 lug 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021