Buriram, test: Nash il migliore, poi un botto tremendo

James Nash ha ottenuto il miglior tempo nelle prime prove in Thailandia, ma il britannico ha chiuso con un brutto incidente dal quale è uscito fortunatamente illeso. Bene Morbidelli, Vernay e Comini.

I piloti della TCR oggi sono scesi in pista sul Chang International Circuit di Buriram per quattro sessioni consecutive di test in preparazione al weekend thailandese.

23 concorrenti sui 24 iscritti sono entrati in azione, ad eccezione di Pepe Oriola che ha preferito fare terapie per recuperare da un infortunio ad un piede.

James Nash (Craft-Bamboo Lukoil) ha centrato il miglior tempo in 1:43.921, ma successivamente è andato a sbattere violentemente alla curva 3 durante il terzo stint.

Il britannico è uscito illeso dalla sua SEAT, ma un po' scosso: "Prima dell'incidente era stata una giornata fantastica. Non so cosa sia successo, sono tornato in pista e alla curva 3 l'auto non ha frenato e nemmeno girato; l'unica cosa che sono riuscito a fare è stato sterzare per non impattare con le barriere frontalmente, ma il botto è stato davvero grande, forse il peggiore della mia carriera. Per fortuna sto bene e l'auto sembra riparabile, ora bisognerà capire cosa sia accaduto".

Prima di Nash il migliore era stato Gianni Morbidelli, che anche nel quarto segmento di prove ha concluso in testa. Alla fine l'1:44.019 realizzato dal pesarese è risultato il secondo tempo assoluto di giornata.

"Dal punto di vista dei risultati è stata una buona sessione, ma nel complesso non posso dirmi soddisfatto della guidabilità dell'auto. Abbiamo ancora da lavorare molto sul set-up", ha commentato il pilota della WestCoast Racing.

Jean-Karl Vernay (1:44.038) e Stefano Comini (1:44.250) hanno invece portato le VW Golf della Leopard Racing in terza e quarta piazza, mentre Mat’o Homola (B3 Racing Team) ha chiuso quinto in 1:44.302.

"Sono abbastanza contento, la giornata di lavoro è stata buona e ci siamo anche divertiti. L'auto sembra a posto, credo che abbiamo preso la giusta direzione sul set-up, ma penso che il distacco sia frutto del success ballast", ha detto Comini.

Il migliore dei piloti della TCR Thailand è stato Narasak Ittiritpong (1:45.231), il quale ha preceduto il suo compagno di squadra della Vattana Motorsport, Jack Lemvard (1:44.237); la coppia occupa le posizioni 11 e 12 in classifica.

"Sono contento di come è andata la giornata, soprattutto perché abbiamo utilizzato gomme usate e guidiamo una SEAT León in versione 2015. Con pneumatici nuovi sono convinto che potremo lottare coi migliori", ha detto Lemvard.

La Subaru di Luigi Ferrara è scesa in pista solamente nella prima parte di test, poi in casa Top Run si è dovuto lavorare per risolvere un problema al cambio.



Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR
Evento Buriram
Sub-evento Venerdì
Circuito Chang International Circuit
Articolo di tipo Test