Romain Febvre vince anche in Messico

Shaun Simpson ha centrato un ottimo secondo posto, mentre Evgeny Bobryshev cha completato il podio

Romain Febvre vince anche in Messico
Carica lettore audio

Disarmante. È questa forse la parola che gli avversari di Romain Febvre hanno pensato al termine di questo GP del Messico. Disarmante perché per tutto il week end di gara, nessuno, e ripetiamo nessuno, è riuscito a mettere le ruote davanti alla Yamaha Factory del neo campione del Mondo.

Questo è il suo “score”: primo nelle prove libere, primo anche in quelle cronometrate, primo nella qualifica del sabato, primo nel warm up della domenica mattina e, per finire in bellezza, primo nelle due manche. Più di così non si può.

Gli altri, quelli più “umani”, hanno raccolto le briciole. Primo fra tutti Gautier Paulin. Il pilota HRC non c’è proprio con la testa. In gara uno riesce a risalire al terzo posto che però gli viene tolto dal suo compagno di squadra Evgeny Bobryshev, a due giri dalla fine. Peggio, molto peggio gara due. Paulin parte in testa ma ci resta poco, solo due giri.

Scavalcato prima da Febvre e poi da Simpson, il francese viene attaccato dal solito Bobryshev e per non farlo passare, commette un errore alla “Villopoto” nel senso che si ribalta all’indietro proprio come fece l’americano ad Arco di Trento.

Ancora una buona prestazione di Shaun Simpson che sta onorando nel migliore dei modi la moto ufficiale datagli dal Team Factory.

Simpson è ancora una volta sul podio e il suo finale di stagione è in costante crescendo. Dopo quello di Mantova, torna sul podio Evgeny Bobryshev e ci torna meritatamente perché ha fatto due manche con la determinazione e la velocità già messa in mostra in altre occasioni.

Mentre scriviamo, i meccanici stanno sistemando le moto nelle casse che, questa stessa notte, voleranno in direzione Stati Uniti per il prossimo e ultimo GP della stagione.

(Foto: Adriano Dondi)

condivisioni
commenti
David Philippaerts si ferma e si opera al gomito
Articolo precedente

David Philippaerts si ferma e si opera al gomito

Prossimo Articolo

Le curiosità della tappa di Glenn Helen

Le curiosità della tappa di Glenn Helen