Marko massacra la Formula E: "E' solo una scusa per distrarre dal dieselgate!"

condivisioni
commenti
Marko massacra la Formula E:
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
20 gen 2019, 16:40

La Red Bull non è interessata ad entrare in Formula E e il motivo è molto semplice secondo Helmut Marko: "Noi siamo dei puristi del racing".

La serie full electric ha attirato tante squadre importanti come DAMS, Andretti Autosport ed HWA, oltre a numerosi costruttori che ci hanno creduto fin dalla prima edizione nel 2014.

La Red Bull, che è entrata in F1 nel 2005, non ha vetture presenti in griglia, anche se va detto che prendono parte al campionato quattro piloti che hanno fatto parte dei suoi programmi junior.

Quando gli è stato chiesto perché la Red Bull non fosse interessata ad entrare in Formula E, Marko ha dichiarato a Motorsport.com che si tratta di una serie non adatta agli interessi promozionali del marchio.

"Per quanto siamo bravi nel marketing, la Formula E per noi è solo una scusa dell'industria automobilistica per distrarre dal dieselgate" ha aggiunto.

"La realtà è che il diesel è di gran lunga il motore più efficiente. All'inizio i costi della FE erano di otto milioni alll'anno e ora sono arrivati a più di 20. Quando arriveranno marchi come Porsche e Mercedes sono destinati a salire ulteriormente".

"Le monoposto poi sono come delle Formula 3 con una batteria da 400 kg. Per i piloti non è questione di essere il più veloce in pista, perché la gestione energetica conta molto di più che in Formula 1 o in qualsiasi altro campionato".

"Sono vetture molto lente, attraenti solo per questi circuiti cittadini stretti e tortuosi. L'unico vantaggio è a livello di marketing, perché si corre prorio nel mezzo della città".

"Chiedete alla vostra fidanzata se preferisce ad andare a vedere una gara a Spa o a New York? Questo è il concetto base con cui la Formula E attrae le persone".

"Ma non c'è quasi nessun introito generato dalla televisione. Inoltre solo un team può vincere e, quando i costi arriveranno a 40 o 50 milioni all'anno, almeno un costruttore sarà quinto o sesto. Quando succederà questo, l'euforia sparirà molto rapidamente".

La Formula E non ha voluto rispondere alla dichiarazioni di Marko quando è stata contattata da Motorsport.com.

Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05, Jean-Eric Vergne, DS TECHEETAH, DS E-Tense FE19, at the start of the race

Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05, Jean-Eric Vergne, DS TECHEETAH, DS E-Tense FE19, at the start of the race

Photo by: Joe Portlock / LAT Images

Prossimo Articolo
Nico Muller e l'Audi dominano i test della Formula E a Marrakesh

Articolo precedente

Nico Muller e l'Audi dominano i test della Formula E a Marrakesh

Prossimo Articolo

Il promoter del GP di Russia vuole organizzare una gara di Formula E a San Pietroburgo nel 2020

Il promoter del GP di Russia vuole organizzare una gara di Formula E a San Pietroburgo nel 2020
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Autore Alex Kalinauckas