Formula E School Series soltanto in Europa?

Formula E School Series soltanto in Europa?

La mini categoria elettrica, rivolta agli studenti tra 11 e 16 anni delle varie città, dovrebbe venire ridimensionata

Pare rientrata, ammesso che sia mai stata pensata nei termini “apocalittici” ventilati da qualcuno dei giornalisti al seguito della specialità “full electric”, la decisione di Alejandro Agag di sopprimere dalla stagione 2015-2016 la Formula E School Series, categoria e allo stesso tempo “evento” riservato ai giovanissimi studenti delle scuole nelle città visitate dal Campionato FIA.

Il programma, articolato su una serie di “mini gare” effettuate nello stesso giorno degli ePrix dagli allievi degli istituti tecnici di età compresa tra 11 e 16 anni con monoposto realizzate in kit, potrebbe fornire supporto alle sole gare europee della F.E, cioè dalla tappa di Parigi del 23 aprile sino alla doppia corsa di Londra del 2 e 3 luglio dell'anno venturo. Molti osservatori avevano storto il naso vedendo la scomparsa dal sito www.fiaformulae.com/ del link relativo alla School Series, ma ora l'allarme sembra rientrato...

Non è ancora noto se la Greenpower, l'organizzazione caritatevole che ha gestito il progetto durante la prima edizione, continuerà ad avere un ruolo in tal senso, né quali saranno le differenze tra il “prodotto iniziale” e quello proposto nella seconda stagione. Né è ancora chiaro il motivo per cui la Formula E School Series abbia subìto o subirà modifiche rispetto alla sua veste originaria...

Tuttavia, dato che la FEH ha la propria sede operativa nel Regno Unito, è anche possibile che la cura di tale attività per le scuole possa risultare più semplice e gestibile nel breve termine esclusivamente in Europa e che l'opera di sensibilizzazione presso i luoghi di formazione circa la mobilità elettrica appaia più facile in termini di pianificazione, agendo settimana dopo settimana.

Alcune voci avevano lasciato pensare che la School Series non sarebbe tornata in pista nel torneo 2015-2016, avendo nei finanziamenti necessari più che nel concetto stesso alla sua base il limite da superare in un prossimo futuro. Nella misura in cui la stessa Formula E alla vigilia del secondo anno si prepara a crescere da start-up a business a tutti gli effetti, si sono chiaramente evidenziate esigenze di ristrutturazione interna e di razionalizzazione che possono spiegare la decisione.

In ogni caso, è improbabile che il taglio della “specialità scuola” avesse un impatto così positivo sulla strategia di fondo, soprattutto in considerazione del fatto che gli istituti scolastici di mezzo mondo hanno già i loro kit per le auto elettriche sin dalla prima stagione del Campionato FIA e l'iniziativa non richiede molto in termini di risorse e di costi di gestione, essendo vero il contrario.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Articolo di tipo Ultime notizie