Sam Bird davanti a tutti nel primo turno di prove

condivisioni
commenti
Sam Bird davanti a tutti nel primo turno di prove
Di: Gabriele Testi , Direttore Responsabile Svizzera
06 feb 2016, 14:41

L'unica vettura della DS Virgin Racing in pista gira in 1'09”913, ma nel 2015 le F.E andavano più forte

Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Nicolas Prost, Renault e.Dams
Sam Bird, DS Virgin Racing Formula E Team
Nicolas Prost, Renault e.Dams
Nicolas Prost, Renault e.Dams
Robin Frijns, Amlin Andretti Formula E
Robin Frijns, Amlin Andretti Formula E
Sam Bird & Nelson Piquet Jr

È stato firmato da Sam Bird, veloce portacolori della DS Virgin Racing, il miglior tempo nella prima sessione di prove libere da 45 minuti del Buenos Aires ePrix di sabato 6 febbraio.

Il crono di 1'09”913 del pilota britannico è stato tuttavia più lento del primo rilievo di riferimento della seduta inaugurale di test dell'anno scorso, allorché l'attuale leader della classifica Sébastien Buemi si era spinto con la Spark-Renault SRT_01E versione 2014 dell'epoca by e.dams Renault sino al limite di 1'09”475.

Il veterano inglese della Formula E è stato l'unico driver del sodalizio fra la DS Performance e la Virgin Racing a partecipare alle free practice, dopo che Jean-Éric Vergne è stato colto da malore (politico?) durante la notte e difficilmente potrà scendere in pista questo fine settimana: dovrebbe subentrargli, Super Licenza permettendo, José María López, argentino e campione del mondo del WTCC con la Citroën.

Daniel Abt si è piazzato al secondo posto virtuale con la ABT Schaeffler FE01 in 1'10”302, mentre il duo della NextEV TCR incarnato da Nelson Piquet jr. e Oliver Turvey ha occupato la terza e la quarta posizione, sottolineando il miglioramento delle prestazioni per la macchina della squadra cinese.

Il menzionato Sébastien Buemi (Renault e.dams) si è collocato quinto, davanti al rivale per il titolo Lucas Di Grassi, il quale si è anche momentaneamente fermato in pista prima di riavviare la propria ABT Schaeffler FE01 e continuare tranquillamente. Mike Conway, debuttante nella categoria “full electric” al posto del giubilato Jacques Villeneuve, ha avuto un'impressionante prima sessione di prove libere e ha trovato immediatamente il ritmo giusto, mettendo il sigillo sulla 12esima piazza con un passaggio in 1'12”209 a bordo della propria Venturi VM200-FE-01.

Il turno non cronometrato è stato interrotto dalla bandiera rossa dopo appena sette minuti, allorché Simona De Silvestro si è schiantata con la monoposto 2014 della scuderia Amlin Andretti, dopo aver incocciato in un'asperità del terreno mentre usciva dai box.

Altri problemi hanno visto Salvador Durán (Team Aguri) e Bruno Senna (Mahindra Racing) imboccare le vie di fuga delle curve 10 e 4 rispettivamente, mentre Robin Frijns (Amlin Andretti) e un pur competitivo campione in carica “Nelsinho” Piquet hanno un incontro ravvicinato di tipo indesiderato alla prima curva a gomito. L'altra monoposto di patron Michael Andretti, affidata a Robin Frijns, si è invece bloccata in pista con un apparente problema di software.

Le bandiere gialle sono state brevemente mostrate anche per un cane che è riuscito ad entrare in una via di fuga dalle strade di Puerto Madero aperte al traffico. Per fortuna, l'intruso animale ha desistito dall'entrare nel circuito vero e proprio mentre i piloti erano in azione. La seconda sessione di prove libere dell'ePrix di Buenos Aires è in programma alle 10.30 ora locale.

Prove libere 1

 

 

Prossimo articolo Formula E
È già separazione fra Berthon e il Team Aguri

Articolo precedente

È già separazione fra Berthon e il Team Aguri

Prossimo Articolo

Luigi Mazzola è il nuovo direttore tecnico della Venturi

Luigi Mazzola è il nuovo direttore tecnico della Venturi
Carica commenti