Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
2 giorni
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
1 giorno
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
9 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
65 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
12 dic
-
14 dic
Finali Mondiali Ferrari 2019
Topic

Finali Mondiali Ferrari 2019

Ferrari, North America, Gara 1: MacNeil precede Hites con giallo

condivisioni
commenti
Ferrari, North America, Gara 1: MacNeil precede Hites con giallo
Di:
25 ott 2019, 12:23

Il leader del campionato è superato in pista da Hites ma i commissari hanno restituito la posizione a MacNeil perché la manovra è avvenuta appena esposto il cartello della safety car.

La prima gara del weekend del Mugello del Ferrari Challenge North America non ha mancato di regalare emozioni intense. Il duello per la lotta in vetta alla classifica del Trofeo Pirelli ha visto Benjamin Hites e Cooper MacNeil protagonisti di un duello intenso concluso con un sorpasso decisivo da parte di Hites ai danni di MacNeil al quattordicesimo giro, rivelatosi però inutile.

Hites, infatti, ha superato il rivale un attimo dopo che la direzione gara neutralizzasse la corsa con la safety car a seguito del violento incidente di Grilli (uscito incolume dal botto), ed i commissari hanno deciso di ristabilire le posizioni originarie punendo Hites con una penalità di 1 secondo.

Al via Hites è stato molto bravo nel mantenere la prima posizione guadagnata grazie alla pole ed ha subito imposto il proprio ritmo chiedendo tutto alla vettura, ma MacNeil non ha mai lasciato fuggire il diretto rivale per il titolo restando sempre ad una distanza di sicurezza di circa 1 secondo.

Nel corso del nono giro, però, Hites si è fatto cogliere impreparato in una fase di doppiaggio e MacNeil ne ha subito approfittato per prendere il comando delle operazioni. Da quel momento il pilota del The Collection ha corso con grande intelligenza resistendo alla costante pressione di Hites.

MacNeil ha chiuso ogni varco impedendo al rivale di trovare il pertugio adatto per il sorpasso, ma nel corso del giro numero 14, quando i due sono arrivati sul rettilineo principale, Hites ha approfittato di un momento di esitazione di MacNeil dovuto alla vettura di Grilli ferma in pista dopo aver colpito violentemente il muretto dei box.

Il pilota del Ferrari of Quebec, a causa di un misterioso problema, ha perso il controllo della propria vettura in piena velocità ed è andato ad impattare contro la barriera in cemento distruggendo l’anteriore della sua Ferrari.

La direzione gara ha così mandato in pista immediatamente la safety car impedendo, di fatto, a MacNeil di poter replicare al rivale dato che la gara si è chiusa dietro la vettura di sicurezza.

La mossa di Hites, però, non è sfuggita agli occhi dei commissari che hanno considerato il sorpasso effettuato dopo l’esposizione del cartello della safety car ed hanno così restituito la prima posizione a MacNeil.

La decisione ha avuto un peso importante in ottica campionato dato che il pilota di Ferrari Westlake è riuscito ad aumentare leggermente il proprio vantaggio in classifica in una giornata segnata da pole e giro veloce di Hites. Il terzo gradino del podio del Trofeo Pirelli è stato conquistato da Marc Muzzo.

In Pirelli Am la vittoria è andata a Ziad Ghandour. Il pilota del Boardwalk Ferrari è stato molto abile in partenza nel passare subito Mark Issa ed una volta conquistata la terza posizione assoluta non l’ha più mollata. Il successo in Gara 1 di Ghandour si potrebbe rivelare decisivo per il titolo dato che Neil Gehani oggi non ha fatto meglio del secondo posto di classe davanti a John Megrue.

In Coppa Shell Mark Issa ha confermato la sua forza con una vittoria artigliata nel corso dei giri conclusivi. Issa, infatti, dopo essere partito male ed essere retrocesso in quarta piazza è scalato anche alle spalle di Musial, ma è poi stato in grado di recuperare la quarta piazza salendo sul gradino più alto del podio davanti a Brian Davis ed un Claude Senhoreti deluso per una escursione fuori pista che poteva costare caro.

In Coppa Shell Am vittoria per Jay Schreibman davanti a Brad Horstmann ed Eric Marston. Il weekend del Mugello sarà ad alta tensione tra i primi due per decretare il vincitore del titolo.

Aggiornamento: la classifica di Coppa Shell è stata modificata in tarda serata. I commissari, infatti, hanno inflitto 25'' di penalità a Mark Issa per aver effettuato un sorpasso in regime di safety car. 

Issa ha così perso la vittoria retrocedendo in terza posizione, mentre Davis è stato promosso al primo posto e Senhoreti al secondo.

Prossimo Articolo
Ferrari, Europe, Q1: Carroll in pole tra le bandiere rosse

Articolo precedente

Ferrari, Europe, Q1: Carroll in pole tra le bandiere rosse

Prossimo Articolo

Ferrari, Asia-Pacific, Gara 1: Max precede Prette al Mugello

Ferrari, Asia-Pacific, Gara 1: Max precede Prette al Mugello
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Ferrari
Evento Finali Mondiali Ferrari
Autore Marco Di Marco