Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
64 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
16 apr
Prossimo evento tra
84 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
104 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
136 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
143 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
153 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
160 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
174 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
188 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
216 giorni
02 set
Prossimo evento tra
223 giorni
09 set
Prossimo evento tra
230 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
244 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
251 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
258 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
272 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
279 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
315 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
324 giorni

F1: ufficiale il ritorno ad Imola, l'Australia slitta a novembre

condivisioni
commenti
F1: ufficiale il ritorno ad Imola, l'Australia slitta a novembre
Di:

Questa mattina la Formula 1 ha ufficializzato le prime modifiche al calendario 2021 e la più importante è il ritorno di Imola, dove si correrà il GP d'Emilia Romagna il 18 aprile. Si comincia in Bahrain il 28 marzo, mentre il GP d'Australia slitta al 21 novembre. C'è una data TBC il 2 maggio, ma quasi certamente sarà Portimao.

La pandemia del Coronavirus continua a regalare scossoni al calendario della Formula 1 e questa mattina, come ampiamente preventivabile, sono state annunciate alcune modifiche. La più gradita per noi italiani è la conferma di Imola.

Lo scorso anno il Circus è tornato sul Circuito del Santerno dopo 14 anni di assenza e lo farà anche nel 2021. Inizialmente l'Enzo e Dino Ferrari non era stato inserito nel calendario, ma ora il Gran Premio d'Emilia Romagna figura nello slot del 18 aprile, nel quale andrà a prendere il posto liberato dal Gran Premio della Cina.

A causa delle restrizioni di viaggio, infatti, la gara di Shanghai non potrà essere disputata nella data prevista e, come vi avevamo anticipato diversi giorni fa, sarà proprio Imola a prenderne il posto in calendario. Per quanto riguarda la Cina, la Formula 1 ed i promoter stanno valutando se ci sia una soluzione per recuperare la gara nella parte conclusiva del calendario.

Cosa che accadrà con certezza per il Gran Premio d'Australia. Anche in questo caso la cosa si vociferava ormai da un po' di tempo ed ora c'è l'ufficialità: la gara di Melbourne non aprà più la stagione 2021, che quindi inizierà una settimana più tardi in Bahrain (28 marzo), ma è stata fatta slittare al 21 novembre, come terz'ultimo appuntamento di un calendario che prevede sempre 23 GP. Lo slittamento di Melbourne ha poi imposto anche delle variazioni alle date dei Gran Premi del Brasile, d'Arabia Saudita e di Abu Dhabi, che ora dovrebbe chiudere la stagione il 12 dicembre.

L'altra novità è l'inserimento di una data ancora da confermare nel weekend del 2 maggio, che dovrà andare a colmare il vuoto lasciato dal Gran Premio del Vietnam. Per il momento nel comunicato diffuso stamattina non viene indicata una location, anche se ormai appare praticamente certo che si tratterà di Portimao.

"E' stato un inizio d'anno impegnativo per la Formula 1 e siamo lieti di confermare che il numero di gare previsto per la stagione rimane invariato", ha commentato Stefano Domenicali, CEO della Formula 1. "La pandemia globale non ha ancora permesso di tornare alla vita normale, ma nel 2020 abbiamo dimostrato che possiamo correre in sicurezza".

"E'una grande notizia che siamo già stati in grado di concordare una data riprogrammata per il Gran Premio d'Australia e stiamo continuando a lavorare con i nostri colleghi cinesi per trovare una soluzione per correre lì nel 2021 se dovesse cambiare qualcosa".

"Siamo molto entusiasti di annunciare che Imola tornerà per la stagione 2021 e sappiamo che i nostri tifosi non vedono l'ora che arrivi il prossimo anno, con il ritorno della Formula 1 dopo la pausa invernale e l'inizio di una nuova stagione in Bahrain. Ovviamente, la situazione del virus rimane fluida, ma abbiamo l'esperienza della scorsa stagione e tutti i nostri partner e promoter si adatteranno di consenguenza ed in modo sicuro nel 2021", ha concluso.

Formula 1 2021 - Il calendario aggiornato

28 marzo - GP del Bahrain
18 aprile - GP d'Emilia Romagna
2 maggio - TBC
9 maggio - GP di Spagna
23 maggio - GP di Monaco
6 giugno - GP d'Azerbaijan
13 giugno - GP del Canada
27 giugno - GP di Francia
4 luglio - GP d'Austria
18 luglio - GP di Gran Bretagna
1 agosto - GP d'Ungheria
29 agosto - GP del Belgio
5 settembre - GP d'Olanda
12 settembre - GP d'Italia
26 settembre - GP di Russia
3 ottobre - GP di Singapore
10 ottobre - GP del Giappone
24 ottobre - GP degli Stati Uniti
31 ottobre - GP del Messico
7 novembre - GP di San Paolo
21 novembre - GP d'Australia
5 dicembre - GP d'Arabia Saudita
12 dicembre - GP d'Abu Dhabi

Alpine: il colpo Brivio per tornare a vincere in Formula 1

Articolo precedente

Alpine: il colpo Brivio per tornare a vincere in Formula 1

Prossimo Articolo

F1: la McLaren del 2021 si chiamerà MCL35M

F1: la McLaren del 2021 si chiamerà MCL35M
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Matteo Nugnes