F1: anche il GP di Cina verso lo spostamento a fine anno

In occasione di una conferenza stampa con i media locali gli organizzatori del GP di Cina hanno annunciato di aver già proposto formale richiesta per posticipare a fine anno la gara prevista ad aprile.

F1: anche il GP di Cina verso lo spostamento a fine anno

Dopo lo spostamento del Gran Premio di Australia a fine anno, anche l’evento in Cina rischia di dover cambiare la propria data nel calendario.

Già nella passata stagione il round cinese è saltato a causa dell’emergenza dettata dalla pandemia da COVID-19 ed altre 12 gare non si sono disputate costringendo gli organizzatori della F1 a stilare un calendario alternativo.

A novembre del 2020 è stato pubblicato il calendario ufficiale per la stagione 2021 con la bellezza di 23 appuntamenti, ma anche questo rischia di essere seriamente stravolto a causa dell’emergenza sanitaria globale.

In origine la gara in Cina era prevista per l’11 aprile ma, complici le restrizioni agli spostamenti, i promoter hanno annunciato di voler posticipare l’evento a fine anno.

“Siamo stati in contatto con gli organizzatori della Formula 1 quasi ogni settimana e nonostante il calendario sia già stato pubblicato credo che sia molto difficile che la gara possa svolgersi regolarmente ad aprile” ha dichiarato Yibin Yang, general manager della Juss Event, ad un gruppo di media locali tra cui Motorsport.com.

“Il nostro desiderio è di poter posticipare l’evento nella seconda metà del 2021 ed abbiamo già inoltrato una formale richiesta”.

Qualora il Gran Premio di Cina dovesse essere spostato a fine stagione verrebbe lasciato libero un secondo slot nel mese di aprile oltre a quello già noto del 25 originariamente previsto per il GP del Vietnam.

Come già anticipato negli scorsi giorni da Motorsport.com sono Portimao ed Imola le candidature più solide per occupare quello slot.

L’eventuale riprogrammazione della gara cinese comporterebbe per gli organizzatori della Formula 1 una sfida complicata considerando anche la volontà dell’Australia di non perdere il gran premio e di disputarlo nella seconda metà del 2021.

Ad oggi ci sono soltanto quattro weekend liberi tra la fine della pausa estiva e l’ultima gara stagionale prevista il 5 dicembre ad Abu Dhabi. Qualora si dovesse trovare spazio sia al round australiano che a quello cinese sarebbe necessario modificare in maniera importante il calendario già approvato.

La Cina non ospita un evento sportivo internazionale da quando è scoppiata l’epidemia da COVID-19 ed il previsto E-Prix di Sanya è già stato cancellato.

Nel suo incontro con la stampa, Yang ha affermato come la Juss Events dovrà affrontare una sfida decisamente impegnativa per riprogrammare tutti gli eventi in programma nella seconda metà dell’anno.

“Per poter effettuare questi cambiamenti dobbiamo attendere di conoscere le decisioni dei governi cittadini”.

“Se dovessimo programmare tutti gli eventi internazionali nella seconda metà dell’anno rischieremmo di mettere sotto stress le città. Per poter ospitare questi eventi in sequenza è necessario ricorrere ad un ampio numero di poliziotti ed operatori sanitari. Inoltre ci potrebbe essere anche un conflitto di marketing tra questi appuntamenti”.

La Cina sembra aver mantenuto sotto controllo la pandemia con numeri relativamente bassi rispetto ad altre nazioni. Stando a quanto comunicato, infatti, il totale dei casi è di 87.364, mentre i decessi sono stati 4.364.

L’attenzione delle autorità, però, non è calata e di recente è stato adottato un lockdown a Pechino a seguito dell’impennata di casi.

La Cina, inoltre, prevede una quarantena obbligatoria di 14 giorni per tutti i passeggeri provenienti da voli internazionali.

condivisioni
commenti
Sainz: "Fastidiose le critiche per aver scelto la Ferrari"
Articolo precedente

Sainz: "Fastidiose le critiche per aver scelto la Ferrari"

Prossimo Articolo

Wolff: "Hamilton non pensa che il mondo giri intorno a lui"

Wolff: "Hamilton non pensa che il mondo giri intorno a lui"
Carica commenti
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021