Sainz: "Fastidiose le critiche per aver scelto la Ferrari"

Lo spagnolo ha puntato il dito contro quanti hanno criticato la sua decisione di abbandonare la McLaren per passare alla Ferrari dopo un 2020 di grande sofferenza per la Scuderia.

Sainz: "Fastidiose le critiche per aver scelto la Ferrari"

Nello scorso mese di maggio la Ferrari ha deciso di non rinnovare il contratto in scadenza di Sebastian Vettel preferendo puntare su un linea giovane per la stagione 2021 con Carlos Sainz.

La scelta dello spagnolo di legarsi alla Scuderia ha però destato molto stupore. Se da un lato, infatti, Carlos ha contribuito alla crescita della McLaren consentendo al team di Woking di chiudere al terzo posto nel costruttori, dall’altro la Ferrari ha disputato un campionato di basso profilo chiudendo sesta in classifica.

In molti hanno affermato negli scorsi mesi che lo spagnolo si sarebbe pentito di questa decisione, ma Sainz ha cercato di mettere un punto a queste insinuazioni affermando come ad oggi non ci sia nulla di già scritto circa la stagione 2021.

“Sono state voci fastidiose perché tutti credono che anche quest’anno la Ferrari non sarà competitiva, ma in Formula 1 non si può mai sapere”.

“Ovviamente hanno fatto un passo indietro nel 2020, ma sono stati i primi ad ammetterlo. Tuttavia la gente è convinta che queste difficoltà proseguiranno anche nel 2021”.

“Ho firmato un contratto biennale con la Ferrari e nel 2022 ci sarà una importante rivoluzione tecnica. Il 2021 sarà molto meno importante di quanto crede la gente”.

“Sentir dire in continuazione che avevo fatto una scelta sbagliata è stato fastidioso, ma ho cercato di non dare peso a queste voci. Non mi sono mai pentito della mia decisione e sono contento di averla presa”.

Nonostante il 2020 sia stato un anno da dimenticare per la Ferrari la Scuderia ha chiuso la stagione con tre podi (uno in più della McLaren) ed ha mostrato una crescita promettente in occasione delle ultime gare europee.

Carlos ha guardato con interesse questi progressi che gli hanno dato una iniezione di fiducia in vista del 2021.

“Sembra che abbiano fatto un passo avanti anche se non ho avuto modo di salire in macchina e verificare quali miglioramenti abbiano apportato. Dall’esterno è sembrato che siano stati in grado di migliorare e sono felice di vedere questi progressi”.

“Ho sempre detto che se c’è un team in Formula 1 in grado di cambiare velocemente le cose questo è la Ferrari. Ovviamente anche la Mercedes è in grado di riuscirci, ma la Ferrari può farlo più di chiunque altro per via della sua storia e delle persone che ci lavorano. Non vedo l’ora che inizi la stagione”.

condivisioni
commenti
Tost: "Il 2020 di AlphaTauri superiore al 2008 di Vettel"
Articolo precedente

Tost: "Il 2020 di AlphaTauri superiore al 2008 di Vettel"

Prossimo Articolo

F1: anche il GP di Cina verso lo spostamento a fine anno

F1: anche il GP di Cina verso lo spostamento a fine anno
Carica commenti
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021