Bonetti con autorità

Bonetti con autorità

Con una perentoria impresa in gara 2 il compagno di Mediani riprende la testa del campionato

Se ad imporsi in gara 1 sulla pista di Hockenheim era stata la Ferrari F430 della AF Corse condotta da Niki Cadei, la vittoria di gara 2 è andata ad Alessandro Bonetti, che ha prontamente recuperato la vetta della classifica di campionato che vede attualmente il giovane trentino della Vittoria Competizioni ed il suo compagno di squadra Maurizio Mediani guidare con cinque lunghezze di vantaggio su Cédric Sbirrazzuoli e lo stesso Cadei. Il monegasco è stato protagonista di tante vicissitudini, ma alla fine ha concluso ancora una volta sul podio, giungendo terzo alle spalle di Glauco Solieri (R.T. Edil Cris). Successo nella GT3 per la Corvette C6 di Carlo Graziani (Scuderia 22), che ha così ulteriormente rafforzato la propria leadership di classe. Discorso analogo per Gabriele Marotta con la Maserati GT della AF Corse nella GT4 e per Gianni Giudici (Lotus 2 Eleven) nella GT4 Supersport. Bene Andrea Dromedari, che si è affermato nella GT Cup chiudendo quinto assoluto con la Ferrari F430 del Team Romeo Ferraris e precedendo Alessandra Neri che è passata in testa alla graduatoria. Nella GT Special si è infine imposta la Porsche 996 di Sabino De Castro. LA CRONACA. Una Porsche e una Ferrari in prima fila, con la pole assegnata a Perlini grazie all’inversione delle prime otto posizioni dell’ordine d’arrivo di gara 1. Alla prima curva davanti a tutti si porta tuttavia la F430 GT2 di Sbirrazzuoli, con Alessandra Neri che mantiene il secondo posto occupato in griglia, respingendo nelle fasi iniziali gli attacchi della Corvette di Graziani. Alle loro spalle arrivano anche Bonetti e Solieri. Al secondo giro Bonetti è già alle spalle del battistrada, con Graziani terzo e la Neri scivolata quinta. Si ferma ai box invece l’altra Ferrari di Manzo. Ma il primo vero colpo di scena arriva all’inizio della terza tornata, quando viene esposto il cartello del drive through per partenza irregolare a Sabatini e allo stesso Sbirrazzuoli, il quale perde così la vetta della classifica. Dromedari prende intanto il comando delle operazioni nella GT Cup. Sbirrazzuoli, che ha scontato la penalizzazione, si lancia in una forsennata rimonta e risale terzo alle spalle di Solieri, con Bonetti sempre in prima posizione. Il monegasco mantiene un ritmo elevatissimo, facendo anche registrare il giro più veloce, ma a pochi minuti dal termine finisce in testacoda, anche se riprende prontamente conservando la terza posizione. LA CLASSIFICA DI GARA 2: 1. Bonetti (Ferrari F430) 16 giri in 28’00”396, media 156,786 km/h (1. Classe GT2); 2. Solieri (Ferrari F430) a 2”735; 3. Sbirrazzuoli (Ferrari F430) a 6”379; 4. Graziani (Corvette C6) a 46”673 (1. Classe GT3); 5. Dromedari (Ferrari F430) a 49”555 (1. Classe GT Cup); 6. Neri (Ferrari F430) a 50”074; 7. S. De Castro (Porsche 996) a 1’34”582 (1. Classe GT Special); 8. Sabatini (Ferrari F430) a 1 giro; 9. Perlini (Porsche 997) a 1 giro; 10. Fumagalli (Porsche 997) a 1 giro; 11. Checcoli (Ferrari F430) a 1 giro; 12. Manzo (Ferrari F430) a 1 giro; 13. Giudici (Lotus 2 Eleven) a 1 giro (1. Classe GT4 Supersport); 14. Marotta (Maserati GT) a 1 giro.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati EuroGTSprint
Piloti Alessandro Bonetti , Alessandra Neri
Articolo di tipo Ultime notizie