Dakar, Van den Goodbergh vince la Moto-Malle

condivisioni
commenti
Dakar, Van den Goodbergh vince la Moto-Malle
Luis Ramírez
Di: Luis Ramírez
16 gen 2016, 18:26

Il pilota olandese è estremamente soddisfatto e parla quasi più di un'esperienza di vita che di una gara

#71 KTM: Jun Mitsuhashi and #40 KTM: Jurgen van den Goorbergh
#40 KTM: Jurgen van den Goorbergh
#40 KTM: Jurgen van den Goorbergh
#65 KTM: Jurgen van den Goorbergh

Magari non sarà una classifica blasonata come quella assoluta, ma quella riservata ai piloti della categoria Moto-Malle è davvero per uomini veri. Parliamo di quelli che hanno deciso di lanciarsi nell'avventura della Dakar 2016 senza assistenza, quindi in solitaria. Ad imporsi in questa speciale classifica è stata una vecchia conoscenza della MotoGP, l'olandese Jurgen van den Goorbergh, bravo a piazzare la sua KTM al 31esimo posto assoluto, nonostante sia stato lui a curarne anche le riparazioni e la preparazione nell'arco di queste due settimane.

"Ho sempre cercato delle sfide e credo che questa fosse la più pura che si potesse accettare. Mi piace il lato estremo di questo sport: potrei avere 15 meccanici ed andare a dormire, ma trovo molto più soddisfacente correre la Dakar così. Non farei cambio con nessuna vittoria" ha detto l'olandese e poi ha aggiunto: "E' stata la cosa più difficile che ho fatto in tutta la mia vita, ma per me è il vero trofeo della Dakar. Ho fatto tutto con le mie mani e non sono in molti a poterlo fare".

A riprova di quello che ha già detto, a lui la Dakar di quest'anno è piaciuta soprattutto quando si è fatta difficile: "La seconda settimana di gara è stata brillante. Nelle prima siamo stati tutti molto vicini, ma poi sono arrivate delle temperature folli e le speciali hanno iniziato a diventare più lunghe. Per me però le cose sono andate sempre meglio: venerdì, per esempio, ho fatto il 22esimo tempo in speciale".

Jurgen poi si è lasciato andare anche ad una battuta sulle pochissime ore di sonno accumulate nell'arco della maratona sudamericana: "Non riesco a ricordare quante ore ho dormito. In media direi tre, al massimo quattro. Quando sentivo la sveglia gli rispondevo: no per favore, voglio dormire ancora!".

Prossimo articolo Dakar
Dakar, Ceci: "Ormai sono diventato bravo a trainare!"

Articolo precedente

Dakar, Ceci: "Ormai sono diventato bravo a trainare!"

Prossimo Articolo

Ecco la 3008 DKR, la nuova arma della Peugeot per la Dakar

Ecco la 3008 DKR, la nuova arma della Peugeot per la Dakar
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Dakar
Evento Dakar
Sotto-evento Stage 13: Villa Carlos Paz - Rosario
Piloti Jurgen van den Goorbergh
Autore Luis Ramírez
Tipo di articolo Commento