Andreucci e Pirelli lanciano lo sprint in Friuli

Al Rally del Friuli Venezia Giulia Paolo Andreucci e gli altri piloti armati di Peugeot proveranno ad imporsi sfruttando le varie mescole portate da Pirelli.

Con il Rally del Friuli Venezia Giulia si apre il trittico conclusivo su asfalto della stagione tricolore 2016, che continuerà con il Rally di Roma Capitale ed il Rally Due Valli.

Con tre vittorie all’attivo su cinque gare sin qui disputate, la classifica del Campionato Italiano Rally vede al comando i campioni in carica Paolo Andreucci e Anna Andreussi con la Peugeot 208 T16 ufficiale equipaggiata con pneumatici Pirelli. Per l’occasione tornano in scena con lo stesso tipo di vettura gommata Pirelli anche Alessandro Perico (lo scorso anno secondo alle spalle di Andreucci) e Michele Tassone (campione d’Italia Junior 2015).

Alla vigilia della gara Pirelli è al vertice delle classifiche Cir assoluta (Andreucci-Andreussi), Junior e classe R2 (Giuseppe Testa) e Costruttori 2 Ruote Motrici (Renault) ed alla graduatoria assoluta del Trofeo Rally Asfalto (Alessandro Perico).

Il programma: partenza venerdì pomeriggio da Gemona del Friuli a cui seguirà la breve prova spettacolo prima della sosta notturna nella consueta base effettiva della gara a Cividale del Friuli. Le altre 10 prove speciali si disputeranno nelle giornate di sabato (6, tre da ripetere due volte) e domenica (due da ripetere), per 152,43 km di tratti cronometrati equamente suddivisi fra le due tappe. Arrivo finale a Cividale del Friuli a partire dalle ore 16 di domenica.

L’evento e le validità: il rally oltre che per i titoli Cir è valevole anche per Trofeo Rally Asfalto, Coppa Centro Europa (CEZ), Mitropa Cup, campionato nazionale sloveno, e per alcuni trofei monomarca ad iniziare dai Trofei Renault Clio R3T Top e Twingo R1B che utilizzano pneumatici Pirelli. Inoltre insieme accanto alla gara delle ‘moderne’ il Rally del Friuli Venezia Giulia avrà anche quella per le ‘storiche’, con validità sia per il campionato italiano che per quello europeo di specialità.

Le caratteristiche del percorso: interamente su asfalto dal tracciato tormentato. Prima tappa con prove più brevi (fra 7 e 15 km); seconda tappa con tratti competitivi più lunghi (17 e 22 km circa).

I vincitori precedenti: Le ultime due edizioni sono state vinte da Andreucci-Andreussi con la Peugeot 208 T16 gommata Pirelli. Il toscano è il recordman della gara con 4 vittorie.

Le Pirelli che verranno utilizzate: I piloti in gara con Pirelli avranno a disposizione la famiglia dei pneumatici P ZERO RK, disponibile per ruote da 14” a 18” – queste ultime la dimensione massima ammessa nei rally e tipica delle vetture da vittoria assoluta – e con tre tipi di mescola: RK5A (mescola dura), RK7B (mescola media) e RKW7A (per asfalto umido/bagnato). Le vetture del campionato storico avranno invece a disposizione il vincente Pirelli P7 Classico.

Paolo Andreucci, Campione d’Italia in carica e leader del Cir 2016: “Con la nuova formula di assegnazione dei punteggi, gli esiti poco fortunati degli scorsi due rally hanno quasi annullato il mio vantaggio nonostante abbia vinto tre rally contro il solo a testa dei miei due principali rivali. Ad Udine cercherò di invertire la tendenza cercando la terza vittoria consecutiva in una gara molto difficile ma in cui potrò contare sulle grandi prestazioni dei miei Pirelli P Zero, che sono già risultati decisivi per la mia vittoria nelle scorse edizioni.”

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Evento Rally del Friuli Venezia Giulia
Articolo di tipo Comunicati stampa