WSBK
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Postponed
31 lug
-
02 ago
Canceled
21 ago
-
23 ago
Postponed
G
Aragon
28 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
89 giorni
G
Algarve
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
96 giorni
G
Barcelona
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
110 giorni
G
Magny-Cours
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
124 giorni
G
Villicum
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
131 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
145 giorni
G
Misano
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
159 giorni

SBK, Imola: Superpole da record per Davies con la Ducati

condivisioni
commenti
SBK, Imola: Superpole da record per Davies con la Ducati
Di:
11 mag 2019, 10:18

Prima Superpole della stagione per il britannico, che porta la sua Panigale V4 R davanti a tutti con un tempo record. Beffato Jonathan Rea nel finale, secondo ad un decimo. Resta più attardato Alvaro Bautista, che chiude la prima fila con 901 millesimi di ritardo dal compagno di squadra.

Jonathan Rea aveva dominato tutti i turni di libere ad Imola e sembrava destinato a conquistare anche la Superpole, ma Chaz Davies ha cambiato i piani. Il gallese si è imposto nel finale di sessione con un tempo stratosferico, frantumando il record della pista che già gli apparteneva dal 2016. Per il britannico questa è la prima Superpole dell’anno e la prima con la Ducati Panigale V4 R, con cui sembra trovarsi decisamente più a suo agio. Il Campione del mondo in carica gli resta a solamente un decimo ed i due hanno combattuto sul filo dei millesimi negli ultimi minuti di qualifica. Agguanta la prima fila anche Alvaro Bautista, che però accusa ben 9 decimi di ritardo dal compagno di squadra.

Ad inizio sessione le due Kawasaki sembravano imprendibili, Rea faceva segnare tempi decisamente interessanti già dalle prime tornate, per poi sferrare l’attacco nella seconda metà e andare a rompere il record della pista. Il Campione del mondo in carica però si è dovuto accontentare della seconda casella in griglia, beffato proprio nel finale dal connazionale, autore di una grande prestazione che gli ha regalato la prima Superpole della stagione.

Chiude la prima fila Alvaro Bautista, apparso ancora un po’ in difficoltà sulla pista del Santerno. Il leader del campionato continua a perdere terreno nell’ultimo settore del circuito e a fine sessione paga ben 9 decimi dal vicino di box. Lo spagnolo però agguanta la prima fila e resta davanti a Leon Haslam, più indietro rispetto ai rivali. Il portacolori Kawasaki era riuscito a conquistare la seconda piazza con un crono in scia a Rea, salvo poi concludere il turno in quarta posizione, ad 1.1 secondi da Davies.

Alex Lowes è ancora una volta il primo dei piloti Yamaha e archivia il turno di qualifica con il quinto tempo. 1.2 sono i secondi che lo separano dalla vetta, mentre il suo compagno di squadra Michael van der Mark è solo ottavo. Tra i due portacolori del Team Pata Yamaha si inseriscono le due BMW di Tom Sykes e Markus Reiterberger, ancora una volta efficaci sul giro secco. I due sono sesto e settimo rispettivamente.

Chiudono la top 10 Jordi Torres, autore di un ottimo crono che lo ha portato in nona posizione, e Sandro Cortese, decimo nonostante una caduta durante il turno di Superpole che ha rovinato la sua Yamaha. Più attardato invece Marco Melandri, dodicesimo alle spalle di Toprak Razgatlioglu.

Ancora una volta la sessione è stata caratterizzata da una bandiera rossa, esposta a seguito della caduta di Michael Ruben Rinaldi. Sabato travagliato per l’italiano, che si era fermato già nel terzo turno di libere per un problema tecnico. La sua Panigale è andata in fiamme proprio ad inizio Superpole ed il turno è stato sospeso per poi riprendere poco dopo. Ma dopo pochi minuti in pista, i commissari sono stati costretti a fermare nuovamente la sessione a causa di un incidente tra Leon Camier e Sandro Cortese, entrambi usciti illesi. Il pilota Yamaha è poi tornato in pista, mentre il britannico della Honda si è recato al Centro Medico, ma dagli esami non è emersa nessuna lesione.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 7 United Kingdom Chaz Davies  Ducati 12 1'45.180     168.944
2 1 United Kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 11 1'45.307 0.127 0.127 168.740
3 19 Spain Alvaro Bautista  Ducati 11 1'46.081 0.901 0.774 167.509
4 91 United Kingdom Leon Haslam  Kawasaki 7 1'46.288 1.108 0.207 167.183
5 22 United Kingdom Alex Lowes  Yamaha 11 1'46.306 1.126 0.018 167.155
6 66 United Kingdom Tom Sykes  BMW 8 1'46.358 1.178 0.052 167.073
7 28 Germany Markus Reiterberger  BMW 12 1'46.599 1.419 0.241 166.695
8 60 Netherlands Michael van der Mark  Yamaha 10 1'46.794 1.614 0.195 166.391
9 81 Spain Jordi Torres  Kawasaki 13 1'46.844 1.664 0.050 166.313
10 11 Germany Sandro Cortese  Yamaha 10 1'47.073 1.893 0.229 165.957
11 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu  Kawasaki 11 1'47.169 1.989 0.096 165.809
12 33 Italy Marco Melandri  Yamaha 9 1'47.222 2.042 0.053 165.727
13 87 Italy Lorenzo Zanetti  Ducati 10 1'47.418 2.238 0.196 165.424
14 80 Spain Hector Barbera  Kawasaki 10 1'48.254 3.074 0.836 164.147
15 23 Japan Ryuichi Kiyonari  Honda 13 1'48.290 3.110 0.036 164.092
16 46 Thomas Bridewell  Ducati 12 1'48.743 3.563 0.453 163.409
17 21 Italy Michael Ruben Rinaldi  Ducati 1 1'48.783 3.603 0.040 163.349
18 52 Italy Alessandro Del Bianco  Honda 8 1'49.084 3.904 0.301 162.898
19 2 United Kingdom Leon Camier  Honda 2      
Prossimo Articolo
SBK, Imola, Libere 3: Rea inarrestabile, ancora al comando

Articolo precedente

SBK, Imola, Libere 3: Rea inarrestabile, ancora al comando

Prossimo Articolo

SBK, Imola: Camier ancora infortunato, salta Gara 1

SBK, Imola: Camier ancora infortunato, salta Gara 1
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Evento Imola
Sotto-evento SBK SP
Location Imola
Autore Lorenza D'Adderio