Ferrara fa volare la Mercedes

Ferrara fa volare la Mercedes

In gara 1 a Hockenheim un super Biagi toglie la doppietta alle auto con la stella

Una Mercedes ancora davanti a tutti ad Hockenheim nella SUPERSTARS SERIES. Dopo che in qualifica era stato Max Pigoli a siglare la pole position con la C63 AMG del Team Romeo Ferraris, a conquistare il successo in gara 1 è stato Luigi Ferrara (CAAL Racing), che ha portato a quota tre il numero delle vittorie da lui ottenute quest’anno dopo la splendida doppietta di Monza. Il pugliese, secondo in campionato, è così riuscito a “rosicchiare” altri punti importanti nei confronti del capoclassifica Thomas Biagi, il quale attualmente vanta un vantaggio di 12 lunghezze e che da parte sua è stato autore di una condotta perfetta, piazzando al secondo posto la sua BMW M3 E92 ufficiale. Sul gradino più basso del podio è quindi salito Pigoli, non particolarmente fortunato ma ancora una volta in evidenza. Bene anche Gianni Morbidelli, quarto con un’altra BMW e insieme al giovane Alberto Cola (che ha concluso alle sue spalle con la prima delle Audi RS4) ha lottato a lungo con la Chevrolet Lumina CR8 di Johnny Herbert, alla fine settimo ma penalizzato di 30 secondi per avere anticipato il via dopo l’intervento della safety car. LA CRONACA. Pigoli si avvia in pole, prendendo subito la traiettoria interna e sfilando in testa alla prima curva. Dietro di lui si accoda Ferrara, che prova a passare già nel primo giro al tornantino. Ma è la Chevrolet di Zadotti a fare il primo “numero” finendo in testacoda e gettando scompiglio a metà gruppo e coinvolgendo Gabellini, che danneggia irreparabilmente la parte anteriore sinistra della sua BMW. Con Morbidelli subito incollato al duo di testa, è Ferrara a portarsi al comando all’inizio del secondo giro. Anche Morbidelli attacca Pigoli nella tornata successiva, ma è Biagi ad approfittare della bagarre portandosi davanti al pesarese. Anche l’Audi di Cola e l’altra “Chevy” di Herbert si uniscono al gruppo di testa. Ancora più indietro c’è l’altra lotta tra la Chrysler di Cressoni (settimo) e Cappellari. Ferrara intanto prende un leggero vantaggio, inanellando una serie di giri più veloci. Al quinto giro Baldi cerca di difendere il decimo posto dalla Jaguar di Meneghello, ma tra i due segue un contatto e la Mercedes del toscano va in testacoda e viene centrata dalla Audi dell’incolpevole Dionisio. Entra in pista la safety car. Meneghello rientra intanto ai box. Al re-start Herbert è un fulmine e si porta subito quarto, anche se i commissari lo penalizzeranno per partenza anticipata. Cressoni fa un errore arrivando lungo e viene infilato da Cappellari e Cola che aveva precedentemente superato a sua volta. È lotta fra giganti quella tra Herbert e Morbidelli con quest’ultimo che al decimo giro passa l’inglese. Herbert si riprende la posizione, ma torna poi dietro, attaccato anche da Cola che lo passa nella tornata seguente sempre all’uscita del tornatino. Contemporaneamente Biagi super a Pigoli, tradito da una macchia d’olio, e si porta secondo. Il comasco a tempo scaduto resiste al “pressing” di Morbidelli e chiude terzo. LA CLASSIFICA DI GARA 1 (primi cinque): 1. Ferrara (Mercedes C63 AMG) 14 giri in 27’17”348; 2. Biagi (BMW M3 E92) a 1”773; 3. Pigoli (Mercedes C63 AMG) a 4”003; 4. Morbidelli (BMW M3 E92) a 4”284; 5. Cola (Audi RS4) a 4”621.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Superstars
Piloti Thomas Biagi , Luigi Ferrara , Max Pigoli
Articolo di tipo Ultime notizie