Webb vince il GP di casa, ma Herlings cala il tris Mondiale

Il pilota statunitense della Yamaha si è preso il gradino più alto del podio di Charlotte, ma Herlings ha chiuso i conti con i 45 punti della piazza d'onore, festeggiando il suo terzo alloro nella MX2 prima del salto in MXGP nel 2017.

Prima di quest’anno, Jeffrey “The Bullet” Herlings (Red Bull KTM) ha vinto due titoli Mondiali: quelli del 2012 e del 2013. Ha anche fatto due volte secondo nel 2014 e nel 2015 ma le due piazze d’onore sono però state il frutto di due infortuni, altrimenti per l’olandese i titoli conquistati sarebbero stati quattro.

Anche quest’anno, con la rottura della clavicola destra che gli ha fatto perdere ben tre gare iridate, sembrava che la sfortuna non dovesse abbandonarlo, ma il vantaggio costruito nelle gare precedenti ed un Jeremy Seewer (Suzuki World MX”) non in grado di sfruttare la sua assenza, hanno fatto in modo che l’ufficiale KTM potesse rientrare il fine settimana scorso ad Assen, con un vantaggio di tutto rispetto e, già prima della doppia trasferta americana, si sapeva che solo lui avrebbe potuto perdere un Titolo che lo ha visto sempre vincitore nei GP che ha disputato.

"Nella mia testa i titoli Mondiali sono cinque perché quelli del 2014 e 2015 li ho persi non per colpa mia. Contro gli infortuni non si può fare nulla. Sono quindi molto felice per il traguardo raggiunto. Riguardo alla gara, devo dire che mi sono divertito a battagliare con Cooper Webb. C’è chi dice che lui è più veloce di me e viceversa. Qui abbiamo fatto pari. Un primo ed secondo a testa. Per dirlo bisogna fare un Campionato intero. Una sola gara, per giunta su tracciato stile Supercross, non significa nulla".

La vittoria assoluta della gara che si è disputata all’interno dell’ovale di Charlotte, è andata a Cooper Webb, pilota di casa e ufficiale Yamaha USA. Webb ha fatto secondo nella prima manche ed ha vinto la seconda piegando la resistenza di Herling e quella del connazionale Austin Forkner che è poi risultato terzo anche nella Overall.

Altro pilota USA al quarto posto. Si tratta di Thomas Covington (Rockstar Husqvarna) che ha preceduto un concreto Kalvin Vlandereen (HSF Logistic KTM) ed un spento Jeremy Seewer. La settima posizione la conquista Mitchell Harrison mentre Max Anstie (Rockstar Husqvarna) è ottavo con lo stesso punteggio dell’americano. Chiudono la top ten il francese Benoit Paturel (Kemea yamaha) che è allenato dal campione francese Jacky Vimond e Brian Bogers (HSF Logistic KTM).

GP AMERICAS - CLASSIFICA MX2

1° Cooper Webb (USA – Yamaha) 47 punti; 2° Jeffrey Herlings (Olanda - KTM) 45; 3° Austin Forkner (USA – Kawasaki) 42; 4° Thomas Covington (USA - Husqvarna) 36; 5° Calvin Vlandereen (Olanda – KTM) 29; 6° Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 27; 7° Mitchell Harrison (USA – Yamaha) 26; 8° Max Anstie (GB - Husqvarna) 26; 9° Benoit Paturel (Francia - Yamaha) 25; 10° Brian Bogers (Olanda - KTM) 23.

CLASSIFICA CAMPIONATO MX2

1° Jeffrey Herlings (Olanda - KTM) 689 punti; 2° Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 595; 3° Benoit Paturel (Francia - Yamaha) 485; 4° Max Anstie (Inghilterra – Husqvarna) 473; 5° Pauls Jonass (Lettonia - KTM) 403; 6° Dylan Ferrandis (Francia – Kawasaki) 378; 7° Brian Bogers (Olanda – KTM) 372; 8° Samuele Bernardini (Italia – TM) 358; 9° Petar Petrov (Bulgaria Kawasaki) 351; 10° Aleksandr Tonkov (Russia – Yamaha) 320.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mondiale Cross Mx2
Evento GP d'America
Sub-evento Domenica
Piloti Cooper Webb , Jeffrey Herlings
Articolo di tipo Gara