GT World Challenge Europe Endurance
17 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
83 giorni
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
105 giorni
Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
47 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
54 giorni
MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
Prossimo evento tra
40 giorni
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
54 giorni
WRC
22 gen
-
26 gen
Evento concluso
13 feb
-
16 feb
Prossimo evento tra
19 giorni
WSBK
G
Phillip Island
28 feb
-
01 mar
Prossimo evento tra
34 giorni
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
48 giorni
Formula E
17 gen
-
18 gen
Evento concluso
14 feb
-
15 feb
Prossimo evento tra
20 giorni
WEC
12 dic
-
14 dic
Evento concluso
22 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
28 giorni
Lamborghini World Final 2019
Topic

Lamborghini World Final 2019

Lamborghini, PRO+PRO AM: Schandorff e Basz-Lewandowski Campioni

condivisioni
commenti
Lamborghini, PRO+PRO AM: Schandorff e Basz-Lewandowski Campioni
Di:
27 ott 2019, 15:32

Finale da brividi a Jerez con il danese che giunge secondo dietro Amici-Mitchell, ma è Re per differenza vittorie, mentre la coppia polacca sfrutta al meglio la penalità ad Ockey-Eidson per imporsi in PRO AM, dove non basta il cuore a Spinelli.

Andrea Amici e Sandy Mitchell sono i vincitori di Gara 2 della World Final Lamborghini in Classe PRO, ma il titolo Mondiale del Super Trofeo di categoria va a Frederik Schandorff solamente per differenza di vittorie in campionato.

La coppia della Prestige Performance ha infatti preceduto sul traguardo il pilota della Target Racing (in coppia questo weekend con Jonathan Cecotto), impattando a livello di punti i rivali vincitori di Gara 1 ieri, ma il titolo di questa World Final va a Schandorff, che ha trionfato più volte rispetto al duo rivale nel corso della stagione.

Epilogo incredibile anche in Classe PRO AM, con il titolo che va nelle mani di Karol Basz e Andrzej Lewandowski, anche in questo caso al termine di una gara a due facce, dopo il miracolo provato da Loris Spinelli.

Al via proprio quest'ultimo ha sfruttato al meglio la pole position per fuggire via, tenendosi dietro tutti i rivali PRO, ma soprattutto con Lewandowski ad arrancare dietro a Jacob Eidson, Eric Curran e Toshiyuki Ochiai fuori dalla Top10 assoluta.

Alberto Di Folco è balzato secondo con la Lambo della Target Racing, seguito da Mitchell, Cedric Sbirrazzuoli (Dream Racing Motorsport), Cecotto e Sergey Afanasyev (Bonaldi Motorsport), mentre Eidson si è trovato davanti a Kikko Galbiati (Imperiale Racing), Stuart Middleton (Bonaldi Motorsport) e Brandon Gdovic (PPM).

Nella prima metà di gara, un errore in frenata commesso da Tony Cairoli ha messo K.O. Alex Au (VS Racing), con il crossista che ha rovinosamente tamponato il rivale causando il ritiro di entrambi, prima ancora che Emanuele Pirro potesse prendere il suo posto sulla Huracan #222.

Spinelli ha imposto il suo ritmo e virtualmente si è visto Campione, con l'unico brivido corso poco prima della sosta ai box, quando si è ritrovato davanti il doppiato Vito Postiglione (salito al posto di Galbiati), che anziché dargli strada rispettando le bandiere blu ha preferito tirarsi dietro il leader.

La svolta di gara per entrambe le categorie è avvenuta nel corso dei pit-stop. Amici si è trovato al comando davanti a Davide Venditti (compagno di Di Folco), il quale ha commesso un errore andando in testacoda e lasciando la seconda posizione PRO a Schandorff.

Spinelli ha ceduto il volante a Gerard Van Der Horst, il quale non ha assolutamente mostrato di essere all'altezza della Classe PRO AM, girando terribilmente più lento di tutti (1'49" di media contro gli 1'43" degli altri), perdendo non solo il primo posto assoluto a vantaggio di tutti i PRO, ma venendo risucchiato rapidamente nel gruppo anche della sua categoria.

Per altro la grande beffa ha colpito Damon Ockey ed Eidson, visto che l'equipaggio della US RaceTronics si è visto recapitare un Drive Through per una irregolarità nella sosta ai box, finendo giù dal podio della Classe PRO AM.

Il finale da evitare per i deboli di cuore ha visto Amici resistere all'ultimo assalto di Schandorff, tagliando il traguardo davanti al danese per soli 0"8, mentre Kroes-Afanasyev completano il podio davanti a Ruberti-Sbirrazzuoli e Postiglione-Galbiati.

Middleton-Bartholomew sono sesti, seguiti da Venditti-Di Folco e Daly-Gdovic, con Niels Lagrange-Antony Lambert (Leipert Motorsport) e Axcil Jeffries-Vincent Schwartz (Konrad Motorsport) a risalire e completare la Top10.

In PRO AM la vittoria della gara è per Basz-Lewandowski per un soffio su Afiq Yazid-Ochiai (Hojust Racing), mentre Van Der Horst-Spinelli sono terzi nella volata finale con Harald Schlegelmilch-SHota Abkhazava (ArtLine Racing).

Lamborghini World Final - PRO+PRO AM: Gara 2

Prossimo Articolo
Domenicali: "Stagione super con l'uno due Daytona-Sebring!"

Articolo precedente

Domenicali: "Stagione super con l'uno due Daytona-Sebring!"

Prossimo Articolo

Caldarelli: "Ripetere il Blancpain è difficile"

Caldarelli: "Ripetere il Blancpain è difficile"
Carica commenti