Ufficiale: la Formula E sospende il campionato per due mesi

I responsabili della categoria hanno ufficializzato la decisione di fermare il campionato fino a maggio alla luce dell'emergenza per la diffusione del COVID-19.

Ufficiale: la Formula E sospende il campionato per due mesi

La FIA e la Formula E hanno annunciato ufficialmente la sospensione di due mesi della stagione 2019-20 del campionato a seguito del diffondersi dell’epidemia di COVID-19.

Le indiscrezioni circa una simile soluzione erano iniziate a circolare nella giornata di mercoledì, alla luce della dichiarazione di pandemia da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ma un annuncio ufficiale era atteso non prima di lunedì.

Stando a quanto appreso da Motorsport.com, gli organizzatori della serie avevano deciso di attendere fino al termine del Gran Premio di Australia prima di comunicare lo stop.

Nel comunicato si legge: “La decisione, presa in coordinamento con le autorità locali competenti, di sospendere temporaneamente le gare che si svolgono in città molto popolate, è stata presa come la linea d'azione più responsabile, a causa della continua diffusione del coronavirus ed a seguito dell’annuncio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che ha riconosciuto ufficialmente la COVID-19 una pandemia”.

"Dato che il benessere del personale, degli spettatori e dell'intera forza lavoro del campionato è la priorità, le misure precauzionali messe in atto impediranno alle gare di essere disputate durante un determinato periodo di tempo”.

La serie ha implementato un sistema di bandiere per determinare i tempi e la fattibilità per stabilire quando le gare potrebbero essere riorganizzate e quali eventi possono andare avanti senza conseguenze.

Le gare che cadono nei mesi di marzo e aprile sono state classificate come bandiere rosse, e questo significa che l'E-Prix di Parigi è stato annullato. Inoltre sembra ormai venuta meno la prospettiva di una gara al Circuito Ricardo Tormo, sede dei test pre-campionato di Formula E a Valencia.

Il mese di maggio è stato contrassegnato con bandiera gialla, per cui la possibilità di disputare una gara è stata tenuta aperta. Nonostante l’E-Prix di Seoul fosse stato programmato per il 3 maggio, adesso l’evento rientra tra quelli annullati come Sanya, Roma, Jakarta e Parigi.

Gli eventi di giugno e luglio sono stati contrassegnati con bandiera verde dalla Formula E, e quindi le gare di Berlino e New York, oltre alla doppia finale di stagione di Londra, dovrebbero disputarsi come previsto.

Alejandro Agag, il fondatore e presidente della Formula E, ha detto: Adesso è il momento di agire in modo responsabile ed è per questo che abbiamo deciso di sospendere temporaneamente la stagione e di procedere con l'introduzione di misure per congelare le gare nei prossimi due mesi”.

"Il motorsport gioca un ruolo importante nella nostra vita ed è importante, ma ciò che è più importante è la salute e la sicurezza del nostro personale, dei tifosi e delle loro famiglie, così come dei cittadini delle città in cui gareggiamo”.

"Il Campionato di Formula E tornerà a pieno regime una volta che la crisi sanitaria in corso e la diffusione di COVID-19 si sarà placata".

I responsabili della Formula E hanno aggiunto che continueranno a lavorare in collaborazione con la FIA e le autorità locali per valutare un calendario rivisto e tentare di riprogrammare le gare dopo la sospensione temporanea.

La FIA e la Formula E hanno annunciato ufficialmente la sospensione di due mesi della stagione 2019-20 del campionato a seguito del diffondersi dell’epidemia di COVID-19.

Le indiscrezioni circa una simile soluzione erano iniziate a circolare nella giornata di mercoledì, alla luce della dichiarazione di pandemia da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ma un annuncio ufficiale era atteso non prima di lunedì.

Stando a quanto appreso da Motorsport.com, gli organizzatori della serie avevano deciso di attendere fino al termine del Gran Premio di Australia prima di comunicare lo stop.

Nel comunicato si legge: “La decisione, presa in coordinamento con le autorità locali competenti, di sospendere temporaneamente le gare che si svolgono in città molto popolate, è stata presa come la linea d'azione più responsabile, a causa della continua diffusione del coronavirus ed a seguito dell’annuncio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che ha riconosciuto ufficialmente la COVID-19 una pandemia”.

"Dato che il benessere del personale, degli spettatori e dell'intera forza lavoro del campionato è la priorità, le misure precauzionali messe in atto impediranno alle gare di essere disputate durante un determinato periodo di tempo”.

La serie ha implementato un sistema di bandiere per determinare i tempi e la fattibilità per stabilire quando le gare potrebbero essere riorganizzate e quali eventi possono andare avanti senza conseguenze.

Le gare che cadono nei mesi di marzo e aprile sono state classificate come bandiere rosse, e questo significa che l'E-Prix di Parigi è stato annullato. Inoltre sembra ormai venuta meno la prospettiva di una gara al Circuito Ricardo Tormo, sede dei test pre-campionato di Formula E a Valencia.

Il mese di maggio è stato contrassegnato con bandiera gialla, per cui la possibilità di disputare una gara è stata tenuta aperta. Nonostante l’E-Prix di Seoul fosse stato programmato per il 3 maggio, adesso l’evento rientra tra quelli annullati come Sanya, Roma, Jakarta e Parigi.

Gli eventi di giugno e luglio sono stati contrassegnati con bandiera verde dalla Formula E, e quindi le gare di Berlino e New York, oltre alla doppia finale di stagione di Londra, dovrebbero disputarsi come previsto.

Alejandro Agag, il fondatore e presidente della Formula E, ha detto: Adesso è il momento di agire in modo responsabile ed è per questo che abbiamo deciso di sospendere temporaneamente la stagione e di procedere con l'introduzione di misure per congelare le gare nei prossimi due mesi”.

"Il motorsport gioca un ruolo importante nella nostra vita ed è importante, ma ciò che è più importante è la salute e la sicurezza del nostro personale, dei tifosi e delle loro famiglie, così come dei cittadini delle città in cui gareggiamo”.

"Il Campionato di Formula E tornerà a pieno regime una volta che la crisi sanitaria in corso e la diffusione di COVID-19 si sarà placata".

I responsabili della Formula E hanno aggiunto che continueranno a lavorare in collaborazione con la FIA e le autorità locali per valutare un calendario rivisto e tentare di riprogrammare le gare dopo la sospensione temporanea.

 

condivisioni
commenti
Coronavirus: posticipato anche l'E-Prix di Jakarta
Articolo precedente

Coronavirus: posticipato anche l'E-Prix di Jakarta

Prossimo Articolo

Nissan: Volpe sostituisce Carcamo a capo della sezione motorsport

Nissan: Volpe sostituisce Carcamo a capo della sezione motorsport
Carica commenti
Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo Prime

Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo

Andare costantemente a punti potrebbe non essere la scelta vincente per puntare al titolo in Formula E, complice anche un format di qualifica penalizzante per i piloti di vertice e creato per scompigliare le carte.

Formula E
23 lug 2021
Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento Prime

Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento

L'E-Prix nel Principato ha messo a nudo le inferiorità tecnico-velocistiche delle monoposto elettriche, che però hanno regalato una corsa molto bella sfruttando al meglio le proprie caratteristiche su un tracciato che non è stato pensato apposta per loro.

Formula E
11 mag 2021
Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro Prime

Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro

Lontana dai centri cittadini la Formula E ha evidenziato tutte le sue lacune. L'esperimento di Valencia servirà da lezione per gli organizzatori della categoria che hanno ottenuto un richiamo mediatico enorme, ma per i motivi sbagliati...

Formula E
27 apr 2021
Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma Prime

Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma

Nel weekend dell'E-Prix di Roma il pilota della DS Techeetah ed il belga della Mercedes sono riusciti a conquistare due vittorie dopo due incidente che avrebbero potuto gettare tutto al vento. Scopriamo come è stato possibile.

Formula E
13 apr 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E Prime

Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E

La Casa giapponese ha confermato il proprio impegno nella categoria elettrica anche per i prossimi anni e questo è un chiaro segno che denota come la Formula E non sia solo una ottima piattaforma di marketing.

Formula E
1 apr 2021
Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili! Prime

Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili!

Con la nuova stagione di Formula E che ha preso il via in Arabia Saudita, il campionato è sembrato cercare di recuperare il tempo perduto con un eccesso di azione e polemiche dentro e fuori la pista. Mentre alcuni punti di discussione potrebbero avere gravi ripercussioni, è stata un'apertura di 2021 esplosiva per molte ragioni.

Formula E
4 mar 2021
Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi Prime

Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi

Stelle di altri mondi è la rubrica in cui Roberto Chinchero, prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta la carriera nel motorsport di piloti che la F1 non hanno potuto fare altro che sognarla nonostante il grande talento o che nel Circus iridato sono state talentuose meteore. Buon ascolto!

Formula E
18 feb 2021