Le nuove qualifiche della Formula E seguiranno la classifica

condivisioni
commenti
Le nuove qualifiche della Formula E seguiranno la classifica
Di: Alex Kalinauckas
05 lug 2018, 07:00

Dal round di apertura della stagione 5 i quattro gruppi da sei piloti non saranno più sorteggiati, ma rispetteranno l’ordine della graduatoria generale. Novità anche per peso minimo, regen, FanBoost e gomme, mentre spariranno i “jolly”.

Tra le tante novità del Campionato FIA di Formula E 2018-2019 ci sarà anche il sistema di selezione dei gruppi per le qualifiche, non più basato sulla sorte, ma a seconda dalla propria posizione nel ranking assoluto in virtù dell'ingresso della scuderia HWA.

Per quanto concerne la gara inaugurale in Arabia Saudita il 15 dicembre 2017, l’ordine sarà quello della classifica finale della stagione 4.

Dal punto di vista tecnico non esisterà più il “jolly” , ma ogni pilota verrà dotato di due motori elettrici, due cambi, due inverter e un pacco batteria.

In caso di utilizzo di ulteriori ricambi, il driver arretrerà di 20 posizioni nella gara successiva. Qualora non dovessero esserci abbastanza posti, verranno applicati un “drive through” e una penalità in tempo. 

Leggi anche:

Il “regen” potrà essere utilizzato in qualunque fase della corsa e i vincitori del FanBoost potranno usufruirne soltanto quando attivato l’Hyperboost.

E proprio a proposito dello stile Mario Kart, che entrerà in vigore il prossimo anno, il patron della serie al 100 per cento elettrica Alejandro Agag ha dichiarato a Motorsport.com.

“Le finestre di attivazione verranno decise dalla FIA prima di ciascun appuntamento per un totale di otto minuti. A metà ottobre faremo un primo test per capire le reazioni e come farlo funzionare”.

Il peso minimo auto-pilota passerà da 880 a 900 chilogrammi e in regime di parco chiuso si potranno ora trasferire i dati dalla macchina al team.

Sul fronte gomme, non verranno più forniti in anticipo gli pneumatici da bagnato, mentre ogni pilota avrà a disposizione per ciascun evento quattro set di anteriori e quattro di posteriori. Infine, non sarà più obbligatorio usare uno dei treni di coperture usate nel round precedente. 

 
Prossimo Articolo
Sull'isola di Hainan una seconda gara di Formula E in Cina

Articolo precedente

Sull'isola di Hainan una seconda gara di Formula E in Cina

Prossimo Articolo

Alejandro Agag: “L’ePrix di Zurigo è stato veramente il top!”

Alejandro Agag: “L’ePrix di Zurigo è stato veramente il top!”
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Autore Alex Kalinauckas