Garage proibiti per i tecnici della Williams in F.E!

condivisioni
commenti
Garage proibiti per i tecnici della Williams in F.E!
Sam Smith
Di: Sam Smith
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Svizzera
30 mar 2016, 12:59

La nascente collaborazione tra la factory di Grove e la Jaguar per il Campionato FIA 2016-2017 e l'ingaggio di Okan Tur hanno indotto l'Autorità Sportiva ad accogliere le rimostranze delle altre squadre...

Il vincitore Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, nel parco chiuso
Nick Heidfeld, Mahindra Racing
Bruno Senna, Mahindra Racing
Nick Heidfeld, Mahindra Racing
Nick Heidfeld, Mahindra Racing

La Williams Advanced Engineering, i progettisti e i fornitori coinvolti nella realizzazione delle batterie di Formula E per tutte le squadre della categoria “full electric” vedranno d'ora in poi notevolmente ridotto il loro ruolo operativo, fin qui chiave.

In una mossa concordata tra la FIA, la Spark Racing Technology e la stessa WAE, è stato deliberato che tutti i tecnici di supporto vedranno infatti limitata la loro frequentazione dei garage delle scuderie in occasione degli ePrix durante tutti i fine settimana di gara.

Si ritiene che la decisione, una sorta di “golpe bianco”, sia scaturita dopo un incontro della FETA (l'associazione che raggruppa le squadre di Formula E) a Buenos Aires all'inizio di febbraio, ed è stata innescata dalla partnership fra la Williams Advanced Engineering e il nascente programma della Jaguar.

Si ritiene infatti che, dalla gara messicana in poi, gli ingegneri della Spark Racing Technology abbiano assunto la responsabilità di scaricare i dati telemetrici delle squadre al posto degli ingegneri WAE, che precedentemente avevano accesso ai garage e alle auto per estrarre senza problema alcuno le informazioni.

La modifica nella procedura operativa, secondo quanto risulta alla redazione di Motorsport.com, dovrebbe rimanere in vigore per il resto della stagione in corso, ed è probabile che tale dinamica risulti avere carattere permanente fino all'arrivo sulle piste del team Jaguar di Formula E.

La situazione, abbastanza controversa e delicata, è sorta dopo le preoccupazioni sollevate da parte di alcuni team principal e ingegneri proprio in relazione alla collaborazione fra i due marchi britannici, resa pubblica poco prima di Natale e comunque, in passato, già foriera della costruzione della C-X75 ibrida, utilizzata nei film di James Bond.

Si ritiene che il reclutamento in seno alla Jaguar del capo degli ingegneri elettronici della Williams Advanced Engineering, Okan Tur, come responsabile dello sviluppo del progetto in Formula E per lo storico marchio britannico, sia stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, rischiando di compromettere la gelosa riservatezza delle compagini avversarie.

Okan Tur non era presente all'ePrix di Città del Messico, occasione che ha visto la maggior parte degli ingegneri della WAE utilizzare gli uffici nel paddock e sulla pit-lane anziché accedere direttamente ai box per procedere al consueto lavoro di raccolta dei dati, che era la funzione primaria assicurata dagli uomini della Williams Advance Engineering nei garage delle squadre in tutti gli eventi precedenti.

Non è chiaro se il supporto operativo in pista degli uomini di Grove subirà ulteriori evoluzioni nel corso della terza stagione di vita del Campionato FIA una volta che anche la Jaguar sarà impegnata nella specialità “full electric”.

Prossimo articolo Formula E
Luigi Mazzola è il nuovo direttore tecnico della Venturi

Articolo precedente

Luigi Mazzola è il nuovo direttore tecnico della Venturi

Prossimo Articolo

Vittoria e leadership per Lucas Di Grassi negli Stati Uniti!

Vittoria e leadership per Lucas Di Grassi negli Stati Uniti!
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Autore Sam Smith
Tipo di articolo Ultime notizie