Dragon Racing e Faraday Future ufficialmente separate

condivisioni
commenti
Dragon Racing e Faraday Future ufficialmente separate
Tradotto da: Chiara Rainis, Motorsport.com Switzerland
27 nov 2017, 18:36

I due gruppi USA avevano creato una partnership tecnica prima della stagione 2016-2017 sulla base di un contratto pluriennale che prevedeva una rinnovata denominazione in Faraday Future Dragon Racing, ma la liaison ora è finita...

Neel Jani, Dragon Racing
Jérôme D'Ambrosio, Dragon Racing
Jérôme D'Ambrosio, Dragon Racing
Neel Jani, Dragon Racing
Neel Jani, Dragon Racing
Neel Jani, Dragon Racing
Neel Jani, Dragon Racing
Jérôme D'Ambrosio, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Neel Jani, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Loic Duval, Dragon Racing
Loic Duval, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Loic Duval, Dragon Racing

Nonostante sulla entry list 2017-2018 il team fosse stato registrato soltanto come Dragon Racing, la Faraday Future aveva continuato a sostenere l’effettività della collaborazione non solo per il campionato in avvio, ma anche per la successiva stagione in Formula E. Ora però, secondo quanto appreso da Autosport, il rapporto si è concluso con effetto immediato. 

 

La Faraday Future è una compagnia californiana lanciata nel 2014 nel campo delle tecnologie ed è stata title sponsor della gara di Long Beach nel 2016, prima di unirsi alla squadra di Jay Penske con cui ha vinto i due round iniziali della passata stagione. 

 

Dopo una seconda e una quarta piazza assolute conquistate nelle prime due repliche della Formula E, nel 2017 la squadra americana ha terminato ottava e senza podi e di recente ha mandato sulle strade di Pikes Peak una versione dalla livrea simil Formula E della sua FF91 di serie. Un modello tutt’ora non in vendita. 

L’azienda si è altresì trovata ad affrontare delle problematiche con il finanziatore cinese LeECo e la perdita di alcuni membri chiave dello staff, incluso il capo del motorsport, Nate Schroeder, e l’ex boss della Ferrari in Formula 1, Marco Mattiacci, oltre ad aver ritardato la costruzione della nuova base in Nevada. 

 

Per quanto concerne la formazione che vedremo in azione a partire da Hong Kong, la Dragon Racing farà affidamento sull’ex pilota Porsche in LMP1, Neel Jani, subentrato al posto di Loïc Duval, e sul confermato Jérôme D’Ambrosio. 

 

Il team, infine, starebbe valutando la possibilità di unirsi ad un altro costruttore, benché non si sappia molto di più...

Prossimo Articolo
Martin Whitmarsh nel Consiglio Consultivo Globale della F.E

Articolo precedente

Martin Whitmarsh nel Consiglio Consultivo Globale della F.E

Prossimo Articolo

Filippi: “Sfrutterò l'esperienza fatta sui tracciati IndyCar!”

Filippi: “Sfrutterò l'esperienza fatta sui tracciati IndyCar!”
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Team Dragon Racing