Button: "Abbiamo fatto un deciso passo avanti con la power unit"

Il britannico ha lodato la power unit Honda per l'affidabilità trovata ed ha espresso perplessità sulle nuove coperture introdotte dalla Pirelli dal rapido degrado.

La giornata di test svolta da Jenson Button può definirsi positiva. Il pilota della McLaren è riuscito a percorrere ben 121 giri con la sua Mp4-31, conquistando il quinto tempo in classifica ed alternando l'utilizzo delle gomme medie per lo svolgimento di long run a quello delle soft per comprendere le prestazioni velociste della vettura ed il degrado delle stesse.

Al termine dei test, Button è apparso molto soddisfatto per i progressi del propulsore, specie per quanto riguarda l'affidabilità: "C'è stato un notevole progresso con la power unit. Ovviamente vedendo dove sono i nostri rivali in questo momento abbiamo ancora molto da lavorare, specie per quel che riguarda la velocità di punta. Oggi siamo riusciti a percorrere 121 giri, segno che siamo sulla strada giusta anche per quel che riguarda l'affidabilità. Dobbiamo incrociare le dita, ma adesso possiamo cercare di sviluppare la power unit per ottenere performance migliori e vedere cosa accadrà".

Il campione del mondo 2009 ha ricevuto ottime sensazioni dalla Mp4-31: "Abbiamo ancora molto lavoro da svolgere prima di poterci definire competitivi. Abbiamo effettuato un test votato alla comprensioni delle varie componenti aerodinamiche ed al degrado degli pneumatici. Posso dire che il feeling con la vettura è ottimo e reagisce bene ad ogni regolazione. I prossimi due giorni di test saranno importanti per trovare l'assetto ideale ed essere pronti per Melbourne. Quando ero in pista ho comunicato via radio con i box di avere un ottimo feeling con il bilanciamento della vettura.  Adesso dobbiamo cercare di avere gli ultimi due giorni di test senza problemi in modo da poter accumulare quanti più giri possibili".

Anche Jenson ha espresso la propria opinione circa il nuovo format delle qualifiche, definendolo divertente anche se ritiene che siano altri i problemi da affrontare: "Mi piacciono le nuove regole, le trovo divertenti e credo che qualcuno potrà commettere qualche errore che ci potrà favorire. Credo, tuttavia, che ci siano aspetti più importanti che la Formula 1 debba cambiare più che il format delle qualifiche".

La Mp4-31 ha sfoggiato oggi un nuovo retrotreno, più ampio rispetto alla versione vista alla presentazione, dando così l'addio alla filosofia "size-zero" ma trovando finalmente la tanto agognata affidabilità. Button ha riscontrato positivamente i progressi fatti in questa stagione dal motorista giapponese: "C'è stato un notevole progresso per quel che riguarda il motore nonostante qualche problema di affidabilità, ma c'è una grande differenza rispetto alla power unit del 2015. Lo scorso anno, in alcuni circuiti perdevamo anche sei decimi al giro in gara, adesso posso affermare che è stato compiuto un deciso passo avanti nella giusta direzione. Come ho già detto dobbiamo evolvere la vettura in ogni area, non soltanto con riferimento al propulsore".

Il britannico, infine, ha espresso la sua opinione sulle nuove coperture Pirelli, definendosi perplesso per il rapido decadimento di prestazioni delle gomme: "Credo che molti piloti si troveranno in difficoltà nel capire i nuovi pneumatici. Il graining arriva molto rapidamente anche con le gomme medie, c'è un degrado è notevole. Cercare di prevenire questo decadimento sarà impossibile ed è un peccato perché era una parte di questo sport che apprezzavo. Credo che dopo le prime gare dove magari qualche team commetterà degli errori nella scelta delle gomme, la situazione dovrebbe stabilizzarsi in seguito". 

"

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Barcellona, test di Marzo
Sub-evento Mercoledì
Circuito Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Jenson Button
Team McLaren
Articolo di tipo Intervista