CISP: Matteo Pollini imbattibile ad Imola

Il pilota della ASD Giacomo Race si impone nelle due gare del Santerno. A podio in Gara 1 vanno anche Uboldi e Mazzola, in Gara 2 Molinaro e Roccadelli.

CISP: Matteo Pollini imbattibile ad Imola

GARA 1

Non poteva esserci inizio migliore per il penultimo round del Campionato Italiano Sport Prototipi.

Una gara combattuta dal primo all’ultimo giro che ha regalato la seconda vittoria stagionale a Matteo Pollini, bravo ad approfittare dell’indecisione di Rocco Mazzola in partenza e a prendersi la leadership, ma soprattutto bravo a mantenere il sangue freddo dopo le ripartenze da safety car, resistendo agli attacchi di uno scatenato Davide Uboldi.

Sul podio anche il poleman Rocco Mazzola che, nonostante alcuni errori, riesce a recuperare terreno e a piazzarsi sul terzo gradino del podio, conquistando anche la vittoria tra i rookie e tra gli Under 25.

Quarta piazza per lo spagnolo Fidel Castillo che precede, sotto alla bandiera a scacchi, il leader di classifica Danny Molinaro e Matteo Roccadelli, ancora una volta autore di una rimonta spettacolare. A chiudere la top 10 di gara 1 Bernardo Manfrè, Andrea Mosca, Giancarmine Spadaro e Santiago Mejia.
Prima del via di gara 1 all’Enzo e Dino Ferrari di Imola, problemi elettronici per Michele Fattorini che viene riportato ai box ed è costretto ad alzare bandiera bianca ancora prima dei semafori verdi.

Al via, scatta bene Matteo Pollini che prende il comando davanti ad Uboldi, bravo ad inseguire il bresciano, approfittando dell’indecisione di Mazzola. Roccadelli parte benissimo e recupera 8 posizioni in pochi metri, dando inizio all’ennesima rimonta della sua stagione.

Mazzola prova ad attaccare Uboldi, bravo a difendersi nonostante una vettura più pesante. Perde terreno Pigozzi dopo un testacoda in Rivazza che costringe il direttore di gara Gianluca Marotta a far entrare in pista la safety car, nel mentre anche Andrea Baiguera si ferma alla Variante Alta per un problema tecnico. Al restart Uboldi è subito aggressivo su Pollini che si difende perfettamente.
Image

Sbaglia Mazzola nel corso del sesto giro, aprendo la porta a Danny Molinaro e Mirko Zanardini, ma il potentino è bravo ad infilare nuovamente il bergamasco alla Tosa che, successivamente, va in testacoda alla Variante Alta perdendo molto terreno.

Si ferma anche Filippo Lazzaroni per problemi tecnici, mentre a 7 minuti dal termine è Alessio Salvaggio a girarsi in Rivazza terminando la sua gara nella sabbia e costringendo nuovamente la safety car ad entrare in pista. Alla ripartenza Uboldi è super aggressivo, ma Pollini resiste.

Prova ad approfittarne Molinaro che, però, sbaglia e viene passato da Mazzola e Castillo. Anche Coluccio, autore di una buona gara, è costretto ad alzare bandiera bianca a pochi metri dal traguardo per problemi tecnici alla sua Wolf GB08 Thunder.

GARA 2

Una vittoria che significa campionato totalmente riaperto quella di Matteo Pollini sull’Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Il bresciano, Campione Italiano nel 2018, ci mette poco a rimontare dall’ottava piazza e portarsi al comando della gara, approfittando anche di un testacoda di Rocco Mazzola, sino a quel momento in testa.

Alle sue spalle la lotta per il podio è agguerrita con Molinaro, autore di una brutta partenza per problemi al cambio, che finisce in ultima posizione e poi riesce a risalire la classifica sino al secondo posto dopo un’avvincente sfida con Matteo Roccadelli e Davide Uboldi.

Il piemontese, nonostante l’ala piegata riesce a conquistare la terza piazza anche grazie alla resa del comasco che accusa problemi al cambio nel corso delle ultime tornate. In quarta posizione chiude Fidel Castillo che precede Andrea Baigurea, bravo a recuperare terreno dopo un contatto con Mejia.

Ottimo sesto posto per Steve Brooks che vince anche tra i master precedendo sul traguardo Davide Pigozzi, Alessio Salvaggio, Jeffrey Nelson e Davide Uboldi che, nonostante lo stop, si classifica nella top 10.

In gara 2 non si schiera Luigi Coluccio, afflitto da problemi anche in gara 1. Allo start molta confusione con Andrea Lazzaroni che finisce subito la sua gara nella sabbia della variante del Tamburello e Danny Molinaro che sfila nelle ultime posizioni, mentre Matteo Roccadelli subisce un tamponamento che piega l’ala posteriore. Mazzola, scattato dalla terza fila, recupera posizioni e arriva sul leader Andrea Mosca alla Variante Alta, passandolo agilmente.

Davide Uboldi è agguerrito e riesce a passare Roccadelli e Manfrè prendendosi la quarta posizione nel corso del secondo giro, agguantando successivamente il podio, sorpassando Mosca e portandosi alle spalle di Rocco Mazzola e Matteo Pollini, autore di un’ottima partenza. Safety Car che entra in pista nel corso del terzo giro dopo un contatto che coinvolge Manfrè, giratosi alla Tosa e colpito da un incolpevole Mirko Zanardini che a sua volta non riesce ad essere evitato da Giancarmine Spadaro.

La ripartenza vede il testacoda del leader di gara Rocco Mazzola che rimane fermo al Tamburello nel tentativo di tenere alle spalle un aggressivo Pollini, mentre alla Villeneuve si gira Baiguera che viene incolpevolmente centrato da Mejia costringendo nuovamente la safety car ad entrare in pista.

Viene in questo modo avvantaggiato Danny Molinaro che riesce a recuperare diverse posizioni e alla ripartenza riesce ad infilare Roccadelli per la terza posizione, ma nel giro successivo il calabrese prova ad infilare Uboldi che allunga la staccata alla prima variante del tracciato imolese consentendo a Roccadelli di passare nuovamente il leader di classifica.

La lotta per il podio continua con Molinaro che si prende nuovamente il terzo gradino su Roccadelli a 3 minuti dal termine e va ad insidiare Uboldi con Pollini che allunga.

Problemi per Fattorini che finisce in sabbia e perde terreno dalla quinta piazza mentre cambiano nuovamente le posizioni per il podio con Molinaro che passa Uboldi dopo la Tosa e Roccadelli che si prende la terza posizione per qualche metro prima di subire nuovamente il sorpasso di Uboldi. Il comasco deve, poi, alzare bandiera bianca lasciando strada al giovane vercellese che chiude terzo alle spalle di Pollini e Molinaro.

A Vallelunga, tra due settimane, sarà vera sfida per il titolo tricolore.

CISP - Imola: Gara 1

CISP - Imola: Gara 2

condivisioni
commenti
CISP, Mugello: Uboldi torna dopo 2 anni e fa doppietta!
Articolo precedente

CISP, Mugello: Uboldi torna dopo 2 anni e fa doppietta!

Prossimo Articolo

CISP, Vallelunga: vincono Pollini e Uboldi, Molinaro Campione 2021

CISP, Vallelunga: vincono Pollini e Uboldi, Molinaro Campione 2021
Carica commenti