Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Analisi
Formula 1 GP di Gran Bretagna

F1 | Ferrari: ci sarà una notte di dubbi sulla strada da prendere

La Scuderia ha schierato due SF-24 in configurazioni diverse: Leclerc aveva la versione "Barcellona" con gli ultimi aggiornamenti, mentre Sainz disponeva della rossa vista fino a Montreal. Le due macchine sono racchiuse in un decimo e la supremazia cambia fra il giro secco e il long run. Una scelta non facile da prendere.

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

È stato un venerdì molto intenso quello completato dalla Ferrari a Silverstone. Gli esiti delle due sessioni di prove libere sono destinati ad essere un crocevia non solo per il weekend del Gran Premio di Gran Bretagna, ma anche in vista dei prossimi appuntamenti.

L’osservato speciale è stato l’ultimo pacchetto di aggiornamenti portato in pista nel weekend di Barcellona, confermatosi non immune da problemi sia nel fine settimana di Montmelò che nel successivo di Spielberg. A Silverstone è finito sotto esame, con un test comparativo tra la monoposto di Leclerc, che ha girato con la configurazione ‘Barcellona’ e quella di Sainz, tornato al pacchetto utilizzato fino a Montreal.

Carlos Sainz, Ferrari SF-24

Carlos Sainz, Ferrari SF-24

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Nella FP2 il più veloce è risultato Leclerc, ma non in modo netto. La differenza di performance tra le due monoposto non è stata tale da poter avere uno scenario chiaro, complicando un po' il lavoro degli ingegneri, attesi ad una lunga serata di analisi.

Nella simulazione di qualifica la differenza cronometrica tra Leclerc (quinto) e Sainz (ottavo) è stata di 0”099, sul passo gara Leclerc ha coperto dieci giri con gomme medie girando sul passo di 1’32”559, mentre Sainz, dopo un primo run con pneumatici soft, ha montato successivamente le medie coprendo otto giri sul ritmo di 1’32”447. Tutto resta nel margine di un decimo.

“La giornata è stata utile – ha commentato Leclerc – ci sarà un grande lavoro di analisi da fare prima di prendere una decisione in vista di domani. Complessivamente non siamo però stati particolarmente veloci, sembra che la Red Bull e la McLaren siano molto più avanti questo fine settimana, ma spero di sbagliarmi”.

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari

Foto di: Erik Junius

L’impressione di Leclerc è stata confermata anche da Sainz: “Sicuramente la McLaren sembra essere un passo avanti, d’altronde lo abbiamo visto negli ultimi due fine settimana e sento che sarà così anche in questo weekend. Ovviamente stiamo cercando di fare tutto il possibile per comprendere questo pacchetto e come renderlo più veloce, ma al momento la McLaren è in una categoria a parte”.

Gli ingegneri della Scuderia potrebbero anche fare una scommessa sul meteo. Il problema emerso sulla monoposto di Leclerc è stato, come previsto, il bouncing, visibile in modo chiaro nei tratti più veloci. In caso di pioggia, con velocità mediamente più basse, il saltellamento diventa meno impattante ed il carico aerodinamico (maggiore sulla monoposto provata da Leclerc) sarebbe un vantaggio importante nelle curve lente.

Se, invece, la pista si confermerà asciutta, per la Ferrari la prospettiva non sembra essere diversa rispetto a quella di Barcellona e Spielberg, ovvero quarta forza anche dietro a Mercedes. Nel venerdì di Silverstone c’è stata comunque una ‘ferrarina’ che si è messa sotto i riflettori.

L’exploit di Nico Hulkenberg, sorprendentemente quarto nella simulazione di qualifica, ha aumentato i punti interrogativi sull’operato della Scuderia. Il problema per la Ferrari non sembra essere la correlazione con la galleria del vento, condivisa con la Haas, che ha subito trovato in pista i riscontri attesi...

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Leclerc: "McLaren distante. Decideremo quale pacchetto usare"
Prossimo Articolo Video F1 | Ghini: "Il mercato piloti con più dubbi che certezze"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia