Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Analisi
Formula 1 GP di Gran Bretagna

F1 | Simulazione Megaride: a Silverstone si temono i carichi laterali

Per il GP di Gran Bretagna la Pirelli ha scelto le tre mescole di mescola più dura perché il tracciato nell'ex aeroporto mette a dura prova gli pneumatici per gli elevati carichi longitudinali in trazione e frenata, e laterali nello snake formato da Maggots-Becketts-Chapel e dalla Copse.

Grafico MegaRide, Gran Bretagna

Grafico MegaRide, Gran Bretagna

Foto di: MegaRide

Dopo lo scoppiettante finale al Red Bull Ring, la F1 torna sotto i riflettori per il terzo weekend consecutivo. Il mondiale riparte dallo storico tracciato di Silverstone per il GP di Gran Bretagna.

La pista inglese, che nel 1950 ha ospitato la prima gara del campionato mondiale di F1, è molto impegnativa dal punto di vista tecnico. È caratterizzata da lunghi rettilinei e da diverse curve di medio-alta percorrenza che generano notevoli carichi laterali rendendo la gestione delle gomme molto critica.

Tanto impegnativa, quanto spettacolare, è la sequenza di curve dalla 10 alla 14: Maggots-Becketts-Chapel, che richiedono elevata velocità di percorrenza ed estrema precisione in ingresso curva.

Grafico MegaRide, Gran Bretagna

Grafico MegaRide, Gran Bretagna

Foto di: MegaRide

  • Dal grafico delle temperature è evidente il notevole stress termico a cui sono sottoposte le coperture. L’anteriore e la posteriore sinistra sono quelle maggiormente sollecitate soprattutto nell’appassionante snake, da curva 10 a curva 14, dove serve tanta velocità di percorrenza e precisione per affrontarlo al meglio.
  • Per questo weekend Pirelli ha scelto il set più duro a sua disposizione: C1-C2-C3, per gestire al meglio gli elevati carichi laterali.
  • L’abrasione su questo circuito è elevata e sarà una variabile molto importante da considerare per ottimizzare la gestione degli pneumatici.
Grafico MegaRide, Gran Bretagna

Grafico MegaRide, Gran Bretagna

Foto di: MegaRide

Dal grafico delle usure traspare subito l’elevato stress atteso su tutti gli pneumatici con livelli di usura alti, come già visto nel Gran Premio del Giappone. Tale usura deriva dalla combinazione degli elevati carichi laterali e da un’abrasione medio-alta del tracciato.

Leggermente più bassa l’usura per gli pneumatici di destra per il minor numero di curve a sinistra. Estremante importante, quindi, sarà la gestione delle gomme e le strategie ai box. Da non sottovalutare, però, la variabile meteo che in terra inglese potrebbe risultare instabile nonostante il periodo estivo.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Pirelli dà spazio alle gomme dure sui curvoni di Silverstone
Prossimo Articolo F1 | Vasseur: "Gli aggiornamenti danno più carico. Andiamo avanti!"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia