Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

F1 | Test Pirelli: Leclerc al Mugello con la Ferrari SF-24

La Casa milanese ha scelto la pista del Cavallino per sviluppare le gomme slick per la stagione 2025: il monegasco, dopo il ritiro nel GP del Canada, ha svolto un intenso programma di lavoro sulla SF-24, mentre domani sarà il turno di Carlos Sainz.

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

Foto di: Pirelli

La Ferrari è tornata a girare al Mugello, anche se la pista del Cavallino è uscita dal radar del mondiale di Formula 1. Il tracciato toscano di proprietà del marchio di Maranello è stato scelto dalla Pirelli per lo sviluppo delle gomme 2025, seguendo il piano concordato dal fornitore unico milanese con la FIA.

Si è trattato del quinto test di sviluppo dopo Barcellona, ​​Jerez de la Frontera, Suzuka e Le Castellet. In pista giovedì c’era Charles Leclerc con la SF-24: dopo il ritiro patito domenica nel GP del Canada al seguito di un problema di misfiring al motore,il monegasco  è tornato in attività per seguire l’evoluzione degli pneumatici per il prossimo anno. Charles ha effettuato test comparativi tra diverse mescole e costruzioni in vista del 2025.

Data la natura di questo particolare tracciato, è stata prestata particolare attenzione alle mescole più dure della gamma prevista per la prossima stagione, con l'obiettivo strategico principale di ridurre il surriscaldamento. Nel pomeriggio ha piovuto, il che ha reso necessarie le gomme intermedie, proseguendo così il lavoro iniziato sul circuito del Paul Ricard. A fine giornata Leclerc aveva completato 120 giri, pari a 630 chilometri.

Domani sarà il turno di Carlos Sainz che completerà la due giorni in Toscana: l’impianto di Scarperia è stato scelto per la varietà del suo disegno che propone un lungo rettilineo e abbina curvoni in appoggio molto veloci a chicane da bassa percorrenza, offrendo uno scenario molto utile verso la definizione delle nuove coperture.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Allison: “Le novità funzionano, ma Montreal ci ha aiutato”
Prossimo Articolo F1 | La FIA deroga ai 17enni: vedremo Antonelli sulla Mercedes?

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia