Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
WSBK Misano

SBK | Sconforto Rea: “È una m…! Inizio a risentirne a livello mentale”

Jonathan Rea non riesce a vedere la luce in fondo al tunnel e continua a faticare in sella alla Yamaha, con cui non si è trovato a proprio agio nemmeno nel round di Misano, disputato questo fine settimana. Il sei volte iridato non nasconde la frustrazione e la difficoltà di sostenere mentalmente questa situazione.

Jonathan Rea, Pata Yamaha WorldSBK

Jonathan Rea, Pata Yamaha WorldSBK

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Era andato via da Kawasaki per cercare nuovi stimoli e, perché no, tornare sul gradino più alto del podio. Tuttavia, l’avventura di Jonathan Rea con Yamaha si sta rivelando più complicata di quanto ci si aspettasse, perché ad oggi il sei volte iridato non è ancora riuscito a trovare il giusto feeling con la R1 e la frustrazione di non ottenere i risultati sperati inizia a farsi sempre più grande.

A Misano non è stato diverso, una qualifica complicata ha portato il nordirlandese a scattare dalla 15esima casella, con una caduta in Gara 1 che gli ha procurato un’escoriazione al polso sinistro. Un susseguirsi di momenti difficili per il sei volte campione del mondo, che dopo i test svolti su questa pista si aspettava qualcosa di più dal weekend da poco concluso: “Non dico che i test fossero stati super buoni, ma non erano andati male.  I tempi sul giro sono stati fatti con la gomma da qualifica, perché prima ero fuori dalla top 10”.

“Ma il weekend non è andato come mi aspettavo, in qualifica ho trovato una bandiera gialla e poi c'è stata la caduta in Gara 1. Non è buono essere solo in quinta fila sulla griglia. Toprak Razgatlioglu è attualmente molto forte, ma anche il secondo gruppo alle spalle delle due Ducati ufficiali è stato molto veloce. Bisogna essere nelle prime posizioni per tenere il passo. Non è stato il mio caso”, ha spiegato Rea al termine del fine settimana di Misano.

Jonathan Rea, Pata Yamaha WorldSBK

Jonathan Rea, Pata Yamaha WorldSBK

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

La caduta di Gara 1 ha inevitabilmente condizionato le due gare della domenica, soprattutto la seconda manche. Perciò, da Donington si ripartirà da zero per cercare di dare una svolta a questa stagione che di positivo ha ben poco: “Non avevo alcuna informazione sulla gara di domenica per la caduta di sabato, con la SCQ la Superpole Race è stata un caos. In Gara 2 l'unico obiettivo era arrivare al traguardo e costruire una base, perché la mia fiducia al momento è molto bassa. Le sensazioni sulla moto non rappresentano la direzione che voglio prendere con la Yamaha. Dobbiamo ripartire da zero, provando a non farci condizionare troppo dai risultati ottenuti fino ad ora. Ovviamente possiamo migliorare, mi aspetto di farlo, ma dobbiamo fare un grande step. Prima mi devo sentire bene con la moto, con il team”.

Ma quanto sarà dura ripartire da zero quando a Donington saremo già al quinto appuntamento della stagione? Rea si pone la stessa domanda e la risposta che stenta ad arrivare porta con sé solo rabbia e frustrazione: “Non è una domanda stupida, è una domanda che mi faccio anch'io. È una merda per me… Sto cominciando a risentirne a livello mentale. Cerco di essere positivo, ma sto facendo fatica. Parlo sempre della teoria della luce in fondo al tunnel, ma è davvero difficile vedere questa luce. La verità però è che lo sport è così. Tutto ciò di cui hai bisogno è una buona giornata sulla moto o una svolta con il setup per iniziare ad arrivare. Diventa complicato non mettersi in discussione, perché gli altri piloti Yamaha stanno facendo un ottimo lavoro, ma io non riesco e devo continuare a chiedere alla squadra ciò che mi serve e sento che devono reagire a quello che dico”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente SBK | Rusthen potrebbe essere presto trasferita in Norvegia
Prossimo Articolo SBK | Misano dura per Iannone: “Ho fatto miracoli nelle prime gare”

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia