Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
MotoGP GP di Germania

MotoGP | Diggia: “Grato per le parole di Quartararo, non è scontato”

Fabio Di Giannantonio è lusingato dalle belle parole che Fabio Quartararo ha speso nei suoi confronti, ritenendolo la figura ideale per il progetto Yamaha. Il romano è l'uomo mercato in MotoGP e sta valutando varie offerte, dal rinnovare con il team VR46 al passare in Pramac guidando una M1 factory.

Fabio Di Giannantonio, VR46 Racing Team

Fabio Di Giannantonio, VR46 Racing Team

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

In una MotoGP frenetica che si prepara alla pausa estiva con un mercato piloti in grande fermento, Fabio Di Giannantonio sorride. Il romano si presenta al Sachsenring come “l’uomo mercato”, diviso tra due o anche tre scelte che preannunciano grandi progetti futuri. Diggia è conteso tra diversi team, una situazione completamente diversa dall’anno scorso e che mostra la crescita messa in atto nel 2023.

Una delle opzioni è rimanere con il team VR46, ma c’è anche Yamaha, che ha bussato alla sua porta proponendogli la M1 del team Pramac. La nuova sfida della squadra di Paolo Campinoti stuzzica Diggia, che è fortemente tentato dalla M1, non competitiva quanto la Ducati, ma con un progetto solido di crescita.

Qui arriva il dilemma: meglio una GP25 o una M1? “Se lo sapessi avrei già firmato!”, esordisce sorridendo il romano del team VR46, che poi spiega: “Stiamo lavorando e presto lo saprò anche io, insieme a voi! Nelle mie opzioni c’è solo spazio per guidare una moto factory l’anno prossimo. Nella posizione in cui sono e per la velocità che sto mostrando, credo di meritare una moto factory e sto prendendo in considerazione solo progetti con moto factory”.

Come cambiano le cose a distanza di un anno: se per il 2024 Diggia aveva trovato una moto solo nel finale della stagione, ora è conteso tra diversi team: “Sono molto grato della mia situazione, che è bellissima. Veniamo da un momento molto difficile l’anno scorso e siamo riusciti, con un grande lavoro, a catapultare la situazione. Ora siamo in un momento in cui sono l’uomo mercato ed è una cosa molto bella”.

Fabio Di Giannantonio, VR46 Racing Team

Fabio Di Giannantonio, VR46 Racing Team

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

“Ma questo è anche il momento in cui bisogna rimanere concentrati e decidere bene il futuro, perché in caso saranno due anni. Sono lunghi, bisogna decidere il progetto e voglio essere in una condizione che mi permetta di fare veramente bene. Sono in un’età in cui penso che sia importante andare bene in pista e ho bisogno del progetto migliore per farlo. Bisogna scegliere tra due bellissime situazioni… O tre. Quindi alla fine non è così difficile concentrarsi sulla pista. Faccio uno sport bellissimo, un lavoro meraviglioso, non è questa la difficoltà vera. È solo decidere bene il nostro futuro, ma si parla di due situazioni veramente molto belle”, spiega il portacolori VR46.

Ha il volto rilassato e un sorriso tranquillo Diggia, che sa di avere l’opportunità di scegliere progetti che lo motivano e che considera solidi per la sua crescita. Tra questi c’è, appunto, Yamaha. Nonostante le moto non siano vincenti al momento, c’è un progetto a lungo termine, soprattutto con moto factory, che è l’interesse primario del romano: “Sono molto lusingato dal fatto che Yamaha ha interesse per me e mi piace che una Casa sia interessata a me. Questo è un motivo per il quale Yamaha è un’opzione per me, anche per questo la sto valutando”.

Le lusinghe arrivano anche dall’uomo di punta di Yamaha, Fabio Quartararo. Il campione del mondo 2021 è stato chiaro e ha indicato proprio Di Giannantonio come figura ideale nello sviluppo del progetto. Secondo il francese, la Casa di Iwata ha bisogno proprio di un pilota come lui per poter tornare al vertice e il romano è entusiasta di sentire belle parole da Quartararo.

“Sono molto contento e grato di questi complimenti. Fabio, oltre a essere un amico, è anche un rivale in pista e non è mai scontato ricevere queste belle parole da un rivale. Ci siamo parlati ed è stato anche un momento figo. Stiamo vedendo, poi la decisione finale spetta a me. È normale ed è giusto che lui mi dica la sua, ascoltare come si lavora in quel progetto, poi ovviamente devo confrontarmi con il mio staff”, spiega Diggia.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Quartararo: "Yamaha ha bisogno di un pilota come Diggia per migliorare"
Prossimo Articolo MotoGP | Uccio: "Avrei voluto due GP25, non sono d'accordo con Dall'Igna"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia