Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP di Gran Bretagna

F1 | Leclerc crede nello sviluppo della SF-24, Sainz più dubbioso

La Scuderia conferma la SF-24 nella configurazione con cui ha corso in Austria: “Ogni volta che porti in pista un nuovo pacchetto devi assicurarti di ottimizzarlo – ha spiegato Leclerc - altrimenti si resta indietro a vedere gli altri che migliorano. Dobbiamo trovare il miglior compromesso che ci garantisca la massima prestazione".

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

Foto di: Ferrari

Da quando la Formula 1 è entrata nel nuovo ciclo tecnico dell'effetto suolo bisogna distinguere il momento in cui una squadra porta in pista degli aggiornamenti da quello in cui inizia a godere dei benefici. Spesso le due cose coincidono, ma non sempre.

La McLaren su questo fronte si conferma un cecchino, ogni modifica che ha esordito sulla monoposto ha subito dato le risposte attese. In casa Ferrari al momento la situazione è diversa, c’è fiducia negli aggiornamenti che hanno esordito a Barcellona ma finora i risultati non si sono visti. A Silverstone sulle due SF-24 non ci saranno novità, l’obiettivo è cercare di capire ciò che è già sulla monoposto ed ottimizzare il pacchetto esistente.

“Ogni volta che porti in pista un nuovo pacchetto devi assicurarti di ottimizzarlo il più rapidamente possibile – ha spiegato Leclerc - altrimenti si resta indietro a vedere gli altri che migliorano. Quando arriveremo a sfruttare al meglio il nostro pacchetto faremo un passo avanti, non ha senso rinunciare a fare dei progressi, è sicuramente un rischio che vale la pena correre”.

Carlos Sainz, Ferrari

Carlos Sainz, Ferrari

Foto di: Ferrari

La visione di Carlos Sainz è un po' diversa, okay ai rischi ma, se è il caso, vale la pena fare anche ad un passo indietro. “Il nuovo pacchetto ha ancora del potenziale da esprimere – ha commentato lo spagnolo - ma a breve termine credo che la priorità sia capire se abbiamo fatto un passo nella giusta direzione oppure no. È un passaggio importante perché ci aiuterà a capire anche come indirizzare lo sviluppo futuro. Ci siamo resi conti che dal weekend di Barcellona siamo stati meno competitivi rispetto a prima e questo ovviamente alimenta un po' le nostre preoccupazioni sulla bontà del pacchetto”.

Ha fatto notizia sentire nuovamente i piloti parlare di ‘bouncing’, ma secondo Leclerc si tratta in realtà di quanto si spinge sul fronte del setup.
“Non è qualcosa riemersa con il nostro aggiornamento – ha voluto sottolineare Charles – alla fine è una questione di dove vuoi mettere la monoposto, se si spinge in una direzione sai che andrai incontro al rischio dei saltellamenti, ma in quella direzione c’è anche performance".

"Vogliamo lavorare ancora su questo aggiornamento per trovare il compromesso che ci possa garantire il massimo delle prestazioni, ci stiamo concentrando su questo obiettivo. Credo che abbiamo imparato molto nell’ultima gara, c’è stata la possibilità di andare in pista con due configurazioni molto diverse e con assetti molto diversi, ora spero che quanto fatto ci aiuti ad affrontare al meglio queste problematiche a partire da domani”.

L’ottimismo di Leclerc ha colpito molto, soprattutto ricordando le previsioni tutt’altro che rosee che lo stesso Charles aveva fatto (in merito a Silverstone) domenica sera a Spielberg. In mezzo c’è stato un giorno al simulatore (lunedì a Maranello, sostituito poi da Sainz il giorno successivo) e un lungo debrief con gli ingegneri.
“È qualcosa che può essere risolto a breve termine – ha aggiunto Leclerc - abbiamo già alcune idee in merito alla direzione in cui vogliamo spingere, abbiamo visto alcune grandi differenze tra le due vetture nell’ultima gara. Alla fine si tratta di trovare due decimi, abbiamo visto la differenza che ha comportato in Austria un divario così piccolo”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Gasly, weekend in salita: cambia batteria e va in penalità
Prossimo Articolo Hamilton ammette: "La MotoGP mi interessa. Tutto è possibile"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia