Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP d'Olanda

F1 | Leclerc: "Non vedo l'ora di guidare la Ferrari 2024"

Charles Leclerc è contento della direzione presa dalla Ferrari riguardo la monoposto della prossima stagione e non vede l'ora di provarla. La SF-23 è troppo difficile e imprevedibile.

Charles Leclerc, Ferrari,  Italian Grand Prix

La Ferrari deve chiudere nel miglior modo possibile il Mondiale 2023, magari centrando almeno il terzo posto nel Mondiale Costruttori che, a oggi, dista poco meno di 15 punti ed è nelle mani di Aston Martin.

La SF-23 si è rivelata sin da subito una macchina sbagliata e i suoi concetti non buoni abbastanza da garantire uno sviluppo approfondito e prestazionale quanto il team di Maranello avrebbe voluto.

Enrico Cardile, direttore tecnico del Cavallino Rampante, ha fatto il punto sui problemi di questa stagione e, soprattutto, su com'è stata pensata la Ferrari del 2024. Una monoposto di rottura con il passato e con il presente, una via diversa per una macchina che assomiglierà proprio poco alla SF-23.

"La macchina 2024 non sarà un'evoluzione della SF-23 così come l'attuale monoposto lo è della F1-75. Sarà una monoposto completamente nuova. Nuovo telaio con un design differente, un retrotreno diverso per permettere al nostro dipartimento aerodinamico di sviluppare meglio la macchina e raggiungere i nostri obiettivi di sviluppo".

Charles Leclerc, Ferrari SF-23

Charles Leclerc, Ferrari SF-23

Photo by: Erik Junius

"Per noi è chiaro cosa non stia funzionando nella SF-23, è chiaro cosa ci sia di sbagliato. I punti deboli sono palesi. Non è questione di capire cosa dovremmo fare per cambiare le cose".

"Ora, per il futuro, si tratta di fornire un buon prodotto che sia all'altezza degli standard che abbiamo. Non siamo in un vicolo cieco, sappiamo cosa dobbiamo fare. SI tratta di fare, di trovare i giusti contenuti dell'auto, la giusta architettura della monoposto per raggiungere l'obiettivo".

A queste parole hanno fatto seguito quelle di Charles Leclerc. Il monegasco, ritirato al Gran Premio d'Olanda dopo un contatto con la McLaren di Oscar Piastri che ha danneggiato in maniera profonda il fondo della sua monoposto, non ha nascosto la voglia di terminare la stagione corrente per tuffarsi nella prossima, con la promessa di una Rossa tutta diversa e, di conseguenza, la speranza che anche le prestazioni ricalchino la diversità e vadano nella direzione opposta a quella presa quest'anno.

"È fantastico sentirlo e ovviamente non vedo l'ora [di guidare la macchina 2024]", ha detto Leclerc. "Prima di tutto, ho una stagione da finire nel 2023, ma possiamo solo andare in un'altra direzione perché al momento la macchina è davvero difficile da guidare. È molto, molto difficile essere al limite".

"Credo che questo fine settimana siamo particolarmente in difficoltà e anche più di quanto il bilanciamento ci rallenti, proprio perché dobbiamo essere così lontani dal limite. Non appena ci si avvicina al limite, non si sa cosa succederà. È esattamente quello che è successo nel mio giro in Q3, quindi è una situazione difficile".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Ecco come la FIA vieta l'uso di ali flessibili da Singapore
Prossimo Articolo Video F1 | Ceccarelli: "Il rientro di Ricciardo più lungo del previsto"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia