Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
MotoGP GP di Germania

MotoGP | Oliveira: "Non è che non volevo rischiare, non ne avevo per battere Martin"

Fino a qui il portoghese dell'Aprilia Trackhouse è stato la grande rivelazione del weekend del Sachsenring, con il secondo posto sia in qualifica che nella Sprint, nella quale non ha mai realmente provato ad attaccare Martin, anche se ha giurato che non si è trattato di un discorso di prudenza per non rovinare la sua miglior gara del 2024.

Miguel Oliveira, Trackhouse Racing Team

Miguel Oliveira, Trackhouse Racing Team

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fino a questo fine settimana era stato un vero e proprio oggetto misterioso, al punto che c'era anche chi cominciava a mettere in dubbio la sua permanenza sulla griglia della MotoGP nella prossima stagione (in realtà ci sono voci su un suo possibile passaggio in Yamaha con Pramac), ma il Sachsenring ci ha finalmente restituito il Miguel Oliveira che conoscevamo. Quel pilota che l'Aprilia aveva voluto fortemente per il suo team satellite un anno fa e per il quale ha fatto un grande sforzo per mettegli a disposizione una RS-GP in versione 2024 in questa stagione.

Prima del GP di Germania, non era riuscito a fare meglio dei due ottavi posti colti a Jerez, ma questo fine settimana la musica è cambiata improvvisamente: stamattina ha mancato la pole position per appena una manciata di millesimi, poi nella Sprint è riuscito a bissare il secondo posto, conquistando il primo podio in una gara breve sia per lui che per la Trackhouse Racing.

"Mi sono sentito bene per tutto il weekend e pensavo di avere una buona occasione per salire sul podio, almeno in questa Sprint. Devo dire che i ragazzi qui davanti sono velocissimi e non è facile trovarsi in mezzo a loro. Ho tenuto duro, ho sentito tanto la pressione di Pecco, ma sono riuscito a non fare grossi errori e a portare a casa questo bel risultato", ha detto appena arrivato al parco chiuso, prima di andare a ritare la sua meritatissima medaglia.

Fare prima fila è un conto, ma ripetersi in gara non era affatto scontato, soprattutto perché Miguel è riuscito a giocarsela alla pari con i due piloti che si stanno giocando il titolo, Jorge Martin e Pecco Bagnaia, infilandosi proprio tra i due contendenti, che sicuramente sono più abituati di lui a frequentare queste posizioni.

Miguel Oliveira, Trackhouse Racing Team

Miguel Oliveira, Trackhouse Racing Team

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

"Diciamo che dopo quello che avevamo fatto stamattina, è diventato abbastanza chiaro che avevamo un bel ritmo. E' chiaro che in gara, quando conta di più, le cose possono anche cambiare. Era da un po' che non battagliavo per delle posizioni importanti, quindi avrei anche potuto sbagliare. Invece è andato tutto bene, quindi sono contento e curioso di vedere cosa possiamo fare nella gara lunga di domani", ha aggiunto poco più tardi ai microfoni di Sky Sport MotoGP.

Da fuori, la sensazione è stata che Oliveira potesse avere il potenziale per provare ad insidiare la vittoria di Martin, ma che non abbia voluto rischiare di mettere a repentaglio un piazzamento che per lui è una vera e propria boccata d'ossigeno in una stagione che per ora è stata molto deludente. Il portoghese però ha allontanato questa possibilità.

"Non ne avevo abbastanza, non era una questione di non rischiare. Quando mi avvicinavo a Jorge si alzava un po' troppo la pressione della gomma anteriore e questo mi ha generato qualche chiusura nei punti più delicati della pista. Non è che ho deciso di mollare, non potevo davvero fare di più. Quando poi lui ha preso un po' di vantaggio, la gomma ha ricominciato ad andare meglio, ma avevamo lo stesso ritmo a quel punto, quindi non c'era niente da fare".

Infine, quando gli è stato domandato come abbia fatto a trovare questa svolta improvvisa, ha spiegato: "Sicuramente la pista mi è venuta incontro, ma abbiamo fatto anche un approccio un po' diverso anche con la moto, provando a non toccare troppo le geometrie. Fino ad ora avevamo fatto molte modifiche su tutto, ma questo weekend abbiamo deciso di lavorare solo sulle sospensioni e sull'elettronica e devo dire che ha funzionato. Io poi con questa moto faccio un po' troppa fatica nelle curve a destra per l'uso del freno posteriore. Il fatto che qui ce ne sono poche quindi mi sta sicuramente aiutando".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Bagnaia: "Ho gestito troppo e Martin l'ha sfruttato"
Prossimo Articolo MotoGP | Martin: "Bello superare Pecco alla Curva 8, dove non si passa!"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia