Silverstone, Libere 1: le due Mercedes rifilano mezzo secondo alla Ferrari di Vettel

condivisioni
commenti
Silverstone, Libere 1: le due Mercedes rifilano mezzo secondo alla Ferrari di Vettel
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
06 lug 2018, 10:52

Lewis Hamilton è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere del GP di Gran Bretagna lasciando a tre decimi Bottas, mentre le Ferrari hanno fatto delle prove comparative con la nuova aerodinamica.

La Mercedes mette subito sul tavolo le sue carte: due W09 davanti a tutti nella prima sessione di prove libere del GP di Gran Bretagna. Lewis Hamilton con le gomme a mescola Soft ha ottenuto un 1'27"487 che un tempo di 1"6 più veloce rispetto al turno dello scorso anno ed è già a otto decimi dal record della pista colto l'anno scorso da Bottas con la pole position.

La squadra di Brackley vuole cancellare il ricordo del doppio ritiro in Austria e Lewis Hamilton ha fatto la differenza nel primo tratto cronometrato, dove la FIA ha concesso l'uso del DRS aperto nelle prime due curve. L'inglese il distacco da Valtteri Bottas se lo è costruito nel primo pezzo di pista, dimostrando il perfetto adattamento alla Mercedes con l'ala aperta.

In realtà Romain Grosjean ha sbattuto violentemente la sua Haas all'uscita della curva 1: il francese ha perso la VF-18 quando ha provato a percorrere la prima piega con il DRS spalancato. La vettura ha perso all'improvviso carico aerodinamico con l'ala aperta e Grosjean è andato a schiantarsi con l'anteriore sinistra nelle barriere della curva 2. Il transalpino, dopo l'eccellente quarto posto conquistato in Austria è tornato subito dietro alla "lavagna" nonostante il settimo tempo, ma l'incidente ha immediatamente aperto la discussione se davvero valga la pena far aprire il DRS alla curva 1, causando un grave sbilanciamento delle monoposto nella percorrenza di una curva veloce.

Tornando alla cronaca: Valtteri Bottas è sceso in pista con la freccia d'argento dotata del motore 3 dopo il surriscaldamento patito a seguito del repentino ritiro in Austria. La Mercedes sembra aver messo a punto le W09 con il pacchetto aerodinamico presentato al Red Bull Ring e inizia il weekend inglese nel ruolo della grande favorita, potendo contare sulle gomme Pirelli "ribassate" di 0,4 mm che si adattano perfettamente alle monoposto di Brackley.

La Ferrari è terza con Sebastian Vettel: il tedesco con 1'27"998 è staccato di 511 millesimi da Hamilton. Questo divario, però, non deve preoccupare perché la squadra del Cavallino si è dedicata a fare delle prove comparative fra la nuova aerodinamica, montata dopo i primi 40 minuti, e la vecchia configurazione. Il tedesco ha effettuato anche diverse regolazioni di assetto (modificando le barre anteriori) segno che la Rossa è ancora nella fase di scoperta delle novità e non ha ancora potuto mostrare i suo vero potenziale.

Al quarto posto allora troviamo Daniel Ricciardo che con la Red Bull è il primo pilota che non ha infranto il muro dell'1'28": l'australiano con 1'28"144 precede Kimi Raikkonen di meno di un decimo. Daniel ha fatto meglio di Max Verstappen che è relegato al sesto posto: il vincitore dell'Austria non ha potuto completare il primo turno a causa di un problema al cambio che a venti minuti dalla fine lo ha lasciato senza marce sul rettilineo d'arrivo.

E' parso poco a suo agio Kimi Raikkonen con la Ferrari: il finlandese è stato autore di un testacoda alla curva 6 dopo che la Rossa è partita per essere salita troppo violentemente sul cordolo. Nessun danno per Iceman che però ha perso un po' di convinzione in quel punto. I tecnici del Cavallino una volta di più devono lavorare perché la macchina messa in pista non è parsa entusiasmante.

Di Romain Grosjean settimo con la Haas abbiamo già detto: il transalpino si è messo alle spalle le due Force India con Sergio Perez che con 1'29"812 paga un distacco di 2"3 da Hamilton, ma è stato 3 millesimi più veloce (si fa per dire!) di Esteban Ocon.

La top ten è completata un po' a sopresa da Lance Stroll con la Williams dotata di una nuova ala posteriore, mentre Sergey Sirotkin con la vecchia configurazione della FW41 non si è schiodato dall'ultimo posto. Positivo l'11esimo posto di Marcus Ericsson che è riuscito a fare meglio di Charles Leclerc, 13esimo. Fra le due Sauber C37 si è infilato Pierre Gasly con la Toro Rosso.

Solo 14esimo Kevin Magnussen con la seconda Haas, davanti a Fernando Alonso: lo spagnolo ha dedicato molto tempo a fare prove aerodinamiche per capire dove i tecnici devono mettere le mani sulla deludente MCL33. Al muretto ha fatto il suo debutto Gil De Ferran al posto del dimissionato Eric Boullier.

Male le due Renault con Carlos Sainz 16esimo e Nico Hulkenberg 18esimo: non è la posizione delle due giallone, mentre non sorprende la 19esima piazza di Brandon Hartley con la Toro Rosso.

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 24 1'27.487     242.408
2 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 27 1'27.854 0.367 0.367 241.395
3 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 22 1'27.998 0.511 0.144 241.000
4 3 Australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 30 1'28.144 0.657 0.146 240.601
5 7 Finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 24 1'28.218 0.731 0.074 240.399
6 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 24 1'28.325 0.838 0.107 240.108
7 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 12 1'29.352 1.865 1.027 237.348
8 11 Mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 23 1'29.812 2.325 0.460 236.133
9 31 France Esteban Ocon  Force India Mercedes 24 1'29.815 2.328 0.003 236.125
10 18 Canada Lance Stroll  Williams Mercedes 25 1'29.878 2.391 0.063 235.959
11 9 Sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 25 1'29.942 2.455 0.064 235.791
12 10 France Pierre Gasly  Toro Rosso Honda 31 1'30.004 2.517 0.062 235.629
13 16 Monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 27 1'30.027 2.540 0.023 235.569
14 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 20 1'30.065 2.578 0.038 235.469
15 14 Spain Fernando Alonso  McLaren Renault 19 1'30.322 2.835 0.257 234.799
16 55 Spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 22 1'30.358 2.871 0.036 234.706
17 2 Belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Renault 25 1'30.416 2.929 0.058 234.555
18 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 18 1'30.701 3.214 0.285 233.818
19 28 New Zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Honda 31 1'30.749 3.262 0.048 233.695
20 35 Russian Federation Sergey Sirotkin  Williams Mercedes 22 1'31.017 3.530 0.268 233.007

 

Prossimo articolo Formula 1
Toro Rosso: la STR13 copia la Ferrari con lo specchietto dotato dei soffiaggi

Previous article

Toro Rosso: la STR13 copia la Ferrari con lo specchietto dotato dei soffiaggi

Next article

Colpo di scena Mercedes: è stato sostituito il motore sulla W09 di Bottas

Colpo di scena Mercedes: è stato sostituito il motore sulla W09 di Bottas