Paul Ricard, Libere 1: Hamilton detta il passo, Ferrari in difficoltà

condivisioni
commenti
Paul Ricard, Libere 1: Hamilton detta il passo, Ferrari in difficoltà
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
22 giu 2018, 11:53

Le due W09 dotate del nuovo motore Mercedes si sono subito adattate al Castellet, pista senza riferimenti. Solo Ricciardo ha saputo tenere il passo delle frecce d'argento, mentre Raikkonen quarto e Vettel quinto eranp staccati.

La Mercedes ha voluto mettere subito le cose in chiaro nella prima sessione di prove libere del GP di Francia che torna al Paul Ricard dopo 28 anni, su un tracciato liscio come un biliardo, dotato di un nuovo asfalto che assicura un grande grip.  La Pirelli ha ripresentato le gomme "ribassate" di 0,4 mm che avevano fatto il loro debutto, non senza poleniche, in Spagna.

Lewis Hamilton con le gomme ultrasoft ha ottenuto il miglior tempo 1'32"231 con la Mercedes W09 dotata della nuova power unit. L'inglese quando ha cercato il tempo non ha avuto problemi a portarsi in testa davanti al compagno di squadra Valtteri Bottas, staccato di appena 104 millesimi.

La freccia d'argento ha dimostrato di essere competitiva anche con 49 gradi di asfalto, confermando di aver imparato la lezione canadese: i tecnici di Brackley hanno subito messo i piloti nella condizione di trovare un buon feeling con l'ostica pista transalpina per la mancanza di riferimenti e per il vento a raffiche che ha causato molti testacoda.

La Mercedes non ha annunciato quale power unit abbia montato sulle frecce d'argento e sulle Force India e Williams, ma visto il salto di qualità mostrato anche nelle velocità massime (Sergio Perez ha toccato i 336 km/h) c'è da credere che sia la Spec 2.

Daniel Ricciardo, rifiutato da Ferrari, ma cercato da Renault e McLaren oltre che da Red Bull, aveva trovato subito trovato il passo giusto al Castellet segnando con le gomme Soft, le più dure fra quelle disponibili, un 1'32"766 con la RB14 che poi ha migliorato con le Ultrasoft portando il suo limite a 1'32"527.

E' staccato Max Verstappen, solo settimo, perché sulla sua Red Bull hanno sostituito il fondo che strisciava troppo sul rettilineo e ha perso buona parte della sessione: l'olandese ha concluso settimo staccata di 1"1 da Hamilton.

La grande assente è la Ferrari quarta con Kimi Raikkonen e quinta con Sebastian Vettel. Il finlandese che non sarà rinnovato i prossimo anno ha concluso il turno in 1'33"003 a oltre sette decimi dalla Mercedes, facendo meglio del compgno tedesco di quasi due secondi. Sebastian ha perso molto tempo al box per fare delle regolazioni di set-up perché la SF71H non gli piaceva.

Ancora una volta abbiamo avuto a dimostrazione che uno dei difetti più grossi del team del Cavallino è la simulazione: su una pista dove nessuno aveva dei dati certi, la Ferrari è ultima fra i top team. Questo non vuole dire che la macchina non funzioni, ma ci sarà bisogno di lavorare per ritrovare un filo che sembra perduto.

Volete una controprova? Romain Grosjean con la Haas, la "ferrarina" è arrivato a un decimo dalla Rossa conquistando un'ottima sesta posizione: il transalpino certo ha fatto valere la conoscenza del tracciato, visto che Kevin Magnussen è più staccato in decima piazza.

Ottima l'ottava posizione di Pierre Gasly con la Toro Rosso-Honda: il francese (un altro che conosce il tracciato del Castellet) con 1'33"685 si è lasciato dietro Sergio Perez con la prima Force India.

Ci si aspettava di più dalla Renault con Carlos Sainz 11esimo, mentre Nico Hulkenberg, che ha lavorato in proiezione gara, è risultato solo 18esimo. Lo spagnolo è stato davani a Esteban Ocon con la seconda VJM11 e a Charles Leclerc ottimo 13esimo con la Sauber.

Aveva fatto bene anche Marcus Ericsson portando la C37 al 14esimo posto ad appena 79 millesimi dal compagno monegasco, ma poco prima della bandiera a scacchi ha perso la sua monoposto a Signes ed è andato a sbattere contro le barriere sebbene ci sia un'ampia via di fuga: la Sauber è andata a fuoco nel retrotreno, mentre  un flemmatico Marcus è uscito dall'abitacolo senza alcuna concitazione. Brutto segno il fatto che si siano riviste delle fiamme che sono state spente con l'intervento (piuttosto lento) dei commissari francesi.

Delude Brendon Hartley con la Toro Rosso e male anche le McLaren con Fernando Alonso che è passato dal gradino più alto del podio di Le Mans a essre 16esimo con la "papaya". Ha fatto peggio Stoffel Vandoorne in seria difficoltà su questa pista, 19esimo davanti all'ultimo Sergey Sirotkin con la Williams. Lance Stroll ha limitato i danni con il 17esimo posto...

 

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 25 1'32.231     228.027
2 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 29 1'32.371 0.140 0.140 227.681
3 3 Australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 25 1'32.527 0.296 0.156 227.297
4 7 Finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 23 1'33.003 0.772 0.476 226.134
5 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 19 1'33.172 0.941 0.169 225.724
6 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 22 1'33.318 1.087 0.146 225.371
7 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 15 1'33.331 1.100 0.013 225.339
8 10 France Pierre Gasly  Toro Rosso Honda 23 1'33.685 1.454 0.354 224.488
9 11 Mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 26 1'33.719 1.488 0.034 224.407
10 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 23 1'34.108 1.877 0.389 223.479
11 55 Spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 25 1'34.258 2.027 0.150 223.123
12 31 France Esteban Ocon  Force India Mercedes 14 1'34.484 2.253 0.226 222.590
13 16 Monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 21 1'34.513 2.282 0.029 222.521
14 9 Sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 21 1'34.592 2.361 0.079 222.335
15 28 New Zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Honda 25 1'34.664 2.433 0.072 222.166
16 14 Spain Fernando Alonso  McLaren Renault 20 1'34.862 2.631 0.198 221.703
17 18 Canada Lance Stroll  Williams Mercedes 28 1'34.881 2.650 0.019 221.658
18 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 24 1'34.993 2.762 0.112 221.397
19 2 Belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Renault 24 1'35.021 2.790 0.028 221.332
20 35 Russian Federation Sergey Sirotkin  Williams Mercedes 25 1'35.105 2.874 0.084 221.136

 

Prossimo articolo Formula 1
Ferrari: ecco la nuova ala anteriore sulla SF71H che è basata anche su vecchie soluzioni

Previous article

Ferrari: ecco la nuova ala anteriore sulla SF71H che è basata anche su vecchie soluzioni

Next article

Williams nelle prove libere prova l'Halo senza le appendici aggiuntive

Williams nelle prove libere prova l'Halo senza le appendici aggiuntive

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Francia
Sotto-evento Venerdì, prove libere 1
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Prove libere