Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Intervista
Formula 1 GP di São Paulo

F1 | Verstappen: "Ottima gara, fondamentale la gestione gomma"

Dopo la sprint vinta al sabato, anche in Brasile Max Verstappen ha messo la propria firma conquistando il successo nella corsa di domenica davanti a Lando Norris, staccato di otto secondi. Dopo aver respinto un iniziale attacco proprio da parte dell'inglese della McLaren, l'olandese della Red Bull ha gestito in maniera perfetta gli pneumatici, controllando la gara fino alla bandiera a scacchi.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB19, Lando Norris, McLaren MCL60

Dopo aver trionfato nella sprint del sabato, tutto era apparecchiato per ripetersi anche in gara, mettendo così la propria firma sull’ennesimo trionfo di questa stagione. Dopo aver ottenuto il nuovo record nel weekend del Messico, l’olandese ha ritoccato ancora una volta i suoi numeri, arrivando così alla diciassettesima vittoria nel corso di questo campionato.

Il tre volte campione del mondo è stato in grado di mantenere la testa della corsa, conquistata al venerdì grazie alla pole position, sia nella prima che nella seconda partenza, quella successiva alla bandiera rossa nel secondo giro causata dal contatto tra Alex Albon e Kevin Magnussen allo spegnimento dei semafori. L’unico momento di tensione lo si è visto nel corso dell’ottavo passaggio, quando Lando Norris, secondo in quel momento, ha provato l’attacco sfruttando il DRS, ma l’olandese è riuscito subito a respingere i tentativi del britannico.

Dopo aver preso rapidamente un margine di sicurezza portando il gap a circa un secondo e mezzo grazie a un ottimo settore centrale, che ha inoltre tolto al pilota della McLaren l’opportunità di sfruttare l’ala mobile, da quel momento in poi si è trattata di una corsa di gestione per il portacolori della Red Bull, che ha comunque continuato ad ampliare il vantaggio a sua disposizione fino agli otto secondi finali sotto la bandiera a scacchi.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB19, lotta con Lando Norris, McLaren MCL60

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB19, lotta con Lando Norris, McLaren MCL60

“Credo che le partenze siano state molto importanti oggi. Entrambe sono state molto buone. Dopo di che, l'intera gara si è svolta all'insegna della gestione delle gomme. Penso che siamo stati bravi con qualsiasi tipologia di pneumatico. Ma credo che, soprattutto nello stint centrale, siamo riusciti a creare un po' di gap. E ho pensato che fosse molto buono", ha spiegato Verstappen, sottolineando quanto sia stata fondamentale la gestione delle coperture sulla lunga distanza.

Nonostante l’ampio vantaggio, chiaramente non c’è spazio per far viaggiare la mente, perché l’attenzione deve rimanere sulla gestione degli pneumatici: “È andato tutto bene. Ma con il degrado elevato che c'è qui [in Brasile], si deve costantemente correggere il comportamento dell’auto. Quindi bisognava essere sempre concentrati. Ma sì, per fortuna oggi è andata bene”.

Il prossimo appuntamento sarà la novità Las Vegas, che farà il suo ritorno in calendario dopo oltre quarant’anni di assenza, ma con un nuovo tracciato che presenta numerosi rettilinei. Un elemento su cui gli ingegneri hanno però posto l’attenzione è quello delle condizioni climatiche, dato che si aspettano basse temperature che dovrebbero rendere particolarmente complesso accendere a dovere le gomme e mantenerle nella corretta finestra di funzionamento: “Sarà sicuramente molto più freddo [rispetto al Brasile]. Vediamo come sarà il grip della pista, è pur sempre un circuito cittadino. Quindi sì, una novità per tutti. E credo che sarà sicuramente pieno di sorprese”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Alonso da leggenda: "I 10 giri con Perez come se fossero 30"
Prossimo Articolo F1 | Sainz: "Red Bull e McLaren di un altro pianeta, noi lontani"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia