Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara
WSBK Magny-Cours

SSP | Magny-Cours: Bulega firma la doppietta e allunga

Nicolò Bulega firma una doppietta fondamentale in Francia e allunga sugli avversari, portando il proprio vantaggio in classifica a ben sessanta punti su Stefano Manzi. L'italiano della Ducati si è imposto sia in Gara-1 che in Gara-2 resistendo alla pressione dei rivali dopo essere partito dalla pole. Da segnalare il buon weekend del pilota di casa Debise, a podio in entrambe le corse del fine settimana.

Nicolo Bulega takes pole position

Pochi giorni dopo l’annuncio ufficiale dell’approdo di Nicolò Bulega in Superbike con Ducati nel 2024, nel fine settimana di Magny-Cours il pilota italiano ha dato uno scossone importante alla classifica della Supersport. Il leader del campionato si è infatti imposto in entrambi gli appuntamenti della tappa francese, estendendo il proprio vantaggio in graduatoria su Stefano Manzi a ben sessanta punti.

Dopo essere partito dalla pole, conquistata per altro con il giro record del tracciato, in Gara 1 Bulega ha subito tentato di imporre il proprio ritmo, arrivando già disporre di un buon margine dopo pochissime curve mentre gli avversari si davano battaglia. Da quel momento in poi, il pilota della casa di Borgo Panigale ha preso il largo imponendo un ritmo inarrivabile per gli avversari, tanto da poter contare su un gap di sicurezza di due secondi dopo soli cinque giri.

Tuttavia, alle spalle dell’italiano non sono mancati i duelli, a partire quelle per confermarsi al secondo posto e dare la caccia al leader della classifica. Montella e Manzi si sono dati subito battaglia, mentre Raffaele de Rosa è caduto al tornantino nel giro di apertura della corsa mentre si trovava al quarto posto, fortunatamente senza riportare conseguenze fisiche. Nella tornata successiva, in seguito a un errore in curva due da parte di Montella, Manzi ha potuto sfruttare l’occasione salendo in secondo posizione, aspetto che gli ha permesso di mettersi alla caccia di Bulega.

Nicolo Bulega

Nicolo Bulega

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Mentre il pilota della Yamaha pian piano è riuscito a riavvicinarsi al leader della corsa, tanto da riportarsi sotto il secondo di distanza a pochi passaggi dal termine, Montella ha invece fatto il percorso opposto, scivolando all’indietro in classifica: a nove giri dalla bandiera a scacchi, infatti, l’italiano è stato sopravanzato da Niki Tuuli, scendendo così fino a quella nona posizione che ha poi dovuto difendere sul finale dagli attacchi di Marcel Schroetter. Alle loro spalle i distacchi sono stati piuttosto significativi, con Federico Caricasulo ottavo davanti a Bahattin Sofuoglu e Lorenzo dalla Porta. Nel frattempo, l’idolo di casa Valentin Debise è riuscito a risalire fino alla zona del podio superando Huertas.

Nonostante il rush finale, Manzi non è mai riuscito davvero a impensierire Bulega che, a dispetto del margine ridotto sul traguardo, ha sempre gestito con autorità la situazione, portando a casa la prima vittoria del fine settimana.

Così come nella gara del sabato, anche in Gara 2 Bulega è scattato dalla pole allungando immediatamente sugli avversari, con una tripletta Ducati in testa formata dall’italiano, da De Rosa e Montella. Pochi istanti più tardi, tuttavia, una lotta tra i due ha dato modo a Debise di approfittare della situazione e sopravanzare prima Montella, a cui è poi seguito anche il sorpasso su De Rosa, dando così a Bulega l’opportunità di allungare.

Valentin Debise

Valentin Debise

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Tuttavia, grazie a una serie di giri veloci, il francese è stato in grado di riportarsi sull’emiliano, tanto da ridurre a pochi decimi il distacco verso metà gara. Il duo di testa ha mantenuto un ritmo imprendibile per il resto del gruppo, aprendo un considerevole margine di cinque secondi sul duo Manzi-De Rosa, il quale a sua volta poteva contare su un vantaggio di circa due secondi su Tuuli e Montella. Però, con il prosieguo della corsa, l’italiano della Ducati ha iniziato a perdere posizioni, fino al ritiro definitivo a otto tornate dal termine a causa di un problema tecnico mentre si trovava in settima posizione. La classifica si è così ridisegnata con Bulega davanti a Debies, a cui sono seguiti Manzi, Tuuli, Schroetter, Dalla Porta, Huertas e Montella, nel frattempo scivolato in fondo al gruppetto degli inseguitori.

Se davanti Bulega era ormai stato in grado di respingere gli attacchi di Debies imponendo nuovamente un piccolo margine di sicurezza, alle loro spalle negli ultimi giri si sono visti i duelli più accesi, con uno scambio continuo di posizioni tra Schroetter, Tuuli e Dalla Porta per il quarto posto di giornata. Sfruttando l’intensa lotta tra il finlandese e l’italiano, il pilota tedesco della MV Augusta è stato in grado di allungare e assicurarsi la quarta posizione davanti a Tuuli e lo stesso Dalla Porta, protagonisti di una bella lotta che si è conclusa con un sorpasso d’autore nella rapida chicane 12-13. Alle loro spalle hanno concluso Adrian Huertas, Yari Montella, Jorge Navarro e Federico Cadicasulo, mentre v è da segnalare la caduta di Sofuoglu a soli tre giri dalla bandiera a scacchi.

 

Leggi anche:

 

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente SBK | Magny-Cours: prova di forza di Bautista in Gara 2
Prossimo Articolo SBK | Bassani in pole per prendere il posto di Rea alla Kawasaki

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia